Cerca nel quotidiano:


Avvistati Ibis Eremita. Appello ai cacciatori

Domenica 30 Ottobre 2016 — 10:00

Mediagallery

La Polizia Provinciale e la Forestale rendono noto che nell’area livornese sono presenti esemplari di ibis eremita in migrazione verso Orbetello. Gli animali sono tutti monitorati con sistemi di rilevamento gps ed appartengono al progetto waldrappteam per la reintroduzione in Europa di questo uccello a forte rischio di estinzione. Solo un mese fa il tribunale di Livorno ha condannato il bracconiere che ne abbatté due in zona san Vincenzo. Gli ibis sono animali inconfondibili. Non esistono animali cacciabili simili e per questo l’invito al mondo venatorio è quello di prestare la massima attenzione prima di sparare. Gli esemplari attualmente sono stati avvistati nella zona di Guasticce e probabilmente si sposteranno verso Orbetello percorrendo tutta la costa livornese fino a Piombino. Si raccomando perciò la massima attenzione a tutti i cacciatori.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb

Nuova apertura? Cambio sede? Lancio prodotto? Visibilità di 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivo https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]


15 commenti

 
  1. # France

    Emblematico come lo Stato si sia ridotto a pregare i signori cacciatori di prestare massima attenzione a non uccidere esemplari rari. “Vi prego cari cacciatori, state attenti a questi due Ibis, per il resto ammazzate pure qualsiasi creatura in volo e buon divertimento.

  2. # Dilvo

    I cacciatori sanno benissimo cosa poter cacciare o no.
    Il problema è che tra loro , come tra i cittadini comuni del resto, c’e’ qualcuno che non rispetta le leggi. Sarebbe come raccomandare gli automobilisti di rispettare gli stop o la velocità.

  3. # Libero

    Parole al vento!!!

  4. # jack

    I cacciatori sono cittadini corretti senza pendenze penali denunce e morosità che rispettano ambiente e cacciano secondo criteri sostenibili.
    parlate senza sapere!!!!
    Andate a vedere cosa combinano in mare per capire dove sono i veri disastri ambientali!!!

    1. # jones

      Considerando solo il numero di quelli che si impallinano tra di loro non dimostrano molta correttezza !

    2. # piolo

      Basta fare una giratina per i boschi per trovare i resti delle cartucce in plastica e metallo, oltre ad altre schifezze come lattine, bottiglie di plastica…se questo significa rispettare l ambiente…mah!

    3. # Nedo

      Ahahahahahahhahahahha…spero solo tu sia un troll.
      La peggio specie della terra, i cacciatori: assassini di qualsiasi cosa voli o cammini a terra, commestibile e non, deturpatori dell’ambiente, incivili ed arroganti..che sono arrivati a sparare a 100 mt dalle abitazioni..e guai a dire qualcosa!

  5. # er pomata

    Saranno rari ma anche bruttini.

  6. # Din9o

    I CACCIATORI sono I distruttori del patrimonio faunistico, il resto ci pensa il terremoto

  7. # Smilzo

    Ma lo troverete il basto che v’entra? Ogni volta la stessa storia, un colpo di quà e uno di là. Se le guardie avvisano che ci sono animali protetti a giro…. per gli animalisti lo stato se ne frega di quell’altre bestie e tollera chi l’ammazza. I cacciatori si sentono i più onesti del mondo, ma ogni tanto ne incicciano qualcuno come il lucchese che ha ammazzato gli ibis a s. Vincenzo. L’ unico che ha ragione per tutti è er pomata. Infatti queste bestie sono proprio brutte …. o forse si sono truccati per halloween? Però quando la polizia cerca di prevenire un danno alla natura un è positivo?

  8. # Danius

    Di questo animale ne rimangono poco più di 500 esemplari al mondo..essendo in atto un tentativo di ripopolamento è doveroso “avvertire” il cacciatore di evitare di scaricare il fucile su di un animale ad elevato rischio di estinzione..ovviamente sarebbe preferibile non scaricarlo neanche su gufi, gheppi, poiane o aironi..lo so che dovete scaricarlo, ma per una volta evitate di sparare a qualcosa che si muove..

  9. # Alessandra

    per tutti i cacciatori sia di esperienza che novelli.
    questo uccello ha un volo inconfondibile e non puo’ certo essere scambiato per un colombaccio, un tordo o una beccaccia percio’ cari nembrotti niente scuse, se volete fare delle prove balistiche per grogiolarvi al bar della vosta mira, sappiate che potete farlo tranquillamente mirando al vostro…..

  10. # Riccardo grandini

    Penso che scriviamo così tanto per fare…..i cacciatori veri non i bracconieri idioti ai quali andrebbe tolto non solo il porto d’armi ma anche la patente e la carta d’identità non ci pensano neanche lontanamente a sparare a certe specie animali. Per quanto riguarda lo sporco nei boschi è vero che spesso molti bossoli rimango li ma lattine e bottiglie no…dillo ai funghi oli del terzo millennio che lasciano sporco e non rispettano l’ambiente buttando all’aria ogni tipo di fungo. Sembra sia passato Attila….certa gente dovrebbe andare a fare due vasche in via ricasoli e i funghi comprarli al mercato. Io per andare al mio appostamento quest’anno ho dovuto togliere di tutto da terra…ventilatori..preservativi…carta sporca..con schifo…per non sembrare di andare a caccia alla discarica e non sono certo stati i cacciatori.

    1. # Gigio

      Nessun cacciatore sparerebbe mai alle specie protette, però purtroppo alla Lipu ne arrivano a centinaia impallinate..

  11. # Libero

    “Er pomata”, ma tu sei proprio sicuro di non essere anche tu “bruttino”?
    E, anche in caso contrario, l’esser brutto da’ il diritto ad altri di togliere la vita a chi “bruttino” è?