Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Confindustria e Confetra, siglato il protocollo che rafforza le attività istituzionali

Giovedì 23 Giugno 2022 — 22:02

Obiettivo, consolidare il lavoro congiunto svolto nell'ultimo anno. Il vicepresidente di Confindustria Piero Neri: "Un risultato positivo dovuto ad un grande impegno"

di Giulia Bellaveglia

Gli spazi della Spedimar in via Strozzi diventano teatro per la firma di un protocollo d’intesa tra Confetra Toscana e Confindustria Toscana. Un accordo, quello del 23 giugno, che conferma l’identità di obiettivi per il potenziamento delle infrastrutture, indispensabile per il rilancio economico del territorio ed in particolare per la reindustrializzazione della costa toscana. Nel protocollo restano quindi confermate le due priorità delle istituzioni regionali: dare impulso e continuità, contando anche sul sostegno verso la Regione ed il Governo delle rispettive Confederazioni regionali e nazionali, alle azioni per la realizzazione delle connessioni ferroviarie e stradali necessarie a valorizzare Darsena Europa e predisporre proposte di merito perché “l’idea” del rilancio industriale e manifatturiero del territorio divenga “progetto” sostenuto, anche dalla conclusione positiva del riconoscimento Ministeriale della Zona logistica semplificata. “Tra i due enti c’è sempre stata un’interlocuzione molto importante e di grande rispetto – commenta Gloria Dari, presidente di Confetra Toscana – La sintesi dell’accordo è su un punto che ci accomuna: i collegamenti sull’ultimo miglio ma anche sugli ambiti ferroviari e viari, motori essenziali del nostro Paese. L’efficienza dei collegamenti diviene di estrema e fondamentale importanza anche nell’ottica di costruzione della Darsena Nuova, un tipo di Porto innovativo”. Nel protocollo si conviene inoltre di dare continuità al metodo di lavoro avviato lo scorso primo dicembre con il Convegno di Confetra Toscana, che ha consentito di conseguire i concreti risultati ufficializzati nel recente incontro con la viceministra Teresa Bellanova. “Un documento che sarà sicuramente proficuo per il nostro sviluppo territoriale, ma anche per quello di tutta la Toscana – aggiunge in videocollegamento il Cavaliere Piero Neri, vicepresidente di Confindustria Toscana – Ogni collaborazione nasce da una comunione di intenti e obiettivi. Qui esiste un risultato positivo dovuto ad un grande impegno attraverso il quale potranno essere sviluppati molti altri argomenti per cercare di dare una spinta alla realizzazione di numerosi altri progetti su tematiche altrettanto importanti”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©