Cerca nel quotidiano:


“Crescere in digitale”: un felice incontro tra domanda e offerta di lavoro

Ecco la storia di Sara, che ha incrociato la Camera di commercio

Venerdì 16 Febbraio 2018 — 16:59

Mediagallery

Una storia finita bene. Da un progetto in cui la Camera di Commercio ha creduto, messo in campo dal Ministero del lavoro con Unioncamere e Google, è nata a Livorno la prima, bella storia: quella di un gioielliere che si guarda intorno alla ricerca di nuovi mezzi di comunicazione per la sua impresa, e quella di una ventinovenne livornese, che ha concluso da tempo i suoi studi ma non lavora.

Lei è laureata in Lingue e sta inviando curriculum in giro, ma non trova lavoro. Nel frattempo tiene con successo un blog di moda, è attirata dal mondo dei social. Per questo legge l’annuncio della Camera di commercio e si iscrive al progetto “Crescere in digitale”, frequenta con successo un corso di formazione predisposto da Google; poi incontra, ancora in Camera di commercio, alcuni imprenditori, e dopo un colloquio andato a buon fine, inizia un periodo di tirocinio nel negozio di gioielleria, che si è posto l’obiettivo di spingere con forza l’acceleratore sul web marketing dell’azienda, per stare al passo con i tempi.

Un primo scopo è già raggiunto, e per sei mesi la ragazza si è assicurata un assegno di 500 euro a carico dei fondi nazionali di Garanzia Giovani. L’imprenditore, a titolo gratuito, fruisce delle competenze acquisite dalla giovane. E qui il lieto fine: al termine del percorso promosso dalla Camera di commercio, la ragazza – Sara Marchetti è il suo nome – viene assunta dalla Martini Gioielli (una gioielleria artigiana, dove ogni pezzo è unico: titolare Federico Martini). A tempo determinato, sì, ma è solo il primo passo, dichiara l’imprenditore.

“Un piccolo risultato che però ha un valore simbolico – commenta il presidente dell’Ente camerale Riccardo Breda – innanzitutto perché testimonia l’impegno continuato nel tempo della Camera di commercio nei confronti dei giovani da una parte, e delle aziende dall’altra. Facilitare l’incontro tra chi è alla ricerca di un’ulteriore qualificazione per la propria impresa e chi, come tanti nostri giovani, sta ancora cercando lavoro è una delle azioni che l’Ente ha promosso e che stanno portando i primi frutti. Quest’anno, insieme al sistema camerale nazionale, ai Ministeri e alla Regione, stiamo puntando con decisione sulla digitalizzazione delle imprese e sulla valorizzazione delle giovani risorse, attraverso i percorsi di alternanza scuola lavoro”.

 

Riproduzione riservata ©