Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Confcommercio: in via Ricasoli sì a dissuasori mobili al posto delle fioriere

Martedì 29 Novembre 2022 — 17:01

Federico Pieragnoli, direttore della Confcommercio provinciale, interviene sullo stato di quella che dovrebbe essere una delle strade migliori dello shopping, e che invece è in balia di soluzioni che non hanno migliorato, semmai complicato la viabilità

Da tempo i commercianti di via Ricasoli lamentano i danni e i pericoli causati delle fioriere e delle rastrelliere biciclette.
Federico Pieragnoli, direttore della Confcommercio provinciale, interviene sullo stato di quella che dovrebbe essere una delle strade migliori dello shopping, e che invece è in balia di soluzioni che non hanno migliorato, semmai complicato la viabilità.
“In zona operano centinaia di commercianti, e in qualche modo i furgoni devono rifornirli. I corrieri in arrivo da via delle Bandiere non ce la fanno a fare manovra, usano quindi mezzi più piccoli facendo più viaggi, addebitando alle per le imprese maggiori costi”.
Le rastrelliere per le biciclette impediscono inoltre ai corrieri di fare manovra se non salendo sul marciapiede, mettendo in pericolo la sicurezza e danneggiando i marciapiedi stessi.
Una soluzione efficace – conclude Pieragnoli – sarebbe quella adottata da tanti centri toscani e italiani, ovvero i dissuasori mobili, i paletti che in determinate fasce orarie salgono e scendono per far passare i corrieri, direttamente da via Marradi, mentre in altre ore della giornata la zona resterebbe pedonale. Lo scorrimento da piazza Cavour a via Marradi sarebbe utile anche per l’accesso di vigili del fuoco ed autoambulanze in caso di emergenze”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©