Cerca nel quotidiano:


Carta, dall’8 riparte il ritiro. Vetro, la mappa delle 60 campane

Dall'8 aprile. Indicazione di Aamps ai condomíni per ridurre ulteriormente le occasioni di contagio da coronavirus: lasciare i cancelli aperti durante l’orario di passaggio dei mezzi

Venerdì 3 Aprile 2020 — 18:22

Mediagallery

L’interruzione momentanea era stata dettata dalla necessità di razionalizzare preventivamente le raccolte delle varie frazioni dei rifiuti differenziati in condizioni di assoluta straordinarietà per le restrizioni imposte dal Governo

Sospeso in via transitoria per 2 settimane a causa dell’emergenza Coronavirus il servizio di raccolta porta a porta della carta verrà ripristinato nella sua completezza a partire dall’8 aprile. Ancora interrotta invece la raccolta porta a porta del vetro. Al suo posto 60 campane verdi installate in tutta la città. Clicca qui per consultare la mappa e scoprire dove è stata installata la campana più vicina alla tua abitazione.
L’interruzione momentanea per la raccolta della carta era stata dettata dalla necessità di razionalizzare preventivamente le raccolte delle varie frazioni dei rifiuti differenziati in condizioni di assoluta straordinarietà per le restrizioni imposte dal Governo nel contenimento della diffusione del Covid-19. Più nel dettaglio sono state attivate soluzioni che garantissero l’erogazione dei servizi minimi essenziali mantenendo, al contempo, la massima tutela della salute dei lavoratori e dei cittadini. “Il monitoraggio costante che avevamo preannunciato – afferma Raphael Rossi, amministratore unico di Aamps – ci sta  permettendo di modulare i servizi al meglio delle possibilità riducendo ai minimi termini i disagi alla cittadinanza. Devo sottolineare – aggiunge Rossi – che lo sforzo profuso dai nostri lavoratori va di pari passo con la comprensione dell’utenza che ci supporta nelle svolgimento delle attività avendo compreso la particolarità di certe decisioni in piena fase di emergenza sanitaria”. Ed è proprio sulla collaborazione dei cittadini che Aamps continua a fare affidamento. In particolare è richiesto che, sempre dall’8 aprile, i condomíni facciano trovare aperti i cancelli di ingresso alle aree private negli orari di passaggio dei mezzi di raccolta indicati dai calendari in vigore. Così facendo si punta a limitare ulteriormente le potenziali occasioni di contagio evitando che gli operatori entrino in contatto, al pari dei cittadini, con le tastierine di accesso con codice o con i perni di apertura/chiusura dei cancelli. In più si riducono i tempi di realizzazione del servizio permettendo un’ottimizzazione degli itinerari di raccolta. “Ancora una volta – affermano Gianfranco Simoncini e Giovanna Cepparello, rispettivamente assessori alle Società Partecipate e all’Ambiente del Comune di Livorno – registriamo il grande senso di responsabilità che i livornesi sanno manifestare nei momenti più difficili. Pur con le indispensabili limitazioni che abbiamo dovuto introdurre la raccolta dei rifiuti non si è interrotta. La ripresa della raccolta della carta, determinata anche grazie al sostegno dei lavoratori di Aamps, rientra nel solco tracciato dall’Amministrazione Comunale di garantire l’erogazione dei servizi essenziali e la massima tutela della salute di tutti i cittadini e dei lavoratori”.

Aamps ricorda che i Centri di raccolta e gli sportelli aziendali per le richieste di informazioni e il ritiro del materiale per il corretto conferimento dei rifiuti in via dell’Artigianato 32 sono chiusi a data da destinarsi. Si può continuare a fare riferimento al sito web www.aamps.livorno.it, al numero verde 800-031.266 (da rete fissa) oppure al tel. 0586/416.350 per eventuali urgenze (es. eco-card per apertura cassonetti elettronici non funzionante). Attive anche le pagine facebook e twitter (“Aamps Livorno”) e l’indirizzo email [email protected]

Riproduzione riservata ©