Cerca nel quotidiano:


Bimbo si punge con un ago di una siringa

Il piccolo è stato trasportato al pronto soccorso dove sono stati eseguiti gli esami di routine per evitare il rischio di contagio di ogni tipo di malattia infettiva. Area bonificata da polizia municipale e Aamps

Lunedì 26 Marzo 2018 — 08:13

Mediagallery

Momenti di paura per una mamma che ha chiesto l’intervento del 118 dopo che suo figlio piccolo, di appena due anni, si è punto con un ago di una siringa mentre giocava in piazza della Vittoria vicino ai gradoni dell’ingresso laterale (lato piazza Attias) della chiesa di Santa Maria del Soccorso. Il tutto è accaduto domenica 25 marzo al mattino, quando il piccolo ha iniziato a piangere a seguito di una bucatura subita per colpa di un ago con il quale si era ferito. Il bambino è stato trasportato al pronto soccorso da un’ambulanza della Misericordia di via Verdi.
Una volta in ospedale al bambino è stata applicata la procedura di routine, che si utilizza in questi casi, con tanto di analisi di ogni tipo per scongiurare qualsiasi contagio di malattia infettiva. Sul posto si sono portati gli agenti della polizia municipale i quali hanno transennato l’area e hanno rimosso, con l’aiuto degli operatori di Aamps intorno alle 11,30 del mattino, gli aghi trovati sul posto. “Si trattava – spiegano dal comando della polizia municipale – di tre grossi aghi utilizzati per il catetere intravenoso, come scritto sulle confezioni degli stessi trovate per terra”. In sostanza si tratta di ago cannula con i quali spesso i tossicodipendenti sono soliti iniettarsi, spiega chi è esperto in materia, sostanze stupefacenti.

Riproduzione riservata ©

18 commenti

 
  1. # Maah

    Ora è possibile che in pieno centro le forze dell’ordine non siano in grado di “ripulire” un parco cittadino? Solo perché da sempre frequentato da drogati (anche in pieno giorno) e possessori di cani di razze pericolose non è giustificabile che una città non riesca a limitare o eliminare questi fenomeni. Lasciare la bici legata anche solo per attimi è un gioco d’azzardo. Ma stiamo scherzando??? Si deve pungere un bambino davanti ad una chiesa perché intervengono con le pulizie dovute “comunque”? Che i drogati non hanno rispetto di niente e nessuno (di loro stessi in primis) è risaputo. Intanto cominciate a mettere le telecamere promesse… Ma non “due”… Così magari Intanto si spostano…..

  2. # Stalino

    purtroppo chi ha la mia eta’ l’eroina la conosce,credevamo fosse sconfitta,invece c’e’ un preoccupante ritorno di queste sostanze

  3. # Carlo

    quando le piazze ed i parchi saranno controllati dai vigili urbani o dalle guardie private ? anche la notte …!!!! personalmente pagherei èpiù tasse per avere una sicurezza maggiore.

  4. # Marco

    Quell’area che sarebbe una splendida area verde pubblica è ricettacolo di gentaglia. Tra tossicodipendenti e i rispettivi cani molossidi lasciati liberi ovunque che sporcano e che rovinano il prato creando un motaio e situazioni a rischio è diventata un’area che fa solo schifo. Mi domando come fa Livorno ad andare bene se la realtà diffusa è la totale assenza di cultura e rispetto.

  5. # Merckx

    Per motivi personali sono spesso a Bruxelles….direte voi..” beh..Bruxelles città simbolo dell’Europa…voi mette Livorno !” ..qui i parchi sono controllati costantemente da “guardaparchi” ..giubba verde ..fischietto e telefonino per contattare la polizia ( sempre presente sul territorio )…cani sguinzagliati…buini..venditori di cianfrusaglie non se ne vedono..non è che ci vogliono enormi risorse…solo un po’ di buona volontà da parte di chi ci amministra..

  6. # Giovanni

    Il problema non sono le forze dell’ordine, che per il numero che sono fanno fin troppo.
    Il problema persisterà fino a quando non ci sarà la certezza della pena per chi spaccia, qualsiasi tipo di droga.
    Qui arresti uno per spaccio, tempo mezz’ora te lo ritrovi nel solito parco che spaccia nuovamente.
    E se io fossi un poliziotto alla seconda volta che arresto il solito tipo, rischiando anche, me ne sbatterei altamente.

  7. # Annalisa

    …..un piccolino si buca con una siringa e la colpa è dei cani???
    sono i cani che si drogano???
    ben venga piu controllo, favorevole a chi non pulisce la deiezioni dei cani, a chi lascia fogli di merendine e bottiglie a terra, agli umani che urinano nelle siepi……non è sempre e solo colpa dei cani…e casomai dei padroni….

    mi auguro che il piccolo stia bene!!!

  8. # Riccardo

    In risposta a un commento fuori luogo…non vedo cosa ci sia di attinentene con degli aghi i cani di razze “pericolose” semnai se si deve far riferimento ai cani deve dire di quei padroni che lasciano sciolti i propri cani fuori dai recinti anche se cani”non pericolosi”chi ha certi tipi di cane conosce perfettamente come comportarsi.

  9. # Riccardo

    L’unica cosa che dovrebbe essere fatta più controlli per chi lascia i cani liberi fuori dei recinti di qualsiasi razza o misura i padroni che non raccolgono che le cacche dei propri cani chi lascia grossi rifiuti nei cestini chi lascia incarti di merendine bottiglie fogli e tutto il resto chi orina sui muri alberi insomma chi non si comporta civilmente

  10. # beppe

    non dite di vivere in un paese normale…

  11. # Liv61

    ma lo sai cosa è il soggetto? l’ articolo parla di siringhe nei parchi, non di cani che scagazzano qua e là.
    Comunque d’accordissimo sulle telecamere e la certezza della pena.

  12. # #UnoACaso

    Vicino ad i fatti di cronaca, vedo sempre più spesso commenti del tipo “servono più vigili.. più polizia ecc”.
    A parte il fatto che è impensabile avere un tutore dell’ordine ad ogni angolo (forse qualcuno si dimentica che, anche loro, fanno i turni lavorano X al giorno ore come tutti… fatevi due calcoli….).
    Davvero volete militarizzare una città ? Davvero volete un viglie and ogni angolo ? Poi la macchina in doppia fila non si può lasciare eh… poi se la carta va aterra invece che nel cestino o non si attraversa sulle strisce arriva la multa. Non lamentatevi……
    Io credo che sarebbe meglio “crescere” come società. Essere i primi a comportarsi bene ed insegnarlo ad i propri figli.

  13. # Vezio

    Quindi sono utili i controlli delle FF.lo. sulle piazze della città, anche quando sequestrano 0,00001 grammi di fumo

  14. # Spartaco

    La colpa è dei cani?

  15. # Tito

    Io in piazza ci abito, e posso dire che controlli non ce ne sono. Sapete quando vengono i “ vigilini” in piazza??? Quando c’è da fare le multe ai padroni dei cani senza guinzaglio. Poi basta, se non qualche volta per fare le multe alle auto senza “ M”, o parcheggiate in divieto, ecco quando vengono. E gli spazzini?? Vogliamo parlare di loro?? Svuotano i cestini, cambiano la busta, e via… pulizia in terra??? Seee, spazzo meglio io a casa mia. Allora finché non si aggiustano queste cose, ma dove vogliamo andare?? Se siamo tornati al buco con l’eroina, il motivo credo sia facile; costa meno. Il discorso “ cani” non c entra niente, come qualcuno ha tirato fuori. Qui si sta parlando di mancanza di manutenzione delle piazze, mancanza di controllo, di sicurezza , di pulizia. Caro sindaco, non pensare solo agli stalli blu.

  16. # Salvatore

    Domenica, Terrazza Mascagni, alcune transenne poste al centro poi “scansate” per far passare biciclette, skate, pattinatori folli….Intorno bambini festanti..!!….Insomma per chi passeggiava, un continuo scansa-scansa comprese le “foto dei padroni” lasciate dai cani!!!!……Bella Livorno che abbiamo………..

  17. # Carlo

    x unoacaso
    questa società non cresce, anzi peggiora ogni giorno. Ecco che quindi necessita di correttivi “militari”. Per le persone per bene una città militarizzata rappresenta solamente più sicurezza e miglior modus vivendi-

  18. # Spartaco

    Io la siringa la infilerei nelle mani di chi non raccatta le deiezioni, però preferisco che mio figlio pesti una deiezione piuttosto che si buchi con una siringa, questo per rimarcare la differenza. Ma la gente i cani ce li deve mettere sempre anche quando non c’entrano (loro non c’entrano mai caso mai sono i padroni)