Cerca nel quotidiano:


Il bike sharing è realtà.
Le tariffe

Nogarin: "Vogliamo disincentivare l'uso delle auto e dei ciclomotori. Amplieremo il numero di postazioni e disegneremo un nuovo percorso ciclabile"

giovedì 09 giugno 2016 15:19

Mediagallery

di Filippo Ciapini

E’ stato inaugurato, nella mattinata del 9 giugno, il nuovo servizio di Bike Sharing che permetterà ai cittadini di noleggiare le biciclette. Sono 7 le postazioni, per un totale di 54 cicloposteggi. Oltre alle vecchie cinque stazioni (piazza Dante, piazza della Repubblica, piazza Cavour, piazza del Municipio e piazza Mazzini) è prevista la realizzazione di due ulteriori postazioni: una nei pressi dell’ingresso del Poliambulatorio (viale Alfieri) e l’altra all’interno del Parcheggio Libertà (via della Libertà), in prossimità del raccordo con la pista ciclabile. “E’ un intervento che non può rimanere isolato, è il primo di una lunga serie”, dichiara il sindaco Filippo Nogarin. Il servizio si baserà sull’utilizzo di una semplice tessera che si potrà ritirare nella struttura della società Tirrenica Mobilità posta all’interno del parcheggio dei 4 Mori, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 18, oppure consultando il sito www.bicincitta.com.
La card, una volta caricata, dovrà essere appoggiata sulla colonnina della bicicletta. Dopo la conferma, con 3 “bip”, sarà possibile sollevarla ed utilizzarla. Per quanto riguarda le tariffe la prima mezz’ora sarà gratuita, la seconda costerà 90 centesimi, mentre la terza 1.50 euro . Sarà inoltre possibile sottoscrivere abbonamenti giornalieri (“4FORYOU” al prezzo di 5 euro: 4 ore di utilizzo), settimanali al prezzo di 10 euro ed annuali con sconti per gli studenti (25 euro invece di 35). Per ulteriori informazioni è possibile scaricare l’applicazione “Bicincittà”. “Vogliamo disincentivare l’uso delle auto e dei ciclomotori. Amplieremo il numero di postazioni e disegneremo un nuovo percorso ciclabile”, ha concluso il primo cittadino.

Riproduzione riservata ©

60 commenti

 
  1. # mario1

    Bei miei soldi, con le strade che somigliano a mulattiere, bel capolavoro!! saranno con ammortizzatori rinforzate!!! ho saputo pure che anche a Roma i pentastellati vorrebbero fare qualche funivia!!! chissà passando sopra il colosseo e così via!!! sarà una loro stella ideologica, come tutte le loro, inadeguate e prive di un risultato, vedasi la nostra povera città, e sono due anni, non ci sono più scuse adesso.

    1. # Alla Frutta

      Mario la penso come te… bei mi vaini.. la prenderanno in 3 (di cui uno non pagherà, il sindaco) e saranno mirino dei disfattisti. Pisa e Lucca sono mille anni luce avanti a noi a livello turistico. Prima levate telecamere e ztl per far accedere chi spende nei rioni dove ci sono i locali loi pensate al turismo.

  2. # orso

    Che bella coppia…

    1. # MACHEPAL....

      MA POSSIBILE CHE OGNI VOLTA CHE SI PRONUNCIA IL NOME NOGARIN A QUALCUNO GLI VENGONO LE BOLLE? SERVITEVI DI QUESTA RUBRICA PER COMMENTI INTELLIGENTI E COSTRUTTIVI ALTRIMENTI LE VOSTRE STERILI CONSIDERAZIONI DA CONIGLIO (NASCOSTI DIETRO UNA TASTIERA) LASCIANO IL TEMPO CHE TROVANO, SE NOGARIN NON TI PIACE TE LO TIENI LO STESSO E COMUNQUE SIA E’ IL TUO SINDACO TE LO TIENI E PORTAGLI RISPETTO.

      1. # Aldo

        Il rispetto va guadagnato. Trovo alquanto deprimente augurare di nuovo un’opera che c’era già.

        1. # Amareggiato

          Anche se non ti garba… te lo tieni e zitto!!!

      2. # orso

        Te ti chiami machepal ?Allora stasera coniglio arrosto a volonta’,con lettere maiuscole di contorno.

      3. # orso

        Io non pronuncio neanche il nome del TUO sindaco di Castiglioncello,non ho nessun obbligo di rispettare chi amministra male,come e peggio degli altri che lo hanno preceduto,la citta’ anche con le MIE tasse.E figuriamoci se rispetto il primo… arrivato che blatera qualcosa solo perche’ martella un po’ sul tasto delle maiuscole.Mi sembra le bolle siano venute a te.

      4. # elit

        Non mi piace perché non sta facendo niente di costruttivo. Il servizio di noleggio bici è fallito con la vecchia amministrazione. Se vuoi incrementare i servizi pubblici e lasciare la macchina il sindaco deve mettere a punto i parcheggi scambiatori che c’erano già anni fa e poi sono stati abbandonati. Livorno non è Pisa o Lucca o Siena, la bicicletta a noleggio serve a poco. In due anni non è stato in grado nemmeno di riparare il ponte Santa Trinità! Mi dispiace molto ma Nogarin ha perso una occasione unica e irripetibile!

      5. # Alla Frutta

        Vai a pronunciarlo a quelle centinaia.e centinaia.di dipendenti AAMPS che si sono visti decurtare del 66%.la quattordicesima grazie alla sua mossa oppure alle numerose ditte chiuse o in rovina che vantavano i soldi dalla stessa AAMPS e sono con un pugno di mosche in mano. Già te la tua quattordicesima e il tuo stipendio lo prendi tutto, caa te ne frega di vell’altri…. evviva la solidarietà verso la classe operaia….

    2. # ugo

      quale dei due è peggio?

  3. # ugo

    quanto durerà?

    1. # MAIROSSO

      Quanto un gatto sulla FI-PI-LI… iniziate a fare il conto alla rovescia…. bei mi soldi sprecati…

  4. # ugo

    ben in una delle città che ha una della più alte densità di scooter si affittane le bici… prima hanno fallito e loro?

    1. # carla

      Caro Ugo ma prima di fare la nuova versione avranno parlato con Lamberti Cosimi e Kutufà; ve li ricordate a Granducato quando arrivarono al gazebo??

  5. # Walter

    Un altro modo per buttar via soldi, e’ inutile riprovarci.

  6. # orso

    E bei mi’ vaini…
    Tra bici a noleggio e profughi in albergo e’ proprio un piacere vedere dove vanno le nostre tasse…
    In compenso a Livorno abbiamo un fiore all’occhiello :il nuovo ospedale voluto caparbiamente dal sindaco di Castiglioncello….D’altronde se si scopre la bici nel 2016 ,per l’ospedale si puo’ anche aspettare due o trecento anni…

  7. # orso

    Vuole rallentare il corso del traffico automobilisco ?Quello gli riesce bene,basta costruire una decina di rotonde tipo quelle degli Scali ,et voila’, il gioco e’ fatto…
    Che geni abbiamo,se a Roma sapessero a cosa vanno incontro finirebbero per rimpiangere perfino il “Mondo di Mezzo”…

  8. # cappuccino

    Però, per le iniziative inutili c’è da dire che Nogarin è un grande!

  9. # cuorelabronico

    Sarebbe utile di dotarli di seggiolini per bambini.
    Poi Ugo quanto durerà? quello dipende dai cittadini (LIVORNESI e NON LIVORNESI) e dal rispetto dei beni comuni.

  10. # Chicca

    E le vecchie perché non sono mai partite?che fine hanno fatto?

  11. # Giacomo

    Gentile Vece; sono a favore dell’iniziativa ma mi dispiace rilevare che a mio modesto parere di viaggiatore c’è stato un bell’errore di progetto anche stavolta. Uno dei target dovrebbero essere stati i turisti, cosi da farli fare una bella pedalata verso il mare e magari verso il Museo Fattori, ma il meccanismo a “card” che deve essere rilasciato da un ufficio non può funzionare con il turista di passaggio (l’ufficio ha orari e non è ubicato in una zona di passaggio). All’estero i bike sharing funzionano con il semplice passaggio di una carta di credito, che identifica il possessore e permette il calcolo della tariffazione una volta ripassata la carta allo stallo di deposito. Di contro, i Livornesi sono e saranno a lungo refrattari all’iniziativa, perché molti hanno una propria bici e non intendono sottostare ad abbonamenti aggiuntivi. Oltre al fatto che con questa velocità nei lavori pubblici le piste ciclabili ci saranno tra 15 anni.

    1. # morgiano

      Guarda che lo scopo non è far utilizzare le bici al posto, auto, bus, city-sightseeing, taxi ecc.! Lo scopo è quello di pavoneggiarsi, tagliare nastri, farsi fotografare ed altre amenità modaiole, ed al tempo stesso mantenere le rendite di posizione di bus, city-sightseeing, taxi ecc.!

  12. # PERPLESSO

    DOVEVANO FARE UN PREZZO POLITICO E NON SCAGLIONATO COME I PARCHEGGI 30 CENT ALL’ORA ERA L’IDEALE E LA CARD 5 EURO…
    L’ALTRO BIKE SHARING E’ FALLITO.. VOGLIO VEDERE QUANTO DURANO LE BICI..
    E POI NON C’E’ NEMMENO UN ATETTOIA PER RIPARARLE E NEMMENO LE TELECAMERE.
    MI DISPIACE NOGARIN HAI FATTO L’ERRORE DI COSIMI

  13. # Zefirus

    Pura utopia… altri soldi gettati ….

  14. # Rinascita Marxista

    Bella idea, visto che non è tanto chiaro come funziona il servizio. Posso prendere la bici da piazza della Repubblica e lasciarla a quella della stazione o devo sempre riportarla a quella di piazza della Repubblica?

    1. # IL PROFETA

      Ho votato Nogarin sperando di vedere novità e non più l’egemonia della sinistra populista ma non è cambiato nulla anzi è tutto peggio di prima; questo sindaco è simpatizzante comunista, ho visto che su Facebook ha messo dei like a foto inerenti, se l’avessi saputo non l’avrei votato. Le foto poi con certi esponenti di quello schieramento parlano chiaro e fanno quadrare il cerchio……..!!!!! Poi è sempre fissato con il Livorno calcio ma dico io è un problema il pallone ??? Se si, è indubbiamente secondario !!!
      Per non parlare della proposta ridicola di intitolare una via a Ernesto Guevara 😀 E’ populismo di livello massimo per ingraziarsi la fascia di popolazione più ignorante e incompetente. Ora ha messo queste bici socialiste, che possono essere usate da tutti, COSI’ VI DISTRAE DAI VERI PROBLEMI, CHE NON HA RISOLTO….

      La prossima volta, per non sbagliare, voto a destra.

  15. # leonardo

    non sono soldi del comune ma della ditta che gestisce il tutto , qui come in altre città. Piuttosto è assurdo andare fino al porto per fare la tessera

  16. # Mauro

    I discorsi li porta via il vento, le biciclette………

  17. # la formica

    Arieccolo; ma quando lo fa il Sindaco ? Allora è vero? Non lo sa,ma qualcuno glielo dica.

  18. # sandro

    Ci sono altri commenti a sfavore di Nogarin? Boia de’ quanto brontolate…sembrate delle vecchie zitelle!

    1. # L Omo cronometro

      De Sandro, CI PIACE VINCERE FACILE! Bonci Bonci Bo Bo Bo
      Forza sindao siamo all urtime foto…da sindao è.

  19. # Spazzino(operatore ecologico)

    Altro SELFIE perché non invitavi all’inaugurazione anche i dipendenti AAMPS ai quali hai fatto perdere anche i due tersi della quattordicesima con la tua buona amministrazione

    1. # MAIROSSO

      Il top è che non pagano gli stipendi e poi vanno avanti col porta a porta che, oltre a ridurre la città ad una discarica a cielo aperto, costa di più (avevo letto 5/6 milioni a regime) e necessita di più addetti…
      Ma tanto se non prendono lo stipendio magari conviene no?

  20. # Sofia

    A me l’idea piace, ma non vi vorrei dire che si comincia male: al Park Libertà non c’è nemmeno una bicicletta!! Le hanno messe tutte in piazza del Municipio? Se uno volesse prenderla domattina per andare in centro non può farlo …
    Inoltre, come posso essere certa al ritorno di trovarne almeno una disponibile? Ogni quanto le varie stazioni vengono rifornite? Mica si può aspettare che casualmente qualcuno ne riconsegni una… Qualche spiegazione in più potevate anche darla!!!

  21. # storia si ripete

    La storia si ripete, stavolta come fece la vecchia Amministrazione provano a a mettere le bici a noleggio, fra un pò le vedremo alla ex Pirelli ad ammarcire come finirono le altre…. perchè:
    esco di casa, prendo il bus con il biglietto, cerco la bici, pago il ticket, dopo riprendo il bus con altro biglietto.. quanto spendo alla fine? me la compro e risparmio

  22. # MAX

    Ma se inVece andasse a lavorà insieme a Nogarinne, magari in bicigretta?

    1. # elit

      ben detto!

  23. # Fabio 69

    Un altra delle tante cavolate di noga & company

  24. # Fulmine

    Che quelli del PD avrebbero mal digerito la M5S era scontato ed anche comprensibile …. Però così rischiate l’infarto .. Cavolo come ci soffrite !!!! Sempre a parlare di questi due anni perché non parlate dei settanta prima di questi due ????? Che fra l’altro sono quelli che hanno ridotto la nostra città in questo modo !!!! E poi se vi contate sarete si è no una decina a fare sempre questi discorsi …. Poco costruttivi ……

    1. # orso

      Quelli di prima erano gia’ tremendi,verissimo.E” una buona ragione per essere contenti se adesso sono addirittura peggio?

    2. # Morchia

      Stiamo commentando l’articolo che parla di una delle poche ma mirabolanti iniziative di questa giunta, mi dici cosa c’entrano i passati 70 anni?
      Mi piacerebbe che i Romani leggessero Quilivorno per capire qual è l’approccio per qualunque cosa: è colpa di quelli di prima.

    3. # fabio1

      Come di ci tu ci sono quelli che “rodono” (ancora? Dopo due anni?) e quelli come te che (peggio) guardano solo il passato. È stato fatto il cambiamento di bandiera perché chi c’era prima non ha fatto bene. Chi c’è ora deve guardare al passato per un futuro migliore, non per avere risultati pari ad un elettroencefalogramma piatto o ripetere con soddisfazione (ancora peggio) gli stessi errori fatti di chi c’era prima. Fulmine (ma sarebbe meglio Lumaca) le critiche ci sono se c’è qualcosa che non va; leggi anche tutti i commenti delle persone deluse facenti parte del 19% di livornesi che due anni fa hanno scelto M5S.

      1. # orso

        Io ad esempio il 5s lo avevo scelto alle politiche, mi aveva già deluso l’approccio in Parlamento ed al ballottaggio mi astenni. L’ostilità per il 5s è venuta dopo perché non sano governare e mi sono reso conto che lo zoccolo duro è composto da fanatici pericolosi, veramente plagiati come gli adepti di una setta. Povera Italia se un questi dovessero mai arrivare al governo.

  25. # gerlo

    Che tristezza……due che si compiacciono di inaugurare il nulla….povero Casaleggio se potesse vedere

  26. # mario graziani

    sul sito BICIINCITTA tra i comuni coinvolti NON c’è Livorno.
    Cosa ha inaugurato il Signor Nogarin?

    1. # Sofia

      Si, c’è: vai all’indirizzo http://bicincitta.tobike.it/frmLeStazioni.aspx e cerca alla L nella tendina. Viene fuori la cartina e ti dice per ogni stazione quante bici ci sono.
      Comunque concordo che il sito è fatto malissimo, veramente dilettantesco. E’ un bel servizio, potrebbero valorizzarlo meglio!

  27. # monica

    Prezzi CARI ASSERPENTATI …. vedrai in quanti le useranno … ZERO PERSONE

  28. # Enrico

    Soldi pubblici buttati nel cesso! Intanto i lungo fossi sono diventati strade sterrate con buche paurose i portici in via grande sembrano una città del terzo mondo i turisti sono accolti da una agghiacciante rotonda ai 4 mori con vomitevoli sparti traffico di plastica rossa e bianchi sempre in costruzione manco fosse una piramide egizia per non parlare di sporcizia e degrado ovunque ! Complimentoni davvero

  29. # Dubbioso

    Domando : le biciclette la notte vengono “ricoverate” ( come di regola in altre città europee ) al riparo di vandali e intemperie,oppure vengono lasciate nelle postazioni ?

  30. # ale

    Questa idea non è poi tanto innovativa,i vecchi amministratori ci avevano già provato tramite Atl con i motorini elettrici a noleggio e i porter.
    Tutto finito in un bolla di sapone.. Sperare in una diverso risultato lo ritengo pura utopia.
    Una cosa è certa si gettano al vento soldi

  31. # Robespierre

    Sarebbe il caso di sistemare le rastrelliere per bici della stazione, sono in condizioni miserabili e risaltano ancora di più accanto alla postazione di bike sharing, della cui utilità dubito fortemente. Sono costretto ad utilizzare la bici tutti i giorni per raggiungere la stazione, in un anno me ne sono state rubate 2: se si vuole davvero incentivare la mobilità alternativa la soluzione del bike sharing mi pare destinata ad un sicuro declino in tempi brevi (vedi precedente esperienza).

  32. # Dilvo

    Troppo caro ..vado in citta mezza giornata e pago 5 euro..bell’incentivo..con i soldi che non prendete…fate in modo che diventi un euro…
    Poi si ragiona.
    Altrimenti un bel parcheggio gratis di auto con le rastrelliere per bici cosi quando vengo lascio la macchina li’ e prendo la mia bici…

    1. # Antonio

      Posso capire chi dice che non sia una soluzione valida per Livorno etc etc, ma non capisco bene questi commenti sui prezzi elevati.
      Faccio un esempio: se abito vicino alla stazione e devo andare in città, diciamo in via grande, prendo la bici alla stazione e arrivo in piazza del municipio. Quanto tempo servirà, 15 min? Allora lascio la bici alla rastrelliera del municipio e non pago niente (la prima mezzora è gratis).
      Poi faccio le mie cose in centro, posso starci anche tutto il giorno, e per tornare a casa prendo un’altra bici al municipio e torno alla stazione, altri 15 min (sempre gratis).
      Totale: 0€.
      E se proprio sforo la mezz’ora, pago 90 centesimi.
      Non mi sembra caro. Molto meno del bus.
      Oppure ho capito male?

      1. # Giacomo

        Hai capito bene e hai fatto bene a puntualizzare, volevo farlo io. Speriamo che la comunicazione dell’azienda e del Comune sia ben efficace su questo punto, per sensibilizzare all’uso, perché già come dicevo sopra secondo me il Livornese è geneticamente refrattario, se poi la prima impressione è anche che sia “CARO ASSERPENTATO” allora purtroppo sarà davvero un fallimento totale.

      2. # mah...

        Il servizio è praticamente gratuito. Casomai devi mette in conto di fare la tesserina (alla quale è legata la Carta di Credito sulla quale sono effettuati gli addebiti) che non si sa se ha un costo oppure no, e la prima ricarica obbligatoria di 5 euro. Può darsi che la tesserina (ma non è chiaro) costi 5 euro ma che sia carica per 5 euro di pedaggi…

    2. # Graziella59

      e quando torni l’indomani a prenderla ci trovi un bel bigliettino: grazie della bici

  33. # Ivano Falchini

    Carissimo “FULMINE” vorrei farti notare che sarebbe il caso tu ti studiassi un po’ di storia di Livorno ed anche patria. Parli di 70 di malcostume politico, ti rammento che il PD c’è stato solo per l’ultima amministrazione Cosimi, in precedenza c’era stato il PDS e prima ancora i DS: dal 1943 al 1991 c’era il PCI, che mi sembra molto ma molto diverso dagli altri soggetti, non parliamo poi del PD. hai presente in che situazione fosse Livorno alla fine della guerra? E quanto hanno fatto le sue amministrazioni con imprese, operai e cittadini livornesi per portarla nuovamente ad essere una città “viva”? Furio Diaz, Nicola Badaloni, Bino Raugi non dovrebbero esser assolutamente messi in discussione figurati se trattati come qualcuno oggi li tratta, per ignoranza.

  34. # teseo

    L’esperienza di piazza Cavour non è bastata? Si continua con queste sparate demagogiche… A Livorno NON può funzionare, visto l’alto tasso di microcriminalità impunita, caro Nogarin. La tua è solo demagogia. Vai a Verona a vedere come il meccanismo è perfetto, anche perché nessuno si sognerebbe di distruggere i bike-sharing. Se NON PUOI farlo, non lo fare. Non buttar via ancora una volta i soldi del contribuente per demagogia.

  35. # ross

    Ma è Fantastico! Faccio un esempio: Antonio che sta alla stazione prende una bici e va in centro, ci impiega 15 minuti, va al municipio e lascia …..no!ci sono le postazioni occupate,che fa Antonio? Va a fare compere con la bici e arriva in piazza Cavour, lascia ….no! Nessuno ha preso la bici e non ci sono posti, che fa Antonio? Torna in bici alla stazione, fra viaggini e compere sono passate 3 ore, un affare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive