Cerca nel quotidiano:


Cinquanta nuovi orti a Coteto: il progetto

Venerdì 21 Ottobre 2016 — 12:50

Mediagallery

Come già annunciato, l’Amministrazione Comunale non realizzerà più gli orti sociali in via Caduti dei Lager Nazisti ad Antignano, ma dirotterà l’intervento in via Bedarida, nel quartiere di Coteto, un’altra area di verde pubblico, ad oggi inutilizzata, e ritenuta idonea ad ospitare 50 orti familiari. In considerazione di tale sostituzione, la Giunta Municipale ha approvato il progetto di fattibilità relativo a questo nuovo intervento che si inserisce ugualmente nel più vasto progetto “Centomila orti in Toscana”, promosso dalla Regione Toscana di concerto con l’Ente Terre Regionali Toscane. “ Un passaggio puramente formale – precisa l’assessore Alessandro Aurigi – che si rende necessario a seguito della decisione presa dall’Amministrazione di individuare una nuova area alternativa a quella scelta in un primo momento ad Antignano”.

Niente cambia per il Comune di Livorno per questa nuova individuazione d’area rispetto al cofinanziamento regionale per l’allestimento degli appezzamenti agricoli. Il contributo della Regione Toscana rimarrà infatti invariato (la Regione coprirà il 70% del costo complessivo per la realizzazione dell’area attrezzata) così come invariato resterà l’importo richiesto per il nuovo intervento. Se infatti per via Caduti dei Lager Nazisti la cifra richiesta per la realizzazione degli orti ammontava a 173.620,99, la stessa cifra rimane valida anche per via Bedarida dove tra l’altro, con lo stesso importo, saranno realizzati anche spazi comuni e punti di aggregazione.

Ecco che cosa prevede nel dettaglio il progetto di fattibilità per gli orti sociali di via Bedarida.
In questa area, della superficie complessiva di 12 mila mq, saranno realizzati 50 orti urbani della dimensione di 8 metri per 6.25; delimitati ciascuno da cordolo in cemento e divisi da vialetti. Ogni appezzamento sarà numerato e opportunamente lavorato in modo da rendere il terreno immediatamente produttivo. Nell’importo complessivo di 173.620,99 euro richiesto per la realizzazione, oltre ai lavori di escavo, pavimentazioni, fognature, impianti di irrigazione e quant’altro necessario per il funzionamento degli orti, è previsto anche un “centro di socializzazione” allestito con gazebo, panchine, tavoli, giochi e servizi igienici. Panchine in legno e acciaio saranno poi collocate lungo i vialetti che conducono agli orti. E’ prevista anche una struttura in legno adibita ad uffici con adiacente pergolato. Il progetto di fattibilità prevede inoltre un’area denominata il “Giardino odoroso” per la coltivazione di alcune essenze, arboree ed arbustive, tipiche della macchia mediterranea.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!


9 commenti

 
  1. # abitante a Livorno

    ….come si fa per aderire? grazie

  2. # nikedelicus

    …e ci vuole 200 000 per fare quello che in via goito hanno fatto a gratis?

  3. # cristina

    Ma, quell’area, sara’ pubblica? oppure come quella di Antignano che poi e’ risultata privata!!!

  4. # ugo caponi

    mi potete dare le informazioni per aderire grazie

  5. # Rina Maland

    173.620,99 euro per 50 orti di 50 mq ciascuno? Che sono forse ricoperti d’ oro?

  6. # max

    Vogliamo gli orti anche nel Borgo di Magrignano dove siamo nell’abbandono più totale,grazie Sindaco. Anche l’Associazione, renda edotto e solleciti il Sindaco a prendere in considerazione la nostra disastrosa situazione,non ne possiamo più!!!

  7. # lev

    Forse con il volontariato si risparmiava qualcosina?

    1. # Drizzatorti

      E sennò la cricca dei soliti appaltatori come ci lucra?

  8. # Rompiball

    Ci deve venii bona la roba dell orto con una bella spolverata di ferodi di treno sopra. Tanto si sa tutti che ad Antignano c’è la gente coi vaini e le zingatate non ce le vogliono.

    Secondo me c erano tanti spazi migliori di quello in coteto per fare una cosa del genere.