Cerca nel quotidiano:


Confcommercio: novità per gli esercenti sul fronte rifiuti

Il presidente di Confcommercio, Federico Pieragnoli: "Possiamo dire di aver fatto passi avanti nella messa a punto di un circolo virtuoso che causi meno problemi agli imprenditori"

sabato 12 gennaio 2019 10:05

Mediagallery

La riunione dell’8 gennaio, chiesta e ottenuta da Confcommercio a seguito delle proteste di negozianti e titolari di bar e ristoranti, era molto attesa e ha portato alcuni frutti sperati.
Il direttore provinciale Federico Pieragnoli ricorda che “siamo stati subissati di visite e telefonate sulle criticità della raccolta e del conferimento in cassonetto dei rifiuti. Le segnalazioni erano di contenuto vario ma sono stati individuati tre problemi principali: il conferimento nei cassonetti, ritenuto troppo poco frequente, l’orario di esposizione, e infine il ritiro dell’indifferenziato soprattutto per gli hotel più grandi. Possiamo dire di aver fatto passi avanti nella messa a punto di un circolo virtuoso che causi meno problemi agli imprenditori. Certo non siamo arrivati alla perfezione, ma non possiamo che ringraziare Aamps e in particolare la dottoressa Petrone per la disponibilità dimostrata”. Fin da subito, nelle postazioni ad accesso controllato, sarà possibile conferire il vetro quotidianamente (una volta al giorno) e  non più solo due volte alla settimana. Inoltre per gli hotel situati nel Pentagono a partire da domenica 13 gennaio, e per tutte le domeniche, verrà effettuato un secondo passaggio per il ritiro dell’indifferenziato. L’esposizione dovrà avvenire entro le 9, e i bidoni dovranno essere immediatamente ritirati dai titolari dopo il ritiro dei sacchi da parte di Aamps.

“Per quanto riguarda l’orario di esposizione in fascia pausa pranzo dei contenitori dell’organico che creava difficoltà a bar e ristoranti – continua Petrone – esso verrà modificato a partire dal prossimo 21 gennaio. La fascia di esposizione diventerà 15.45-16.15. Per il mantenimento del decoro cittadino, chiediamo vivamente agli esercenti il rispetto degli orari di esposizione dei bidoni e il ritiro degli stessi non appena avvenuta la raccolta”. “Da parte di Confcommercio – conclude Pieragnoli – l’impegno è quello alla massima diffusione delle nuove direttive presso le imprese e alla sensibilizzazione al rispetto degli orari. Gli esercenti sono interessati in prima persona ad una corretta esecuzione della differenziata, per strade pulite e una città decorosa”.

Riproduzione riservata ©

STA PER NASCERE LA NUOVA APP DI QUILIVORNO.IT.  SARA’ ONLINE SU APPLE STORE E PLAY STORE CON FUNZIONI MAI VISTE FINO AD ORA IN CITTÀ. AVVISA PARENTI E AMICI.

LA REDAZIONE DI QUILIVORNO.IT

13 commenti

 
  1. # J.J. AXEL

    Ok su tutto. Ma mettere due campane del vetro in più ?? e sopratutto passare a ritirare i cassonetti nelle prime ore della mattina ovvero fino alle 07.00 è chiedere troppo !?? Tutte le mattine faccio file solo perchè i camioncini dell’A.M.P.S. si fermano in mezzo di strada per la raccolta porta a porta, e questo succede anche quando hanno la possibilità di accostare a destra, invece molti restano in mezzo di strada !! Allora non sarebbe meglio farli passare di notte, i cittadini esporrebbero la loro spazzatura la sera dopo le 21.00, e gli addetti guadagnerebbero di più, farebbero turni notturni ( buoni per la pensione anticipata) e noi potremmo avere strade libere e marciapiedi puliti fin dalla mattina !! Del resto ci sono tante categorie di lavoratori che fanno le notti, potrebbero farle anche i dipendenti A.M.P.S. addetti alla raccolta differenziata !

    1. # Paolo58

      Sì così ci aumentano ancora la tassa con questo sistema. ..

    2. # marco62

      Condivido il tuo commento, in particolare il ritiro del porta a porta dovrebbe essere effettuato la notte, in questo modo si creerebbe meno disagi a noi cittadini, inoltre lavorando di notte permetterebbe di velocizzare i passaggi e di conseguenza aumentare il numero di ritiri settimanali.

  2. # Massimo

    Sono contento per voi commercianti ma avrei piacere ci fosse altrettanta attenzione per i semplici cittadini.

  3. # Renata Lasde

    La fascia di esposizione diventerà 15.45-16.15. Quindi se uno apre alle 17,30 dovrà arrivare più di un’ ora prima per mettere fuori i contenitori? Bah, per complicare la vita le trovate davvero tutte!

  4. # Laura

    Sono una cittadina che come molte altre persone, ha seri problemi nel fare, anche volendo, la raccolta dei rifiuti differenziata in base al ritiro della stessa, previsto. Abito in un condominio senza cortile interno né terrazze. Sono seriamente intenzionata, come auspicato da altri cittadini, a richiedere un parere circa la legittimità delle condizioni igieniche nel mio appartamento e se è lecito pagare tanto per ottenere un servizio totalmente inadeguato alle mie esigenze.

    1. # Lukas

      Concordo assolutamente con te. Noi siamo nelle stesse condizioni: case piccole senza verande ne balconi, condomini senza spazi interni e siamo costretti a mettere in strada i mastelli che poi, dopo l’esposizione a ogni tipo di inquinamento microbiologico, devono essere rimessi in casa, sui pavimenti dove camminano i nostri figli.

  5. # Gilet Giallo

    Illustrissimo direttore generale Petrone
    può spiegare ai cittadini del pentagono perché il conferimento dell’umido dentro i cassonetti con eco-card è previsto solo due volte a settimana mentre per i cittadini del Grattacielo che possono usufruire di un cassonetto analogo al nostro è SENZA LIMITAZIONI??
    Continuo a fare questa semplice domanda ma nessuno risponde.
    Ho scritto al Sindaco senza risposta
    L’ho chiesto ad in ingegnere dell’Aamps muta
    Lo chiedo a Lei….speriamo bene..
    cordiali saluti

  6. # Pippo

    E in via Cambini come la mettiamo ?

  7. # andrea

    Porta a Porta = degrado di civiltà, estetica, igiene in casa e fuori
    Mai Livorno è stata così invivibile. Chi abita in strade larghe e conomini di lusso se la cava abbastanza bene, ma che schifo per chi ci passa ! provate il mercoledi in via dei Cavalleggeri …

  8. # Maddalena

    Abito in una zona dov’è stato deciso di fare l’isola ecologica aperta a tutti, ma proprio a tutti, perché vengono da tutta livorno a buttar lì la spazzatura ed i cassonetti straboccano di spazzatura. Torna comodo a chi fa il porta a porta fregarsene delle giornate e degli orari, tanto ci sono i cassonetti aperti a tutti…..inoltre la strada si è riempita di cassonetti togliendo tantissimo spazio ai parcheggi. A questo punto porta a porta per tutti o maggiore controllo dei vigili. Iniziamo a controllare seriamente. In Campania hanno i sacchetti con il codice, se sbagli si scopre subito a chi inviare la multa!

  9. # Goffredo

    OGGI NOTIZIE ANSA IL 40% DELLA PLASTICA RICICLATA NON VIENE RACCOLTA!!!!…BELLA NOTIZIA VI PARE????…..

  10. # pulcinelli natascia

    Sono titolare di un ‘attività dove è prevista igiene e immagine ,purtroppo in una piccola stradina della Rosa spesso non passano e vai di telefonate,la plastica prende tutto insieme all’indifferenziata,già fatto notare,l’umido o bio passa il Lunedì e io sono chiusa,ma il più bello che per smaltire uno specchio e un mobile Ripago cn iva ammessa per il solo trasporto circa 150 EURO,Ma dove si va?Le Ditte pagano PROFUMATAMENTE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.