Cerca nel quotidiano:


Scuola e opere pubbliche, 450 milioni per il 2019

Tra i settori di investimento c'è quello relativo ai lavori pubblici: 46 milioni di euro in tutto, di cui 2 milioni per il parco della Ceschina

Venerdì 1 Marzo 2019 — 07:59

Mediagallery

Nella seduta di giovedì 28 febbraio il consiglio comunale ha approvato a maggioranza il Bilancio triennale di previsione 2019-2021. Un bilancio che, per l’anno in corso, prevede una spesa complessiva da oltre 450 milioni di euro.

“Nonostante si sia dovuto fare i conti con minori entrate a livello nazionale e regionale – sottolinea l’assessore al Bilancio, Valentina Montanelli – siamo riusciti a chiudere un bilancio di previsione che mantiene inalterati i servizi ai cittadini, moltiplica gli investimenti sulla scuola, garantisce un piano di lavori pubblici da 46 milioni di euro e sostiene con determinazione le spese sempre crescenti nel settore cultura. Questo è stato possibile, senza aumentare la pressione tributaria ai cittadini, grazie a un lavoro puntuale di razionalizzazione dei costi e di recupero dell’evasione fiscale”.

Scuola – Per il 2019 l’amministrazione ha messo in preventivo una spesa complessiva da 15,4 milioni di euro per edilizia scolastica e manutenzioni scolastiche. Dalla realizzazione di nuovi edifici scolastici, alla manutenzione ordinaria e straordinaria. A queste due ultime voci sono stati destinati rispettivamente 1,6 milioni di euro e 2,6 milioni.

Opere Pubbliche – Il secondo grosso settore di investimento è quello relativo ai lavori pubblici: 46 milioni di euro in tutto, di cui 2 milioni per il parco della Ceschina, 1,8 milioni per il restyling dei portici di via grande, 1,8 milioni per la manutenzione di strade e marciapiedi e 1,5 milioni per il completamento di piazza del Pamiglione.

Cultura-  A febbraio 2019 il nuovo Museo della città ha fatto registrare 18.374 visitatori cui si aggiungono oltre 150mila utenti della biblioteca allestita presso i Bottini dell’olio. L’imposta di soggiorno, lo scorso anno, è arrivata a 556.387, a fronte delle 351mila euro di due anni fa. Per questo l’amministrazione ha deciso di investire oltre 2 milioni di euro per continuare a garantire la progressiva espansione di questo settore.

Sociale – Confermati i finanziamenti per i servizi alla persona erogati nel 2018, dai contributi per l’assistenza domiciliare a quelli per l’abbattimento della Tari alle famiglie in difficoltà.

Riproduzione riservata ©