Cerca nel quotidiano:


Coop, presentato il Report 2021 con i dati su salute e sicurezza dei lavoratori

Prosegue l’attenzione verso i lavoratori. Scendono ancora gli infortuni, ridotti di un terzo in 2 anni e dimezzati in 9 anni. Anche il contagio da Covid-19 è stato più basso rispetto al dato nazionale. Investiti oltre 9 milioni di euro da inizio pandemia.

Sabato 5 Marzo 2022 — 10:26

Mediagallery

Prosegue l’attenzione di Unicoop Tirreno per la salute e la sicurezza dei propri lavoratori. Nel 2021 l’indice di frequenza degli infortuni, ossia il numero di infortuni ogni milione di ore lavorate, è stato pari a 26,03, in linea con l’anno precedente, ridotto di un terzo negli ultimi due anni e dimezzato negli ultimi nove.
Anche il numero di denunce per malattie professionali, nel 2021 pari a 58, si è dimezzato rispetto a due anni fa, quando è stato pari a 104.
Questi i dati contenuti nel Report 2021 del Servizio Prevenzione e Protezione di Unicoop Tirreno – la Cooperativa di consumo presente con 96 punti vendita, 550mila soci e 3.500 dipendenti in Toscana, Lazio e Umbria – elaboratori con il supporto dello Studio Arcadia, società di consulenza specializzata in Health and Safety management.
Un trend in continuo miglioramento grazie alle politiche di prevenzione attuate e continuamente migliorate negli anni da Unicoop Tirreno, che hanno permesso di innalzare il livello di sicurezza dei lavoratori della Cooperativa. Un’attenzione confermata anche in relazione alla gestione dell’emergenza sanitaria, dovuta alla diffusione del Covid-19. L’incidenza dei contagi registrati nei punti vendita della Cooperativa, al 31 dicembre 2021 pari al 9,97%, è stata inferiore rispetto a quella registrata a livello nazionale, pari al 10,61%.
Dall’inizio della pandemia, per tutelare la salute di lavoratori e clienti dal contagio, la Cooperativa ha speso oltre 9 milioni di euro, per l’acquisto di prodotti e presidi sanitari per pulizie e sanificazioni e la previsione di personale di sorveglianza nei negozi.
Unicoop, inoltre, è stata anche tra le prime aziende in Italia ad ottenere la certificazione ISO/PAS 45005 per la sicurezza sul lavoro contro il Covid-19. La certificazione si riferisce alla sede principale e a tutti gli ipermercati, supermercati e minimarket della Cooperativa, ed è tesa a dimostrare che l’azienda ha adottato azioni efficaci per la protezione dei lavoratori dal rischio di contagio, ha intrapreso un approccio sistemico nella gestione dei rischi legati al Covid e ha messo in atto azioni efficaci e tempestive contro la pandemia.
Per fronteggiare l’emergenza Unicoop, sin da subito, ha istituito un Comitato Covid-19, rappresentativo di tutta la Cooperativa, incaricato di applicare e adeguare i protocolli provenienti dalle autorità sanitarie, e ha organizzato periodici incontri con le organizzazioni sindacali, al fine di garantire il massimo livello di ascolto possibile dei lavoratori e per condividere ogni azione utile a migliorare prevenzione e protezione dal rischio di contagio.
“I dati diffusi oggi testimoniamo l’efficacia degli impegni assunti nell’ultimo decennio, per tutelare la salute dei nostri lavoratori e garantire loro la massima sicurezza nei punti vendita. La riduzione costante dell’indice di frequenza degli infortuni rappresenta un motivo di orgoglio per la Cooperativa, che pone da sempre al centro della sua politica la salute e il benessere dei suoi lavoratori”, ha affermato Marco Lami, presidente di Unicoop Tirreno.
“A questo si aggiunge lo sforzo intrapreso per prevenire il contagio da Covid-19 che ci ha permesso di tutelare i nostri dipendenti, verso i quali abbiamo rivolto attenzione e riconoscenza per il lavoro svolto, e di essere tra i primi in Italia a conseguire l’importante certificazione per la sicurezza sul lavoro contro il Coronavirus”.
“Vorrei infine sottolineare il clima di grande collaborazione che abbiamo instaurato da tempo con i rappresentanti sindacali, che colgo l’occasione di ringraziare per il supporto e il contributo al miglioramento continuo delle condizioni dei nostri lavoratori, che ci ha consentito di raggiungere questi importanti risultati”, ha concluso Lami.

Riproduzione riservata ©