Cerca nel quotidiano:


Covid: 23 sanzionati in 3 giorni fra trasloco, pausa pranzo, amici…

Tra il 7 e il 9 aprile controllate dalla polizia municipale 394 persone (23 sanzionati) oltre a 85 esercizi commerciali (un sanzionato). I controlli saranno ancora più stringenti nel fine settimana

Sabato 11 Aprile 2020 — 10:23

Mediagallery

La polizia municipale (nella foto la comandante): "Seppur con validi motivi molte le persone in movimento che sono state sensibilizzate a limitare i propri spostamenti al minimo indispensabile e con frequenze ridotte"

Continuano i controlli della polizia municipale (nella foto la comandante Annalisa Maritan) sulle strade cittadine del centro, della periferia e nei parchi per garantire il rispetto delle prescrizioni necessarie a garantire la salute pubblica minata dall’emergenza Covid 19. Tra il 7 e il 9 aprile sono state 394 le persone controllate (23 sanzionati) e 85 gli esercizi commerciali (un sanzionato). Seppur con validi motivi molte le persone in movimento, che sono state sensibilizzate a limitare i propri spostamenti al minimo indispensabile e con frequenze ridotte. Le persone sanzionate invece si erano recate fuori senza stringenti necessità o comunque  in violazione delle previsioni del DPCM. Sanzionati 4 giovani in un’auto sportiva che andavano a fare un trasloco, un signore che uscito alle 10 da casa per portare fuori il proprio cane, dopo le 12 non era ancora rientrato risultando molto lontano dalla propria abitazione, una ragazza che faceva attività fisica a più di un chilometro da casa, una signora in centro a Livorno in pausa pranzo ma residente e impiegata in altro Comune, una signora proveniente da altro Comune che era venuta a vedere il mare, un giovane che era andato a pranzo da un amico, altri due che a bordo di ciclomotore andavano a trovare un terzo amico… I controlli saranno ancora più stringenti nel fine settimana per evitare che, complice il bel tempo e la Pasqua, sia vanificato tutto l’impegno dimostrato fin ora dai cittadini per impedire la diffusione del contagio. Si ricorda infatti che la ratio dei controlli è quella di impedire spostamenti che favoriscano la diffusione del contagio da un Comune all’altro o da un luogo all’altro ma anche il passaggio del virus tra le persone. A tal proposito si ricorda la necessità di rispettare le distanze sociali e il divieto di assembramento anche nelle strade private, nelle pertinenze condominiali, nei cortili e negli spazi verdi dei condomini.

Riproduzione riservata ©