Cerca nel quotidiano:


Consumo di acqua, Asa presenta i risultati di una indagine

Il gestore unico del servizio idrico integrato di Livorno ha condotto un’importante indagine che ha mostrato le scelte di consumo dei cittadini, evidenziando un quadro in evoluzione

martedì 02 Luglio 2019 17:28

Mediagallery

Asa, gestore unico del servizio idrico integrato per il territorio “Toscana Costa”, e distributore di gas metano in vari comuni della provincia di Livorno, ha reso noti i dati relativi all’indagine svolta su un campione di circa 1.700 persone che evidenziano quali sono i canali più diffusi nella popolazione in termini di consumo dell’acqua, toccando con risultati statistici determinanti un tema molto attuale nell’era della lotta alla salvaguardia dell’ambiente e dei consumi. A presentare questa importante iniziativa dal valore Nazionale è Nicola Ceravolo (nella foto), presidente del Consiglio di Gestione Asa, che ha tracciato alcuni dei risultati più significativi di questa indagine.

Presidente, qual è il risultato più significativo riportato dall’indagine Asa spa?
L’indagine che abbiamo effettuato evidenzia senza dubbio, che più della metà della popolazione acquista e consuma acqua in bottiglia, traducendo così un bisogno di sicurezza, qualità e gusto. Ma il drammatico impatto ambientale di questa scelta resta l’unico elemento di cui dovremmo davvero preoccuparci, infatti più della metà dei consumatori si interroga sul problema di smaltimento della plastica, guardando, con un occhio di interesse, verso nuove possibilità “green” come l’incremento dell’installazione di nuove fontanelle ad alta qualità (AAQ).

Qual è l’impatto sui costi del consumo di acqua in bottiglia?
Acquistare acqua in bottiglia viene definita dai nostri cittadini una scelta poco economica, con un costo eccessivo per quasi la metà dei campioni analizzati. Secondo il nostro report statistico le etichette più diffuse sono quelle erogate dalla grande distribuzione a pari merito con alcune delle marche più conosciute e caratterizzate da un costo abbastanza elevato.

Che cosa ci dicono i risultati all’interno dell’indagine a proposito dell’acqua del rubinetto, è considerata dai cittadini una possibile alternativa?
Chi usufruisce dell’acqua del rubinetto risulta essere ancora una minoranza ben definita all’interno della nostra indagine e le motivazioni di chi non ne usufruisce sono prevalentemente di carattere igienico o riguardano dubbi sulla sicurezza delle tubature. Emerge anche la necessità di ricevere più informazioni sulla qualità dell’acqua sulla quale stiamo già intervenendo migliorando la comunicazione con diverse iniziative. Più della metà dei cittadini che usualmente beve acqua del rubinetto dichiara di utilizzare sistemi di filtraggio come ad esempio una comune caraffa filtrata accessibile a qualsiasi tipo di target e in generale l’interesse per i sistemi di filtraggio per acqua del rubinetto è forte e si manifesta con la richiesta di ricevere incentivi sull’installazione di questo tipo di sistemi. Ciò è senz’altro indice di una sensibilizzazione verso una scelta più consapevole.

Il progetto AAQ (acqua ad alta qualità delle fontane comunali Asa) può davvero educare i cittadini ad una scelta più consapevole del consumo di acqua?
Alla luce dell’indagine svolta, abbiamo potuto mettere in evidenza come il consumo di acqua in bottiglia sia diminuito in quei quartieri soggetti alla presenza delle fontanelle ad alta qualità. Questo dato è un elemento di grande rilevanza e sinonimo ancora una volta di una sensibilizzazione verso una scelta più consapevole e di qualità, nonché l’inizio di un possibile cambiamento. Tra l’altro quest’anno in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti promossa dal Comune di Livorno, abbiamo fatto un test su 500 utenti ai quali sono stati fatti assaggiare “al buio” i 3 tipi di acqua (rubinetto, alta qualità delle fontanelle e acqua minerale) ed è emerso che la gradevolezza del sapore dell’acqua delle fontanelle è alta e simile a quella delle bottiglie. Oltre l’88% ha indovinato infatti l’acqua del rubinetto, mentre c’è stata molta più difficoltà a distinguere tra acqua in bottiglia e quella delle fontane.

Riproduzione riservata ©

14 commenti

 
  1. # Gino

    L’acqua delle colonnine AAQ è veramente buona. Il piccolo disagio di doverla andarle a prendere (al pari delle bottiglie in plastica dei supermercati) è di gran lunga ricompensato dalla freschezza del prodotto, dalla gratuità e dall’impatto ecologico positivo. Ben vengano nuove colonnine.

  2. # Utente soddisfatto

    L’acqua della fontanella in centro a Vicarello è di qualità inferiore a quella di Colle, Nugola e Livorno.
    Chiedo che siano modificate le fontanelle esistenti e le future, in modo che si possano riempire solo le bottiglie:
    oltre ai boccioni da 5 litri in vetro, ho visto riempire taniche da 25 litri e secchi della stessa capienza!
    Ottimo servizio.

    1. # Stella

      Perché? Noi beviamo molto, e io di solito prendo un paio di tanichette da 5 litri; a chi dò noia?!

      1. # fabio1

        perchè ci sono persone che usano l’acqua per altri scopi; questa è gratis!
        ti pongo una domanda: perchè non andare alla fontanella con 5 bottiglie da 2 litri o 7 da 1,5 litri? in teoria è la stessa cosa e quando arrivi a casa non devi travasare in contenitori più comodi per bere.
        altra domanda: se le due bocchette sono occupate da persone che hanno taniche da 25 litri, quanto tempo devo aspettare per riempire 2/4/6 bottiglie? ti sembra giusto?
        però bisogna dirvi tutto….

    2. # Antonino

      E perché non dovrebbe essere possibile riempire i boccioni da 5l?

  3. # M.Mannucci

    Finalmente una buona cosa, la prendo sempre e mi piace. A Vada è anche freschissima!

  4. # Massimo

    Per limitare uso e acquisto di acqua in contenitori di plastica ci vuole uno sforzo culturale e politico con tasse moltiplicate su contenitori di derivazione fossile e premiare le famiglie che limitano tale acquisto (riduzione evidente importo rifiuti urbani)

  5. # marco

    Mi sembra comunque che siano state installate dalla giunta precedente….allora qualcosina di buono è stata fatta

    1. # Fabio1

      ma…. davvero, o stai scherzando?

    2. # Eugenio

      Errore. Le fontanelle di alta qualità sono state installate dalla giunta Cosimi. Se poi Nogarin ha continuato, ottima scelta.

    3. # fabio1

      …. sono fontanelle ASA. Cosa c’entrano le varie giunte del Comune?
      perchè volete politicizzare qualsiasi cosa…..

  6. # maria elena

    Se possibile sarebbe bello inserire almeno una fontanella Alta Qualità in ogni scuola.

  7. # Ale66

    Ottima cosa. Mettetene una anche a Villa Maria (vicino alla fontanella già esistente) il quartiere è molto popoloso e sono sicuro avrebbe un grande successo .

  8. # Debora

    Magari una fontanella anche a Shangai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.