Cerca nel quotidiano:


Cinghiale di 70 kg catturato sul Romito

Intervento di polizia provinciale e municipale nel parcheggio del ristorante Il Romito. L'animale è stato trasferito in un'azienda agricola di Donoratico dove sarà curato e alimentato

Giovedì 1 Ottobre 2020 — 18:31

Mediagallery

La raccomandazione del comandante della Provinciale Maurizio Trusendi e della Municipale Annalisa Maritan: "Non date da mangiare ai cinghiali. L'atto di foraggiamento costituisce un reato"

Un cinghiale del peso di 70 chilogrammi è stato catturato il 30 settembre, intorno alle 17, dalla polizia provinciale con l’ausilio della polizia municipale nel parcheggio del ristorante Il Romito (in fondo all’articolo il video inviato dal Comune assieme a questo comunicato e alle foto, foto principale fermo immagine del video). L’animale passeggiava tra le macchine in sosta creando una situazione di pericolo sia per le persone che per la viabilità. In un primo tempo è intervenuta la polizia provinciale, che ha chiesto l’ausilio della municipale per le operazioni di ingabbiamento dell’animale selvatico. Non è stato facile farlo entrare nella grossa gabbia. E’ stato necessario del tempo per “convincere” il cinghiale ad avvicinarsi. Il cibo è stata l’esca che ha permesso di far accostare l’animale alla gabbia, per poi entrare definitivamente all’interno. Il cinghiale è stato trasferito in un’azienda agricola di Donoratico dove sarà curato e alimentato. I due comandanti, della Provinciale Maurizio Trusendi, e della Municipale, Annalisa Maritan, fanno una raccomandazione: “Invitiamo tutti i cittadini a non dare da mangiare ai cinghiali. L’atto di foraggiamento costituisce un reato perché offrendo il cibo a questi animali si causa il loro avvicinamento a case, ristoranti e luoghi di ristoro. I cinghiali potrebbero, sentendosi in pericolo, attaccare persone e animali da compagnia, oppure attraversare la strada e provocare incidenti automobilistici. Quindi è importante, per la pubblica incolumità, non offrire cibo agli animali selvatici”.

 

Riproduzione riservata ©