Cerca nel quotidiano:


Chiude storico negozio di calzature

Un'altra storica vetrina si spegne in pieno centro. E' quella del negozio di scarpe in via Ricasoli "Cataldi" che chiude i battenti dopo 45 anni di attività

Venerdì 24 Gennaio 2020 — 12:27

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Era il 18 marzo del 1975 quando Manrico Cataldi alzò per la prima volta la saracinesca del suo negozio di scarpe in via Ricasoli. Sabato 1° febbraio 2020 sarà l'ultimo giorno di apertura

Era il 18 marzo del 1975 quando Manrico Cataldi alzò per la prima volta la saracinesca del suo negozio di calzature in via Ricasoli. Sarà purtroppo il 1° febbraio del 2020 invece, l’ultima volta che il signor Manrico spegnerà le luci del suo storico “Cataldi”. Dopo 45 anni di attività la decisione di issare la bandiera bianca. L’annuncio affidato ad un manifesto che campeggia sulla parte alta della sua vetrina “liquidazione totale per cessazione attività”.
Un coltello nel cuore per chi ama il piccolo commercio, le “insegne” di un tempo che vengono dismesse e lasciano il posto a chissà cosa. “Non potevo pensare più di andare avanti – spiega il titolare, Manrico Cataldi, a QuiLivorno.it – Diciamo che per raggiunti limiti di età mi devo fermare. Ho 75 anni, il mio percorso l’ho fatto. Speravo di passare il testimone ai miei figli ma hanno intrapreso altre strade. Non è più sostenibile per noi portare avanti in pieno centro un’attività di questo tipo”.
Lo sfogo di Cataldi prosegue. “La viabilità qui è diventata insostenibile, è difficoltoso anche per i corrieri che vogliono scaricare e rifornire i negozi. Troppo alte le spese di gestione. Tutti componenti che mi hanno costretto a dire basta”.
Il signor Cataldi iniziò la sua avventura addirittura prima di quel fatidico 1975,  “anno in cui mi sono sposato, ho aperto il negozio e ho avuto un figlio”, ricorda Manrico. Era il 1972 quando in via Provinciale Pisana, insieme ad un altro socio, iniziò la sua carriera di commerciante. Abbigliamento e calzature. Poi la scelta di proseguire, da solo, con le scarpe. Il resto è storia. Una parentesi di un secondo negozio in largo Duomo, “nell’angolo”, durata circa 8 anni. Il resto sono vetrine, sono le mode che passano, sono gli sguardi dei passanti verso un “ultimo grido”, ma il nome “Cataldi” rimaneva, nonostante lo scorrere del tempo, nonostante le infradito d’estate e lo stivaletto d’inverno. “Cataldi” era li, all’inizio di via Ricasoli con i suoi scaffali per tutti i gusti. Cataldi c’era sempre. Per lo meno fino al prossimo 1° febbraio. Dopo, un’altra luce del commercio cittadino si spegnerà nuovamente in città.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.