Cerca nel quotidiano:


Avis, l’assemblea 2020 si apre con due importanti novità

All'assemblea ha preso parte anche l'assessore Andrea Raspanti che in apertura ha dato la notizia di una nuova sede per Avis e della creazione di un polo associativo dentro l'ospedale

Sabato 12 Settembre 2020 — 16:32

di Chiara Montesano

Mediagallery

Il presidente Bagnoli: "Sebbene le sacche di plasma e di sangue siano in aumento rispetto allo scorso anno, c'è ancora bisogno di sangue". Tornerà l'iniziativa "Ciak si gira: un cortometraggio per Avis"

Ci sono voluti 7 mesi ma l’assemblea dei soci dell’Avis ha finalmente avuto luogo questa mattina, sabato 12 settembre. Ha preso parte all’assemblea anche l’assessore Andrea Raspanti che in apertura ha dato, al presidente dell’associazione Matteo Bagnoli e ai soci presenti, la notizia della possibilità di una nuova sede per l’Avis e la successiva creazione di un polo associativo dentro ad uno dei padiglioni dell’ospedale nel momento in cui sarà completata la costruzione di quello nuovo. Bagnoli ha poi letto la relazione morale soffermandosi sul fatto che le donazioni di plasma, in negativo ormai da anni, questo anno “sono in positivo di ben 150 sacche, a dimostrazione che i livornesi non si sono persi d’animo e durante il periodo di pandemia hanno deciso di aiutare gli altri andando a donare”. “Sebbene – ha aggiunto – le sacche di plasma e di sangue siano in aumento rispetto allo scorso anno, c’è ancora bisogno di sangue quindi invitiamo tutti i cittadini che ne sono in grado di andare a fare una donazione”. La pandemia da Covid-19 ha purtroppo reso necessario spostare al prossimo anno due giornate di festa: la prima è la Giornata Mondiale del Donatore di sangue che si sarebbe dovuta svolgere questo anno in Italia, a Roma, il 14 giugno e che prevedeva una giornata anche a Livorno organizzata dall’associazione cittadina, mentre la seconda è l’evento organizzato dal gruppo giovani, lo scorso anno una cena con delitto, che durante l’ultima edizione aveva fatto sold-out. Verrà però replicato il progetto che permette ad Avis di entrare nella scuole livornesi e parlare con gli studenti invitandoli a realizzare un cortometraggio per partecipare al contest “Ciak si gira: un cortometraggio per Avis“.

Riproduzione riservata ©