Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Coraggio e forza, così Davide ha deciso di aprire ora un locale

Mercoledì 27 Gennaio 2021 — 10:56

E allora, nella speranza di una ripresa a tutti gli effetti sia per la nostra città che per tutti, forza Davide e un forza a tutti i ristoratori!

Davide Baldi, livornese doc e classe 1975, spiega che la scelta di aprire un locale in questo periodo vuole essere anche un modo per infondere un po' di coraggio a tutta la categoria

di Giulia Bellaveglia

“Una scelta simile in un momento come questo? Mi piacerebbe pensare che possa rappresentare un segnale di speranza per tutta la categoria”. Davide Baldi, livornese doc e classe 1975, spiega che la scelta di aprire un locale, il “Jhonny Stick Restaurant & Takeaway” in questo periodo vuole essere anche un modo per infondere un po’ di coraggio a tutti i lavoratori che hanno dovuto chiudere o sono stati duramente colpiti dalla crisi dovuta al Covid.
Il momento non è certo dei più favorevoli per aprire una nuova attività tra Dpcm e zone gialle/arancioni/rosse, tuttavia Baldi non si è perso d’animo e lunedì 11 gennaio 2021 ha inaugurato il suo nuovo locale in centro aperto per adesso, naturalmente, solo a pranzo.
“Il progetto è nato circa un anno fa – racconta Baldi – Quando ho individuato il fondo per poter aprire l’attività iniziavamo a sentire le prime notizie sul virus presente solamente in Cina; nessuno avrebbe potuto immaginare i risvolti che ha in seguito avuto in tutto il mondo, compresa la nostra città”. E quando, passata la seconda ondata, almeno a pranzo, è stato possibile nuovamente consumare al tavolo, dopo lo sconforto iniziale, a Baldi è venuta sia la forza che la speranza di intraprendere questa nuova avventura. “Il primo e totale lockdown di marzo 2020 mi ha costretto ad interrompere i lavori di ristrutturazione; poi un po’ la stagione estiva di nuovo al lavoro nell’altra mia attività e un po’ le successive limitazioni alle aperture dei ristoranti in autunno mi avevano quasi fatto desistere. Alla fine un misto di coraggio ed incoscienza mi ha spinto a partire comunque con questo progetto per il quale ho speso innumerevoli energie e a cui tengo moltissimo”. E allora, nella speranza di una ripresa a tutti gli effetti sia per la nostra città che per tutti, forza Davide e un forza a tutti i ristoratori!

Condividi:

Riproduzione riservata ©