Cerca nel quotidiano:


Buoni spesa, consegnati ticket per 500mila euro a 1531 nuclei familiari

Da lunedì la Giunta stilerà le regole per assegnare i restanti 333mila euro di fondi governativi più una parte delle donazioni arrivate al conto comunale per l’emergenza Coronavirus

Sabato 4 Aprile 2020 — 20:15

Mediagallery

Il primo cittadino coglie l’occasione per ringraziare i dipendenti comunali che in un momento così difficile si sono prestati a lavorare con impegno e in fretta senza risparmiarsi, così come i colleghi della Provincia che hanno collaborato alla distribuzione

Circa 2600 richieste arrivate per mail e allo sportello, tra l’1 e il 2 aprile; 16.663 buoni da 50 euro stampati e punzonati a tempo di record dalla stamperia comunale il 3 aprile; un totale di 500mila euro in buoni già consegnati, tra le 9 e le 20 di sabato 4 aprile in 18 sportelli comunali, a 1.531 nuclei familiari livornesi con i requisiti per ritirarli. Tutte persone che hanno dimostrato di aver perso il lavoro o aver subito gravi danni economici a causa delle misure restrittive da Covid-19 (in allegato la lista dei negozi dove poter spendere i buoni alimentari, elenco che sarà aggiornato e implementato nei prossimi giorni). Si invitano i cittadini a scrivere per sapere se la propria domanda è stata accolta a [email protected].
Unicoop Tirreno, con un comunicato del 4 aprile e la locandina che pubblichiamo qui, fa sapere che oltre ad accettare i buoni ne aumenta il valore del 10%. Occorre rivolgersi al punto ascolto prima di fare la spesa.
Si è svolta con grande celerità, se non addirittura con ritmi frenetici, l’operazione con cui il Comune di Livorno ha trasformato gli 833mila euro, assegnati a fine marzo dal Governo nell’ambito del fondo di solidarietà alimentare, in borse della spesa di beni di prima necessità da acquistare nei centri livornesi di grande distribuzione e nei negozi di vicinato.
“Anche se ci dicono che siamo tra i primi grandi Comuni ad aver completato l’operazione, non ci interessano medaglie in una ipotetica gara tra Enti locali su chi ha fatto prima nel consegnare questi soldi ai cittadini – commenta il sindaco di Livorno Luca Salvetti. – Ci premeva invece puntare sulla concretezza e sulla velocità, per far sì che le persone in questo momento più fragili, ovvero quelle che si sono trovate in difficoltà economica a causa dell’emergenza Coronavirus, avessero immediatamente disponibili delle risorse gestire la quotidianità dal punto di vista alimentare. Perché l’emergenza socioeconomica – evidenzia Salvetti – rischia sicuramente di essere altrettanto grave in Italia dell’emergenza sanitaria, con tante attività chiuse e tante persone mandate a casa”.
Da lunedì 6 aprile la Giunta comunale sarà al lavoro per individuare le modalità per assegnare i restanti 333mila euro del Governo, cifra alla quale saranno aggiunti fondi donati dai cittadini livornesi attraverso un conto corrente aperto dal Comune proprio per queste finalità di sostegno socio-economico, con l’obiettivo di far rientrare nella contribuzione chi è rimasto fuori dalla distribuzione odierna per pochi requisiti mancanti.

Da mercoledì 8 partiranno poi le operazioni per il nuovo bando che assegnerà le risorse residue del fondo di solidarietà alimentare dello stato e quelle aggiuntive del Comune di Livorno, in questo nuovo bando c’è l’intenzione di allargare ai nuclei familiari che hanno anche altri sussidi, ma di entità inferiore ai 400 euro mensili.

Crono programma
Lunedì 6 ore 9 – 13 consegna ai rimanenti 377 soggetti (dei 1531) che non si sono presentati sabato
Martedi 7 residuo dei 377 più i 170 ricontrollati (tra i 2600) che saranno avvisati via mail o telefonicamente

Mercoledì 8 pubblicazione nuovo bando
Da mercoledì 8 a giovedì 9 ore 24 presentazione domande via mail a [email protected].livorno.it
venerdì 10 in orario 9-13 attraverso il centralino ai numeri 0586 824130
0586 824052
0586 824147
0586 824126
0586 824186
Seguirà comunicazione su data e orari della consegna degli ammessi al nuovo contributo.

Il primo cittadino coglie l’occasione per ringraziare i dipendenti comunali che in un momento così difficile si sono prestati a lavorare con impegno e in fretta senza risparmiarsi, così come i colleghi della Provincia che hanno collaborato alla distribuzione. “Voglio ringraziare inoltre – dice il sindaco Salvetti – tutte le associazioni di volontariato che hanno collaborato con la Protezione Civile comunale fin dal primo momento, la Polizia Municipale e le altre Forze dell’ordine che verificano senza sosta che le persone rispettino le regole. E un ringraziamento a tutti livornesi per come stanno affrontando questo difficile periodo”.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Andrea Cognetta

    Penso che Luca Salvetti si stia dimostrando il miglior sindaco di Livorno tra quelli che ho conosciuto (Lamberti, Cosimi, Nogarin, Salvetti)…… Avevo molta fiducia in lui, avendolo seguito un pò negli anni in tv quando faceva il giornalista (una volta mi intervistò anche ai tempi in cui vogavo sui gozzi): fiducia pienamente confermata

    1. # Virgilio

      Condivido in pieno: ad oggi sicuramente il migliore sindaco che abbiamo avuto negli ultimi 30 anni (prima non ero in grado di poter giudicare).

  2. # Gheggio65

    Bravo sindaco ottima tempestività!ora però regolamenti il mercato all’aperto come in altre regioni specialmente al nord con una entrata e una uscita sorvegliata da agenti comunali o privati,obbligo di guanti e mascherine e gel per mani perché in questi giorni le distanze sono state di un cm invece di almeno un metro e tante persone non erano protette.
    Grazie