Cerca nel quotidiano:


Cantiere Orlando: una targa per il ventennale della chiusura

Il Circolo Arena Astra - in quanto sede ricreativa degli ex dipendenti del cantiere – ha deciso di realizzare una targa commemorativa a fianco dell’ancora posta all’ingresso del circolo stesso

Domenica 15 Maggio 2022 — 01:30

Mediagallery

di Lorenzo Evola

Sono già passati vent’anni dalla chiusura dello storico Cantiere Navale Luigi Orlando (foto Lorenzo Amore Bianco). Un punto di riferimento per generazioni e generazioni di livornesi, una luogo di lavoro che, per oltre cent’anni, è stato protagonista importante della cantieristica nazionale e internazionale, simbolo di eccellenza labronica. Un luogo, insomma, che ha fatto parte, e per sempre lo farà, della storia della città.

In occasione del ventennale della chiusura, il Circolo Arena Astra – in quanto sede ricreativa degli ex dipendenti del cantiere – ha deciso di realizzare una targa commemorativa a fianco dell’ancora posta all’ingresso del circolo stesso. Presenti alla cerimonia di inaugurazione il presidente del Circolo Arena Astra, Adalberto Roncucci e l’assessore alla Mobilità Giovanna Cepparello, oltre ai vari ex dipendenti del Cantiere Orlando.

“Come circolo ricreativo abbiamo voluto porre questa targa per ricordare cosa è stato il cantiere per la città – esordisce il presidente Roncucci – Fra i tanti studenti che frequentano il nostro circolo ben pochi sanno che, al posto degli appartamenti costruiti di recente, anni fa pulsava il cuore della più importante fabbrica cittadina. Nei centocinquant’anni di attività sono state realizzate navi di una qualità riconosciuta a livello mondiale, senza dimenticare l’ottimo settore di riparazioni del grande bacino di carenaggio, ormai, purtroppo, fuori uso. Sarà compito del nostro circolo mantenere vivo il ricordo del Cantiere Orlando – chiosa – non a caso infatti abbiamo sollecitato l’amministrazione comunale per l’apertura di un museo che raccolga tutto il materiale storico e non, riguardante il cantiere, sparso in tutta la città”.

“L’amministrazione comunale accoglie con molto interesse questa iniziativa – aggiunge l’assessore Cepparello – perché è fondamentale mantenere viva la memoria storica della nostra città, soprattutto tra i giovani. Ma è importante anche ricordare il ruolo che questo circolo ha avuto in quelle lotte politiche e sindacali che hanno reso Livorno all’avanguardia non solo a livello industriale ma anche a livello di tutela dei diritti dei lavoratori”.

Riproduzione riservata ©