Cerca nel quotidiano:


Basket, volley, calcio a 5 e tanto altro. Al via i lavori per il Villaggio Sportivo Oltremare

Ecco cosa sorgerà nell'area (ex sito industriale “Silicati-Montecatini” di via delle Sorgenti). Si stima la fine lavori nell'arco di 6 mesi. La parola a Vullo, Zanotti, Magnani e Fremura

Mercoledì 14 Luglio 2021 — 17:47

Mediagallery

di Lorenzo Evola

Amicizia, passione per lo sport, una memoria da preservare, un’idea, un progetto per il futuro. È da questi concetti che nasce il “Villaggio Sportivo Oltremare”, uno spazio dedicato non solo allo sport ma anche all’aggregazione che giovedì 15 luglio vedrà l’inizio dei lavori di costruzione. L’iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa da Francesco Vullo, coordinatore del progetto, Nicola Zanotti e Claudio Magnani, soci operativi, Attilio Fremura, direttore commerciale, oltre a vari esponenti del mondo sportivo livornese, alla presenza del sindaco Luca Salvetti e del delegato provinciale Coni Livorno Giovanni Giannone.
Muovendo dal recupero dell’ex sito industriale “Silicati-Montecatini” di via delle Sorgenti, 215 (che accoglierà la nuova area), il Villaggio si pone allo stesso tempo due obiettivi fondamentali: completare l’offerta sportiva della città, integrando la zona sportiva a Sud – già caratterizzata dalla presenza dello stadio, dei palazzetti e del campo scuola – e, in particolar modo, riqualificare il quartiere Sorgenti. L’area conta una superficie complessiva di 13000 metri quadri di piazzali e capannoni industriali, in parte già destinati allo sport, in parte ancora da convertire. Oltre alla tensostruttura in legno lamellare adibita al basket, al volley e al calcio a 5 verranno riutilizzati gli ambienti della vecchia Direzione per ospitare la Club House, con una meeting room, il bar/ristorante (al piano terreno), e gli studi di medicina specialistica (primo piano). Il vecchio opificio ospiterà invece una palestra di 160 metri quadri, allestita per la danza e i corsi di ballo, la scherma e gli sport di tatami. Previste inoltre sala pesi e sala cardio, con accesso ad un’area dedicata a benessere e fisioterapia, oltre alla sala olistica dedicata allo yoga e alla ginnastica dolce. È già stato individuato, inoltre, il capannone da destinare alla scuola di pugilato e alle altre discipline da combattimento, mentre in adiacenza allo Sport Shop tematico, spazio a quello che è a tutti gli effetti lo sport del momento, il padel. Promosso, infine, un progetto che vedrà la costruzione di un palazzetto dello sport da 1000 posti, in grado di contenere due campi da basket per allenamento e uno grande per le competizioni nazionali. “Questo è un progetto che riteniamo importante non solo per il quartiere, ma per tutta la città – esordisce Francesco Vullo – un grande lavoro iniziato due anni fa, insieme ai miei soci, e che domani vedrà l’inizio concreto, con i primi interventi. Contiamo di terminare il tutto in tempi relativamente brevi, all’incirca 5-6 mesi massimo. Il concetto che sta alla base di questo progetto è quello dell’aggregazione, l’aggregazione di persone e di personalità sportive di livello che permette di trasmettere al meglio le conoscenze delle varie discipline. La novità più interessante riguarda il basket 3×3, diventato nel frattempo sport olimpico e che sarà praticato all’interno del Villaggio, grazie anche alla collaborazione dell’U.S. Livorno”. “Quello che vorremmo creare è un vero e proprio centro commerciale sportivo – dichiara invece Claudio Magnani – ovvero uno spazio nel quale le famiglie potranno spendere l’intera giornata, perché, non solo i ragazzi, ma anche gli adulti potranno fare sport (previsti infatti corsi ad hoc per le attività agonistiche), oppure effettuare terapie mediche, rilassarsi, pranzare. Un nucleo familiare, quindi, troverà tutti i servizi e le strutture di cui ha bisogno. Ci tengo poi a sottolineare la visione “Green” adottata dal Villaggio – che grazie all’utilizzo dell’impianto geotermico a terra di nuova generazione e alla tecnologia fotovoltaica, sarà a emissione zero – oltre all’adesione all’iniziativa “Livorno Amianto Free” promossa dal Comune di Livorno”.

Riproduzione riservata ©