Cerca nel quotidiano:


Covid, ecco come smaltire i rifiuti: le raccomandazioni di Aamps

L’Azienda ritiene opportuno ricordare che i soggetti positivi al “coronavirus” (indicati progressivamente da Asl) e quelli non positivi ma in quarantena obbligatoria devono disfarsi dei rifiuti con la massima attenzione rispettando le disposizioni dell’Istituto Superiore di Sanità. Ecco come

Domenica 1 Novembre 2020 — 10:57

Mediagallery

Raphael Rossi, amministratore unico di Aamps: "Registriamo molta responsabilità e collaborazione da parte di tutti gli utenti impegnati nel conferimento straordinario dei rifiuti secondo le prescrizioni in essere"

Aamps informa che i servizi per la raccolta dei rifiuti erogati sul territorio comunale livornese ad oggi proseguono secondo le modalità ordinarie.
Ciò significa che la maggior parte dei cittadini devono continuare a conferire i rifiuti differenziati rispettando i giorni/orari di esposizione delle diverse frazioni merceologiche (organico, multimateriale, carta-cartone, vetro, indifferenziato) indicati nei calendari dedicati.
Anche i Centri di raccolta in via Cattaneo e in via degli Arrotini sono aperti regolarmente (non è necessario prenotare anticipatamente l’accesso), così come è attivo il servizio con le Isole Ecologiche Mobili, quello di raccolta degli oli vegetali esausti (il secondo e il quarto giovedì del mese), quello per la raccolta a domicilio degli ingombranti, dei beni durevoli e degli scalci-potature a domicilio (prenotazioni: numero verde 800-031.266 da rete fissa, tel. 0586/416.350 da rete mobile, [email protected], App “ Aamps Livorno”) e quello a supporto dei commercianti per la sanificazione dei locali (richiesta preventivo: [email protected]).

L’Azienda ritiene però opportuno ricordare che i soggetti positivi al “coronavirus” (indicati progressivamente da Asl) e quelli non positivi ma in quarantena obbligatoria devono disfarsi dei rifiuti con la massima attenzione rispettando le disposizioni dell’Istituto Superiore di Sanità recepite a livello regionale e comunale a tutela della salute dei cittadini e degli operatori che effettuano la specifica raccolta.

Soggetti non positivi in quarantena obbligatoria o in isolamento. Esclusivamente raccolta indifferenziata dei rifiuti.

– Utilizzare 2/3 sacchetti (uno dentro l’altro) in cui gettare i rifiuti indifferenziati.

– Indossare guanti monouso per chiudere bene i sacchetti senza schiacciarli con le mani utilizzando lacci o nastro adesivo.

– Gettare i guanti usati in nuovi sacchetti per il successivo conferimento.

Pazienti positivi in isolamento o quarantena obbligatoria. Esclusivamente raccolta indifferenziata  dei rifiuti

Gli operatori di Aamps si recano presso le abitazioni indicate dall’Asl per consegnare il kit apposito composto da sacchi, contenitori in cartone e nastro adesivo. A seguire effettuano il servizio di raccolta ritirando ogni 3/5 giorni (a seconda delle necessità rappresentate direttamente dai fruitori) i rifiuti indifferenziati collocati in sacchi ben chiusi all’interno di cartoni sigillati.

– Eventuali oggetti pungenti o taglienti devono essere avvolti con cura (es. con tessuti) per evitare la rottura accidentale dei sacchi.

– Segue il trasporto immediato presso l’impianto di via dell’Artigianato (incenerimento del materiale senza trattamento preliminare).

Raphael Rossi, Amministratore Unico Aamps: “Registriamo molta responsabilità e collaborazione da parte di tutti gli utenti impegnati nel conferimento straordinario dei rifiuti secondo le prescrizioni in essere. È anche vero che l’emergenza in corso e la situazione di ulteriore criticità rappresentata dagli organi competenti ci induce a non abbassare la guardia. Anzi, dobbiamo tutti insieme continuare a collaborare proficuamente con le istituzioni per arginare la diffusione del virus. Colgo l’occasione per sottolineare l’impegno e l’abnegazione profusi dai lavoratori AAMPS anche in questo contesto di particolare difficoltà”.

Ulteriori raccomandazioni a cura dell’Istituto Superiore della Sanità:

– chi è raffreddato deve usare i fazzoletti di carta e poi gettarli nel contenitore dell’indifferenziato;

– i guanti e le mascherine vanno gettati subito dopo l’utilizzo nel contenitore dell’indifferenziato;

– per i rifiuti indifferenziati usare 2/3 sacchetti uno dentro l’altro (che siano possibilmente resistenti);

– i sacchetti per i rifiuti indifferenziati devono essere ben chiusi (utilizzare un laccio o un nastro adesivo) e non devono essere compressi.

Riproduzione riservata ©