Cerca nel quotidiano:


Chiamata all’Aamps: “Come si smaltisce un cobra?”

Venerdì 10 Febbraio 2017 — 12:05

Mediagallery

“Vorrei smaltire un cobra. Sa dirmi come devo fare?”. L’interrogativo è stato posto da un cittadino all’operatore del Call Center di Aamps. Quest’ultimo, incredulo, ha dapprima pensato ad uno scherzo. Poi, a seguito della garbata insistenza del cittadino, ha concordato un appuntamento nella sede di via dell’Artigianato e si è presentato effettivamente con una vasetto sigillato contenente il rettile immerso in un liquido con alcune radici. “Mi è stato regalato durante uno dei miei viaggi come diplomatico in Cina – ha riferito il cittadino – assicurando che ha straordinarie proprietà curative. Nutrendo, però, delle perplessità e non trovandolo adatto con l’arredamento della sala ho preferito rivolgermi a voi affinché possiate aiutarmi a disfarmene correttamente”. L’operatore di Aamps ha quindi pensato che potesse trattarsi di un oggetto meritevole di attenzioni specifiche, magari di studio, e per questo si è rivolto al Museo di Storia Naturale di via Roma che ha accettato di buon grado l’insolita consegna.
“Al di là della curiosità sul caso in questione – affermano dall’azienda – riteniamo opportuno cogliere l’occasione per ricordare ai livornesi di conferire sempre correttamente qualunque tipologia di rifiuti e di contattarci per eventuali necessità informative attraverso i tanti strumenti che abbiamo messo a disposizione. In più ricordiamo che è attivo il servizio per il ritiro gratuito a domicilio degli ingombranti e degli sfalci-potature da giardino prenotabile con una semplice telefonata al nostro Call Center”.

 

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # Rettore

    il cobra non è un serpente ma un pensiero frequente che diventa indecente

  2. # Riccardo F.

    Ma il cobra non è un serpente…

    1. # Chiara

      ma un pensiero frequente che diventa indecente quando vedo te , quando vedo te quando vedo te, quando vedo te.

  3. # UnoACaso

    Sarebbe carino sapere come si smaltiscono gli avanzi di cartongesso…. etichettato come “Rifiuto speciale
    non pericoloso”. Secondo tale etichettatura, non può essere gettato nei cassonetti… e le aree ecologiche non lo ritirano e secondo voi il cittadino dovrebbe contattare e pagare una ditta atta al ritiro di tale materiale…..
    Ma tipo fare una legge che imponga a chi lo vende, il ritiro degli scarti ? anche pagando un X a kg… ma date
    ai cittadini una soluzione.

  4. # old pine

    L’alternativa spedirlo a firenze al pretino, lui ci parla anche!

  5. # cobra porta a porta

    Mettilo nei contenitori del porta a porta, davanti a quale porta faccia lei…

  6. # gina giovannetti

    facile dire chiamate il call center per ritiro oggetti ingombranti.Provateci, dopo aver ascoltato tutte le soluzioni premi il tasto 3 del telefono e ricomincia da capo tutto il discorso

  7. # # stufo #

    regalalo al sindaco ! ! !