Cerca nel quotidiano:


CTT, firmato il trasferimento dei beni essenziali a TPL della Regione Toscana

L'Ad di Autolinee Toscane: "Il nostro impegno è rivolto ad organizzare al meglio il subentro nella gestione di un servizio essenziale com’è il trasporto pubblico"

Venerdì 30 Luglio 2021 — 15:43

Mediagallery

In un clima sereno e cordiale si è tenuta la sottoscrizione degli atti per il trasferimento dei beni essenziali di CTT Nord al servizio di TPL della Regione Toscana. Dichiara così il presidente di CTT Nord Filippo Di Rocca (nella foto a sinistra): “Abbiamo sottoscritto i contratti con Autolinee Toscane SpA con i quali abbiamo ad essa ceduto i nostri autobus, i nostri immobili, le nostre officine e quanto altro del nostro patrimonio. Non abbiamo ceduto però la storia delle aziende, che dal dopoguerra sino ad oggi, hanno garantito la continuità del servizio di trasporto pubblico locale: una storia fatta di uomini e di donne che hanno lavorato con orgoglio e serietà per i Comuni e per tutti i cittadini. Ora dobbiamo guardare al futuro. Auguro ai nuovi gestori di essere capaci di mantenere e implementare tutto il patrimonio che viene lasciato nelle loro mani, mantenendo il forte legame fra Azienda e territorio, mettendo i diritti del cittadino al centro della loro attività”.
“Dopo 5 anni di contenziosi prevale finalmente la ragionevolezza – commenta Jean-Luc Laugaa, Ad di Autolinee Toscane (nella foto a destra) – E proprio in questi giorni stiamo firmando i contratti per il passaggio dei beni essenziali. Oggi, insieme al presidente Di Rocca, abbiamo firmato quelli per il trasferimento dei beni di CTT Nord. Il nostro impegno è rivolto ad organizzare al meglio il subentro nella gestione di un servizio essenziale com’è il trasporto pubblico. Un passaggio impegnativo su cui investiamo tutte le nostre energie e competenze, in modo da assicurare un passaggio facile e senza traumi per gli utenti”.

Riproduzione riservata ©