Cerca nel quotidiano:


Comune e Aamps sostengono il progetto noalcestinobarriera

Iniziato il lavoro di spostamento dei cestini/ostacolo. L'assessore Raspanti: "E a breve una campagna per contrastare le cattive abitudini di parcheggio dei mezzi a quattro e due ruote"

Mercoledì 4 Agosto 2021 — 15:40

Mediagallery

L’azienda municipalizzata Aamps sta iniziando a spostare i cestini (foto tratta dal sito del Comune) che ostacolano la piena accessibilità dello spazio pubblico sulla base delle indicazioni fornite dalle associazioni aderenti al tavolo “disabilità e non autosufficienza” istituito in seno alla Consulta delle Associazioni. Un piccolissimo passo, che sarà seguito a breve da altre iniziative per garantire molte persone con ridotta autonomia motoria hanno infatti segnalato in questi mesi difficoltà legate al posizionamento dei cestini gettacarte sulla pubblica via. Alcuni cestini rendono difficile la fruizione dei marciapiedi, dei percorsi LOGES, degli attraversamenti pedonali o degli stalli per persone disabili. Dato il numero elevato di cestini sul territorio cittadino, insieme al Garante per i diritti delle persone disabili e alla Consulta delle Associazioni, l’Amministrazione, in accordo con Aamps, ha deciso di chiedere agli stessi cittadini di sostenere questo progetto, segnalando situazioni come quelle sopra indicate, scrivendo una mail con la localizzazione del cestino da spostare ad una delle associazioni che fanno parte della consulta o all’indirizzo [email protected].
“Come per altre questioni – dichiara l’assessore al Sociale Andrea Raspanti – anche per affrontare questo problema abbiamo cercato il coinvolgimento delle persone con disabilità attraverso l’ufficio del Garante e il tavolo tematico che riunisce le associazioni in seno alla Consulta. Questo nuovo canale di comunicazione ha l’obiettivo di garantire ai cittadini la possibilità di segnalare eventuali situazioni critiche che sfuggissero alla ricognizione che prenderà il via in questi giorni e di garantire uno strumento di monitoraggio puntuale da parte del Comune e di Aamps. A breve partirà anche una campagna per sensibilizzare i cittadini a evitare comportanti che possano limitare l’accessibilità degli spazi urbani. In particolare dedicheremo uno sforzo particolare per contrastare le cattive abitudini di parcheggio dei mezzi a quattro e due ruote”.
Per l’assessora all’Ambiente Giovanna Cepparello “l’accessibilità è un cardine fondamentale della mobilità sostenibile, ed è spesso minata da situazioni quotidiane che apparentemente non creano problemi. Anche un innocuo cestino può diventare una barriera, e noi dobbiamo fare di tutto per evitarlo. Ecco perché, insieme ad Aamps, abbiamo deciso di aprire questa sorta di call, che speriamo ci aiuti ad individuare tutte quelle situazione in cui un oggetto utilissimo alla collettività diventa invece un ostacolo per alcuni cittadini”. Raphael Rossi, Amministratore Unico di Aamps dichiara: “La nostra azienda è al servizio della comunità e quindi se possiamo migliorare il posizionamento dei dispositivi siamo a disposizione”.

Riproduzione riservata ©