Cerca nel quotidiano:


Bugs Bunny chiede la carità: allontanato da Effetto Venezia

Giovedì 4 Agosto 2016 — 06:53

Mediagallery

Chi non ricorda o non riconosce Bugs Bunny, il coniglio della Loonley Tunes nato nel 1938 e poi rimbalzato sugli schermi animati di tutto il mondo sotto il marchio della Warner Bros? Bene durante Effetto Venezia si aggirava una maschera integrale di questo personaggio dei cartoni, un costume con tanto di orecchie e carota. Al suo interno un uomo di circa 40 anni che chiedeva l’elemosina con un barattolo e che nei primi due giorni della kermesse cittadina è stato avvicinato da molti per un selfie o per una semplice foto ricordo del simpatico coniglietto della Warner (nella foto in pagina scattata per noi da Paolo Ciriello).
Ma non è tutto innocuo quello che potrebbe sembrare. Per le nuove norme del testo unico per la pubblica sicurezza è infatti proibito presentarsi completamente mascherati all’interno di manifestazioni pubbliche per non incorrere in sanzioni e in una denuncia penale.
Il Bugs Bunny “veneziano” è stato dunque allontanato e le sue generalità reperite dal personale dell’ufficio competente. Al finto coniglio è stato dunque chiesto di allontanarsi e di non mettere più piede all’interno di Effetto Venezia. E così è stato per il resto dell’evento cittadino.

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # Giovanni

    Sarebbe giusto allora intervenire anche verso le “statue umane” presenti in genere alle feste rionali tutti tinti e vestiti di bianco rivelatosi poi ….. nomadi!

    1. # francesca

      eh infatti… se sono italiani mascherati da statue umane va bene, ma se sono nomadi che si permettono di fare le statue umane allora vanno cacciati!! Ruspa!
      Se anche i nomadi si mettono a guadagnarsi la pagnotta onestamente poi non si sa più contro chi rifarsela.

      1. # Tony

        C’e’ una legge antiterrorismo che va rispettata: italiano, marocchino, africano o nomade che sia, cosa c’entro questo sarcasmo Boldro-Renziano????? Il lettore ha semplicemente evidenziato che coloro che si tingono di bianco sono la maggior parte nomadi senza offendere nessuno! MAH!!!!!

      2. # Egidio

        Che discorsi Francesca! Qui si sta parlando di misure precauzionali antiterrorismo ma non di questioni razziali!

    2. # Gangy-

      Infatti! Hai detto bene!

  2. # antoniop

    Si, va bene ok…sono d’accordo con il Sig. Giovanni. Ma dov’è il valore aggiunto di sapere se sono nomadi o meno? Ok si rivelano nomadi, quindi??? Si potrebbero rivelare anche formiche giganti, quindi??? Cosa cambia??? E’ un aggravante?. Se non si voleva discriminare, bastava fermare la frase alla parola bianco. E’ il puntualizzare che poi sono nomadi, che è un di più….è il Sig Giovanni, che ha spinto l’ago oltre all’argomento “misure precauzionali” non la Sig.ra Francesca.

  3. # John

    Questo governo ha messo in povertà pure bugs bunny.

  4. # stanco di quelli che brontolano

    sig. giovanni, ma è sicuro che sono tutti nomadi quelli che fanno le statue umane?
    Magari se fa una ricerca approfondita potrebbe scoprire che sono anche neri, ebrei, mussulmani, omosessuali….

  5. # Valerio

    Quindi al Lucca Comics niente piu maschere?

    1. # Luca

      Lucca mica ha il livello di delinquenza che c’è a Livorno

  6. # Benedetta Volpi

    Non farei altro che denunciare Bunny