Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Cantiere Asa in via Coccoluto Ferrigni fino al 16 dicembre

Lunedì 10 Ottobre 2022 — 12:15

L'intervento fa parte di un più ampio progetto di potenziamento della rete idrica che prevede la sostituzione delle vecchie tubazioni in fibrocemento con le nuove in ghisa sferoidale

Da oggi fino al 16 dicembre, salvo imprevisti, i tecnici di Asa saranno impegnati in via Coccoluto Ferrigni per la sostituzione di circa 390 metri di tubazione. L’intervento fa parte di un più ampio progetto di potenziamento della rete idrica che prevede la sostituzione delle vecchie tubazioni in fibrocemento con le nuove in ghisa sferoidale.

Per consentire lo svolgimento del cantiere sarà necessario istituire nel tratto tra via Calzabigi e via Cassa di Risparmio:
1. il divieto di sosta con rimozione forzata ambo i lati eccetto i mezzi operativi della ditta incaricata dei lavori;
2. il restringimento di carreggiata nel medesimo tratto.
3. il divieto di transito pedonale nell’area delle operazioni. I pedoni dovranno essere deviati sul marciapiede opposto con idonea segnaletica da apporre a congrua distanza dall’occupazione. Nel caso in cui non sussistano le condizioni di sicurezza necessarie per la suddetta deviazione o quanto sopra non risulti possibile data la presenza di accessi ad abitazioni ed attività, l’impresa esecutrice dovrà delimitare e proteggere adeguatamente un corridoio di transito pedonale protetto;
4. il limite di velocità di 30 km/h. Nel tratto tra via Cosimo Bonomo e via Cassa di Risparmio sarà necessario istituire:
5. il divieto di sosta con rimozione forzata ambo i lati eccetto i mezzi operativi della ditta incaricata dei lavori;
6. il senso unico alternato regolato da movieri nel medesimo tratto. Il restringimento di carreggiata conseguente dovrà riservare una sezione residuale per il flusso veicolare;
7. il divieto di transito pedonale nell’area delle operazioni. I pedoni dovranno essere deviati sul marciapiede opposto con idonea segnaletica da apporre a congrua distanza dall’occupazione. Nel caso in cui non sussistano le condizioni di sicurezza necessarie per la suddetta deviazione o quanto sopra non risulti possibile data la presenza di accessi ad abitazioni ed attività, l’impresa esecutrice dovrà delimitare e proteggere adeguatamente un corridoio di transito pedonale protetto;
8. il limite di velocità di 30 km/h. Al di fuori dell’orario lavorativo, dovranno essere ripristinati i provvedimenti correnti, con rimozione di qualsiasi ingombro in carreggiata e dovrà essere garantita la sicurezza degli utenti in transito, nel caso in cui non fosse possibile ripristinare i provvedimenti correnti dovrà essere posizionato impianto semaforico.

Nel tratto tra via Calzabigi e via Filippo Venuti sarà necessario istituire:

9. il divieto di sosta con rimozione forzata ambo i lati eccetto i mezzi operativi della ditta incaricata dei lavori;
10. il senso unico alternato regolato da movieri nel medesimo tratto. Il restringimento di carreggiata conseguente dovrà riservare una sezione residuale per il flusso veicolare;
11. Il divieto di transito pedonale nell’area delle operazioni. I pedoni dovranno essere deviati sul marciapiede opposto con idonea segnaletica da apporre a congrua distanza dall’occupazione. Nel caso in cui non sussistano le condizioni di sicurezza necessarie per la suddetta deviazione o quanto sopra non risulti possibile data la presenza di accessi ad abitazioni ed attività, l’impresa esecutrice dovrà delimitare e proteggere adeguatamente un corridoio di transito pedonale protetto;
12. il limite di velocità di 30 Km/h.
Al di fuori dell’orario lavorativo, dovranno essere ripristinati i provvedimenti correnti, con rimozione di qualsiasi ingombro in carreggiata e dovrà essere garantita la sicurezza degli utenti in transito, nel caso in cui non fosse possibile ripristinare i provvedimenti correnti dovrà essere posizionato impianto semaforico.

Condividi:

Riproduzione riservata ©