Cerca nel quotidiano:


Conferito alla fisica livornese il premio Capperuccio

Oscar della Scienza per i risultati nel campo delle onde gravitazionali, Lisa Barsotti ha ricevuto in Comune il premio assegnato a chi porta lustro alla città. "Per me è un onore"

mercoledì 26 Giugno 2019 17:56

di Jessica Bueno

Mente brillante, passione ed un super curriculum sono solo alcuni dei fattori che hanno portato il 26 giugno al conferimento del premio Capperuccio, istituito dal Lions Club Livorno Porto Mediceo e assegnato a persone o istituzioni che hanno portato lustro alla città, alla fisica Lisa Barsotti, ricercatrice al Massachussets Institute of Technology e Oscar della Scienza nel campo delle onde gravitazionali.
La storia di Lisa parte proprio da Livorno, sua città natale. Qui ha cominciato a nascere la sua passione per la fisica, diplomandosi a pieni voti al Liceo Enriques. Una delle sue professoresse disse che sarebbe diventata una delle più grandi scienziate al mondo: e così è stato. Dopo la laurea in Fisica all’Università di Pisa ed il Dottorato in Fisica Applicata, dal 2007 i suoi orizzonti si sono espansi fino all’America, dove attualmente svolge la sua attività al MIT all’interno del gruppo LIGO, assurto a gloria mondiale nel 2016 con l’annuncio della prima misura di onde gravitazionali prodotte dalla collisione di due buchi neri, confermando dopo 100 anni le teorie di Einstein. La ricerca di Lisa si concentra sulle tecnologie per migliorare la sensibilità dei rilevatori di onde gravitazionali, con particolari contributi allo sviluppo della “squeezed light“, basata sull’ottica quantistica come strumento per ridurre un rumore fondamentale degli interferometri utilizzati per la rivelazione di onde gravitazionali. “Solo ad osservare il curriculum di Lisa – ha dichiarato il sindaco Luca Salvetti – ci si rende conto del personaggio che abbiamo di fronte. Sono contento di averla qui, il luogo da cui è partita per raggiungere enormi traguardi. L’impegno è quello di tenere a mente un messaggio lanciato da lei stessa qualche anno fa e che condivido in assoluto: bisogna fare in modo che i ragazzi abbiano modo di potersi realizzare nel loro campo di studi anche nella loro città. Andare via non può e non deve essere un obbligo”. “E’ un momento di enorme orgoglio per noi – ha aggiunto Gaetano d’Alesio, presidente del Lions Club Livorno Porto Mediceo – Lei è la testimonianza vivente che l’offerta didattica e formativa delle nostre scuole funziona e può dare interessanti opportunità agli studenti. Abbiamo deciso di conferirlo a lei in quanto mente brillante di fisica e scienza che ha saputo ottenere grandi risultati”.

La fisica ha poi risposto ad alcune domande che noi di Quilivorno.it le abbiamo posto:

E’ molto legata a Livorno?
“Moltissimo. Qui è partito il mio percorso di studi ed il contributo che questa città, insieme all’Università, ha dato alla mia formazione personale e professionale è altissimo”.

Qual è un aspetto che apprezza particolarmente di questa città e che le manca quando è all’estero?
“Il mare mi manca davvero tanto ed il calore che questa città sa offrire”.

E’ stata dura decidere di partire definitivamente?
“Abbastanza. Ho scoperto l’America nella fase del mio postdottorato e ogni anno mi ripetevo: “Bene, alla fine di questa esperienza tornerò in Italia”. Ma alla fine così non è stato. Mi si sono aperte delle ottime opportunità ed ho avuto enormi soddisfazioni”.

Come ha reagito alla notizia del conferimento di questo premio?
“Sono veramente orgogliosa e felice. Come dicevo prima, sono molto legata a Livorno e tornare qua per ricevere questo prestigioso riconoscimento è un onore, specialmente pensando alle grandi personalità che prima di me lo hanno ricevuto”.

Oltre alla fisica, quali sono le sue altre passioni?
“Mi piace tantissimo viaggiare e avere la possibilità di scoprire nuovi luoghi, per lavoro e per diletto. Adesso ho meno possibilità di farlo, 4 mesi fa è nata una mia nuova passione: mia figlia”.

Riproduzione riservata ©

Allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.