Cerca nel quotidiano:


Bando da dieci milioni: come partecipare

Mercoledì 9 Novembre 2016 — 12:31

All’indomani della firma dell’accordo di programma, siglato al MISE il 20 ottobre scorso, ecco concretizzarsi una tappa importante nel quadro del Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale (PRRI). Sono infatti in arrivo i 10 milioni di euro messi in campo dal Ministero e gestiti da Invitalia. Il bando appena uscito mette questi fondi a disposizione delle iniziative imprenditoriali, che saranno realizzate a Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo.

Ecco nel dettaglio le modalità tecniche per aderire al bando di Invitalia:

1. Beneficiari
Tutte le società di capitali, incluse le cooperative e le società consortili

2. Le iniziative ammissibili (non inferiori a 1,5 milioni di euro):
a) realizzazione di programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione;
b) incremento degli addetti dell’unità produttiva oggetto del programma di investimento.

3. Settori ammissibili:

1. Estrazione di minerali da cave e miniere;
2. Attività manifatturiere
3. Produzione di energia
4. Fornitura di servizi alle imprese
5. Attività turistico – ricettive

Nell’ambito delle attività ammissibili sono considerati prioritari questi ambiti:

1. Industrie alimentari
2. Fabbricazione di prodotti chimici
3. Fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature)
4. Fabbricazione di computer e di prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e di orologi
5. Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature
6. Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
7. Fabbricazione di altri mezzi di trasporto
8. Altre industrie manifatturiere
9. Riparazione, manutenzione ed installazione di macchine ed apparecchiature
10. Produzione di energia elettrica
11. Fornitura di vapore e aria condizionata
12. Attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali
13. Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti
14. Alloggio
15. Attività di direzione aziendale e di consulenza gestionale
16. Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi cliniche
17. Ricerca scientifica e sviluppo
18. Altri servizi di sostegno alle imprese

4. Tipologie:
Le agevolazioni sono concesse in forma di contributo in conto impianti, di contributo diretto alla spesa e di finanziamento agevolato.
Il finanziamento agevolato concedibile è pari al 50% degli investimenti ammissibili;
il contributo in conto impianti e l’eventuale contributo diretto alla spesa sono complessivamente di importo non inferiore al 3% della spesa ammissibile.

5. Modalità e termini di presentazione delle domande
Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 6 febbraio 2017 fino alle ore 12.00 del 7 marzo 2017 ad Invitalia su appositi modelli reperibili su www.invitalia.it . Nella sezione “Invia la domanda” è disponibile una guida dettagliata per la compilazione della domanda.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # pepe

    ma chi volete che venga a investire a livorno i falsi imprenditori che promettono come rossignolo e dopo aver preso il più possibile tornano a casa oppure le varie multinazionali che sfruttano il momento e poi vanno all’estero come delphi , trw inalfa , brc e un elenco infinito sono solo illusioni

    1. # Luigi

      Purtroppo hai ragione, anche perché molti livornesi hanno poca voglia di lavorare …. vedi Ikea che sceglie Pisa e molti altri casi