Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Croce Rossa, inaugurato un nuovo mezzo in memoria di Chiara Rosato

Sabato 23 Luglio 2022 — 18:48

Una mamma che ha perso tutto ma che, attraverso una delle sue più grandi passioni, è riuscita a concretizzare la perdita in una nascita: un mezzo di Protezione Civile donato al Comitato di Livorno attraverso le i fondi raccolti da amici, parenti, colleghi di lavoro e dell’associazione, aziende e tante altre realtà del territorio, tutte in memoria di Chiara

Un traguardo raggiunto grazie alla generosità di amici, parenti, colleghi e molte altre realtà. L'assessora Viola Ferroni: "Uno dei migliori esempi di generosità che abbia mai visto"

di Giulia Bellaveglia

“Oggi sono 365 giorni senza di te, senza sentir pronunciare la parola mamma. Il dolore che mi ha attraversato, e che mi attraversa tuttora è inspiegabile, il più grande che una madre possa affrontare nella vita. Questo dolore però, ho provato ad accoglierlo e a trasformarlo in amore, cercando di donarlo in tante forme a chi ne avesse bisogno. Un qualcosa che richiede molte, moltissime energie. Ed ecco che queste energie si sono trasformate in un sogno: donare a Croce Rossa un mezzo di emergenza, di aiuto alla popolazione. In questo modo ogni missione sarà fatta con Chiara al nostro fianco”. Poche parole, semplici ma di grande impatto, sono quelle che Cinzia De Gioia riesce a pronunciare, visibilmente emozionata, in memoria della figlia Chiara Rosato, venuta a mancare esattamente un anno fa a soli 30 anni. Una mamma che ha perso tutto ma che, attraverso una delle sue più grandi passioni, il volontariato all’interno della Croce Rossa Italiana in cui è attiva su più fronti e da molti anni, è riuscita a concretizzare la perdita in una nascita: un mezzo di Protezione Civile donato al Comitato di Livorno attraverso i fondi raccolti da amici, parenti, colleghi di lavoro e dell’associazione, aziende e tante altre realtà del territorio, tutte in memoria di Chiara. L’atmosfera dell’inaugurazione è tutt’altro che triste, anzi, è una vera e propria festa. Letteralmente piena di “divise rosse”. “Quando si inaugura un mezzo è sempre un punto di orgoglio – dice il presidente di Croce Rossa Livorno Giacomo Artaldi – Ma per noi l’orgoglio è doppio, perché siamo riusciti a mantenere l’impegno che ci eravamo presi di fronte ai familiari e agli amici di Chiara nell’acquistare un mezzo da dedicare alla città per le attività di Protezione Civile”. “Ciò che inauguriamo va ad accrescere un patrimonio materiale e immateriale di persone e di energie che vengono dedicate al tema dell’assistenza alla popolazione, un elemento che l’amministrazione comunale intende valorizzare e sottolineare – aggiunge l’assessora Viola Ferroni – La vicenda che ci porta qui è una storia oggettivamente drammatica, ma Cinzia ha scelto di reagire alla situazione, facendo qualcosa per la città, uno dei migliori esempi di generosità che abbia mai visto”. Tra i presenti ci sono anche il responsabile dell’ufficio di Protezione Civile comunale Lorenzo Lazzerini, don Cristian Leonardelli per la benedizione del mezzo, il questore Roberto Massucci e il delegato regionale area emergenza Cri Andrea Marchi, il quale ha voluto sottolineare l’importanza di affiancare attrezzature idonee al lavoro dei volontari, indispensabili per un lavoro ben riuscito. Dopo il taglio del nastro, il mezzo viene scoperto e una scritta su di esso balza subito agli occhi: “Ogni missione col tuo sorriso. In memoria di Chiara Rosato”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©