Cerca nel quotidiano:


Boato in porto, interviene la guardia costiera

Poco dopo le 8 del 14 luglio il boato causato dall'avaria di un generatore a bordo di un traghetto che dopo le verifiche della guardia costiera è potuto ripartire

Mercoledì 14 Luglio 2021 — 17:33

Mediagallery

Poco dopo le 8 il porto è stato scosso da un forte boato. La capitaneria di porto dopo aver effettuato alcuni accertamenti ha appurato, come si legge in un comunicato del 14 luglio, che il forte rumore proveniva da una nave traghetto impegnata nelle operazioni di imbarco di mezzi e passeggeri. Gli ispettori della sicurezza del Nucleo “Flag State” della Guardia Costiera livornese si sono quindi recati a bordo per un’ispezione nel corso della quale è stata appurata l’avaria di un generatore. Accertata la causa dell’evento è stato disposto  il temporaneo fermo del traghetto e l’intervento degli ispettori dell’Ente Tecnico della nave, il Rina Services, per l’esecuzione di una visita specifica per la convalida dei certificati di sicurezza. Al termine della verifica il generatore è stato posto temporaneamente fuori servizio e sono state eseguite con esito positivo le prove di funzionamento degli ulteriori tre generatori in dotazione alla nave. Alle 11,30 circa, dopo aver ricevuto la definitiva conferma che il traghetto era in sicurezza, la capitaneria ne ha consentito la partenza.
La guardia costiera è quotidianamente impegnata a verificare il puntuale rispetto della normativa di sicurezza della navigazione da parte delle navi mercantili, italiane e straniere, che scalano il porto.

Riproduzione riservata ©