Cerca nel quotidiano:


Da Esselunga 875mila euro per le attività culturali

Per cinque anni sarà main sponsor di Teatro Goldoni ed Effetto Venezia. Belais: "Siamo soddisfatti di questo punto d’arrivo a beneficio dei livornesi e dei turisti"

martedì 04 dicembre 2018 12:40

Mediagallery

La giunta ha approvato il contratto di sponsorizzazione da 875mila euro con cui Esselunga spa (clicca qui per il progetto, foto tratta dal post Fb di Nogarin del 24 maggio 2018 con il quale il sindaco annunciò l’incontro con i vertici dell’azienda) si impegna a contribuire per i prossimi cinque anni all’attività culturale del Comune di Livorno. Tre le linee di intervento: Esselunga sarà “main sponsor” delle prossime cinque stagioni del Teatro Goldoni con un contributo annuo di 100 mila euro e degli eventi culturali nel quartiere Venezia, in primis Effetto Venezia, con 25mila euro annue; infine l’azienda finanzierà fino al 2023 gli interventi di sistemazione, manutenzione e arredo urbano di via Enrico Meyer e del piazzale antistante il Teatro Goldoni per 50mila euro annui. “Siamo soddisfatti – dichiara Francesco Belais, assessore alla cultura – di questo punto d’arrivo, a beneficio dei cittadini livornesi e di quanti arrivano in città attirati dalla nostra offerta culturale. Questo contratto assicura fondi per migliorarla e soprattutto consente una programmazione di medio periodo che è condizione fondamentale per proseguire sulla strada della qualità, da tempo intrapresa dal Comune”. Unico vincolo contrattuale per il Comune la mancata concessione ad aziende concorrenti di Esselunga spa di sponsorizzazioni o patrocini o abbinamenti pubblicitari in relazione agli eventi e interventi indicati nel contratto.

Bus navetta e degustazioni – Si è svolto giovedì pomeriggio, 27 settembre, in sala Giunta l’incontro tra i rappresentanti del Centro commerciale naturale di Colline e i vertici di Esselunga. Un appuntamento, fortemente voluto dal Ccn e facilitato dall’amministrazione, che aveva un unico obiettivo: incrementare i progetti di collaborazione tra Esselunga e i commercianti del quartiere già previsti dalla convenzione firmata dall’azienda e dagli uffici comunali nei mesi scorsi. I vertici di Esselunga hanno infatti accolto molte delle proposte arrivate dai commercianti di Colline, prima tra tutte quella di istituire un bus navetta che, partendo dal piazzale antistante la nuova struttura di vendita, effettui un giro all’interno del quartiere e permetta così ai clienti del supermercato di scoprire i negozi al dettaglio che animano quella zona, senza dover riprendere la macchina. Non solo. Tra le varie proposte fatte da Esselunga ai commercianti, anche quella di organizzare una volta al mese delle degustazioni di prodotti locali venduti nei negozi del quartiere, all’interno del supermercato. Un’idea apprezzata dai rappresentati del Ccn, in particolare dai titolari di esercizi alimentari.

nota: i commenti con data precedente al 4/12 sono relativi al prececente articolo

Riproduzione riservata ©

52 commenti

 
  1. # Massimo

    Collaborazione totale con i vertici di Esselunga fino a modificare la viabilità per fare in modo di facilitare l accesso al supermercato a discapito dello scorrimento del flusso viario sulla Aurelia e far sparire parte del parco Berlinguer e dei marciapiedi di via Torino per far posto a rotatorie

    1. # u8go nogarinINO sono otto

      te mi sembi un po filocoop

    2. # u8go nogarinINO sono otto

      quindi filo comunista

    3. # u8go nogarinINO sono otto

      visto i tuoi amici rossi che fine ci hanno fatto fare? Area depressa

      1. # Stalino

        Da 4 anni governa Nogarin
        Forse ve lo scordate

        1. # la mi fa

          non ce lo scordiamo e infatti notiamo con piacer che ha portato 875mila euro alla principale istituzione culturale di Livorno; se stai bravo la prossima volta magari danno anche due spiccioli per le clebrazioni del compleanno di stalin

    4. # Marino

      Avete cooppizzato Livorno costringendo i livornesi a spendere di più per far la spesa, ma un vi vergognate?

  2. # Magari

    Ma la facessero la rotatoria tra via degli Etruschi e via Torino…. Incrocio supertrafficato e pericoloso…. E per quanto riguarda l’Esselunga NON VEDO L’ORA

    1. # Mauro

      Io non vedo l’ora che Livorno torni ad essere una città ricca, che l’Italia superi questo periodo di crisi, che il mio contratto a termine si trasformi in un contratto a tempo indeterminato… Te in che mondo vivi?

  3. # sergio

    cioè ….un bus navetta che parte dal supermercato e ti porta a visitare i negozi del quartiere? mi fate capire a chi può interessare?

    1. # Magari

      Hai ragione…a nessuno. La rovina di via di Salviano è stata quella cavolata di mettere parcheggi in mezzo alla strada con l’unico risultato che ora è sempre intasata… Fate il conto quanti esercizi hanno chiuso dopo questa “modifica della viabilità” senza senso. Per adesso l’esselunga c’è solo all’orizzonte…e a Pisa ahahahaha

      1. # Roberto Rossomanno

        L’ esselunga non è solo all’orizzonte ma fa un efficace servizio a domicilio e ogni mattina partono da Pisa diversi furgoni frigo per clienti di Livorno che fanno la spesa on line , continua a ridere se vuoi non sto a citarti un proverbio su dove abbonda il riso

        1. # Andrea

          la comodità della spesa on line la vedremo tra qualche anno, quando anche i supermercati saranno superflui, ed invece di 50, 60 addetti, basteranno 4 autisti con partita iva……….
          poi lamentiamoci dei posti di lavoro persi.
          il riso abbonda in certi tipi , ma tanti altri continuano imperterriti a guardare il dito invece della luna

      2. # tifosostagionato

        quanti esercizi hanno chiuso dopo questa “modifica della viabilita’ ” che in realta’ ha aumentato i parcheggi a discapito della viabilita’ verso Salviano , della corsia utilizzata da autobus , mezzi pubblici e ciclabile verso ospedale , degli utenti degli autobus in pza Damiano Chiesa ora costretti all’aperto in via Don Bosco .
        Quanti esercizi ? sentiamo quanto si conosce di Colline …..

    2. # Alvaro

      il bus navetta poi torna al supermercato e nulla vieta che la gente lo prenda per andare la.

      1. # sergio

        a ecco appunto…allora torna…. mica per andare dal supermercato ai negozi di via di salviano

    3. # fabio

      è una cosa senza senso.. chi va al supermercato per poi prendere i bus navetta e andare a fare la spesa nei negozi di quartiere? Chiaro che esselunga dice di sì per tenere boni quelli del quartiere che non si rendono conto di essere spacciati

    4. # Patrizio

      Ai commercianti che lo hanno chiesto

  4. # Lilliputz

    Cliente di Esselunga Pisa ormai da anni. Bellissimo supermercato con grande assortimento ed ottimi prodotti

    1. # ste

      Io vado a Livorno, risparmiando soldi di benzina, gomme e manutenzione dell’auto, e trovando quello che voglio. Dove vado? A seconda dei casi e delle necessità.

  5. # Andrea

    Ma di ‘osa ragionate eh! Secondo Nogarin doveva essere pronta nel 2016….poi a fine 2018 ora si parla del 2020… solo propaganda elettorale non la faranno maiiiiii

  6. # Kristy

    Sono in attesa dell’apertura Esselunga Livorno da tempo. Svelti i tempi di realizzazione.

  7. # Esselunga a casa

    Ormai pole anche non venire, tanto me la portano a casa!

    1. # LucaF

      Ahahaha hai ragione, ma montagna è andata da Maometto

  8. # Mauro 67

    Mi piacerebbe sentire i commercianti di Colline,ma mi sembra di vedere che il flusso dei clienti sia aumentato (premetto che sono apolitico,per cui nessun condizionamento). Io spesso ci passo,parcheggio negli stalli blu,non pago,mi faccio la spesa che mi occorre e me ne vado tranquillamente. Non pago solo perché le macchinette non danno resto,non perché faccio il furbo. Per quanto riguarda la rotatoria di via Torino….ben venga!

    1. # Andrea

      non da resto, ma puoi mettere 30 centesimi.
      meno scuse

  9. # ste

    Perché la gente si esalta per l’apertura di un ennesimo centro commerciale? Perché confonde la politica con il carrello? perché pensa di risparmiare soldi per spenderli in gratta e vinci? perché vuole affittare i fondi che molti esercenti saranno costretti a chiudere? per prendere il bus navetta (una presa in giro)? per rimanere bloccata negli ingorghi creati dalla nuova viabilità? PS qui si rivoluziona una fetta di città per una società privata che non produce beni essenziali, non opera nel settore secondario, ma opera nel terziario già saturo e quindi senza portare valore aggiunto (queste cose le insegnano anche alle elementari)

    1. # LA DOMENICA STATE A CASA

      davvero! Colline diventerà un nuovo porta a terra/levante… code in uscita e in entrata per l’ennesimo centro commerciale, solo che stavolta è in pieno quartiere cittadino.. UN CAOS!!!

  10. # Dario

    Nel 2001 entrai nell’ex FIAT per l’acquisto di un’auto usata. Il direttore di allora mi disse che avevano poco, in quanto stavano chiudendo. Al loro posto, continuava il direttore, doveva venire Esselunga. Quanti anni sono passati?

    1. # ivo lami

      c’è una lettura interessante da fare nella quale potrà trovare risposta alla sua domanda; e il bello è che poi il si vantava di essere il paladino della libera concorrenza

    2. # fabio1

      che a questo punto, con l’ottimo servizio di trasporto a casa, il risparmio per chi si reca attualmente a Pisa è assicurato e quindi è inutile aprire un nuovo supermercato.
      Tra l’altro, ogni poco spunta un nuovo articolo che parla di Esselunga, mentre per gli altri sappiamo ben poco (vedi ad esempio LIDL).

      1. # Pecoroni

        Minculpop

    3. # Marco

      quasi 18

  11. # Orestino

    L’apertura di Esselunga fa bene un po’ a tutti, entra in punta di piedi nel rispetto dei commercianti di zona con i quali ha già aperto una vera dialettica, alla competitività, anche perche6il rapporto qualità/prezzo Esselunga non ha eguali nell’ambito della Gdo e soprattutto la spesa a domicilio assicurata da un servizio di vera efficienza organizzativa, unica realtà attiva in questo. La Coop. sarà costretta a rivedere la politica di espansione e di offerta commerciale.

  12. # pino

    una presa in giro per i commercianti della zona è appurato che dove apre un supermercato chiudono i piccoli negozi, e quello che è peggio che la grande distribuzione non ha mai riassorbito il numero di lavoratori . fatti fuori dal mercato con la chiusura dei negozi di quartiere.

  13. # Libero

    Prossima apertura di due supermercati a Livorno: Lidl ed Esselunga.
    Stessi problemi: parcheggi, viabilità, traffico, piccola distribuzione, ecc, ecc, chi più ne ha, più ne metta.
    Con la “piccola” differenza che per l’apertura di Lidl, silenzio assoluto, nessuno protesta, tutti zitti.
    Per l’apertura di Esselunga, invece, una valanga di critiche e di ostilità.
    Eppure, entrambi supermercati, data la loro simile ubicazione, potranno creare dei problemi (veri o presunti che siano)!
    C’è qualcosa di strano che non riesco ad afferrare!!!

  14. # #CLOE

    E il 2019 si avvicina….. A buon intenditor poche parole

    1. # Fuori dal coro

      Parto da lontano.
      Quando è stato costruito il parco Levante,doppione delle fonti del corallo,in pochi si sono opposti.l’unico reale effetto sortito dall’iniziativa, è stato quello di diminuire la superficie drenante della zona,tanto da constatare che le vasche di colmata non sono risultate essere sufficienti per fronteggiare il drammatico evento che la città ha patito.
      Se cementificazione doveva essere,l’area sarebbe stato meglio utilizzarla per creare una cittadella studi,visto che i nostri ragazzi sono costretti a frequentare scuole fatiscenti è costretti a vedersi sparpagliati in occasionali succursali.
      Qualcuno ha detto qualcosa per i penny di v.le Petrarca insediati su entrambi i sensi di marcia?
      La Lidl si espande e non risulta abbiano offerto soldi per migliorare la città.
      L’esselunga è sempre stata osteggiata dalle precedenti amministrazioni,ecco perché si rifanno vivi adesso.
      Il traffico c’è e ci sarà comunque. Colline è cambiata e cambierà.
      Chi critica i parcheggi,non ricorda le auto ferme in doppia fila e se oggi cristiani si può permettere l’isola esterna, e grazie a quell’alternativa di parcheggi.
      Chi poi è nato per fare il suocero o la suocera, farà come quel giocatore che dalla panchina non sbagliò mai un passaggio ed ebbe possibilità di criticare chi era in campo.

      1. # fabio1

        Infatti è proprio il Comune che ci rende partecipi di ogni piccola mossa (giusta o sbagliata che sia).
        A questo punto, e sono passati altri 5 anni, perchè continuare a darci notizia come se fosse una cosa indolore e soprattutto necessaria?
        La Lidl sul viale Nievo è un “mondo” avanti con i lavori e nessuno se la fila….. vista la struttura, anche li ci saranno nuove assunzioni.
        Sono talmente malizioso che mi viene da pensare che tra l’attuale amministrazione e la Esselunga ci siano degli interessi particolari…. un pò come la vecchia amministrazione e la Coop. Quindi deduco che abbiamo cambiato ma i “valori” sono rimasti invariati….

  15. # Nerd

    A me sembra che qualcuno immagini che l’autobus sia la soluzione a tutto. Credo che anche un bambino sia consapevole che chi va ad Esselunga o in qualsiasi altro supermercato, ci va per fare una mole di spesa non trasportabile in autobus ma è scontato che porterà il carrello fino alla bauliera della macchina parcheggiata nel posteggio del centro commerciale. Se le persone andassero al supermercato per un pacco di biscotti, la struttura chiuderebbe subito.

  16. # Roberto

    Non vedo l’ora che apra, così ci sarà meno affollamento e coda alla Coop, numero uno in Italia, assieme a Conad (fonte: Mediobanca)

  17. # TEX WILLER

    Ma quando cominciano i lavori? dovevano cominciare all’inizio di questo anno e ancora non si vede nulla…

  18. # Fulvio

    Fine del piccolo commercio in zona

  19. # patrizio

    Lo spauracchio del timore che l’ apertura di Esselunga danneggi i commercianti limitrofi, seppur giustificato, non mi ricordo sia stato agitato così animatamente quando aprì la Coop in piazza Mazzini al Cantiere, e dette un colpo mortale al commercio di zona. Non sarà che dietro questo malumore si cela un pò di spirito polemico anche politico? Se fosse così sarebbe un po’ sciocco perchè una bella e sana concorrenza agevolerebbe noi consumatori.

  20. # Mario di Borgo

    Finalmente è cessato il monopolio Coop. anche a Livorno….un altro Muro che cade dopo quello di Berlino che ha sancito la cessazione del potere comunista nella Germania. Già gli accordi erano stati avviati dalla giunta Cosimi e di questo accordo ne godrà l’amministrazione che gestirà il potere dopo giugno dopo la devastante giunta Movimento Cinque Stelle che ha messo in ginocchio la città.

    1. # Mauro

      Che sciocchezza: Livorno è piena anche di Conad, Penny, Pam, Lidl… Dove lo vedeva questo monopolio? Bel modo quello di ragionare per tessere di partito

  21. # Elisa

    Io ormai faccio spesa da Esselunga da tempo, comodo veloce e i prezzi sono ottimi. Te la portano fino alla porta di casa cosa vuoi di più, se apre o no a questo punto è indifferente e non credo di essere la sola perché tutti i giorni si vedono i furgoni Esselunga a consegnare spese a Livorno.

    1. # Andrea

      i posti di lavoro persi ringraziano……

  22. # max

    Aspetta e spera i lavori non sono ancora partiti!!

  23. # Kristy

    Spero in una apertura de supermercato in tempi brevi.

    1. # tonio

      come dice il grande toninelli, mesi, al massimo anni ahahahahahahah

  24. # VOLTONE

    ma di 875’000 euro che danno alla città non ne parla nessuno, è obbligo ? io è la prima volta che lo sento dì, poi è tutta concorrenza che serve x avere prezzi più bassi e migliore qualità , ma chiaramente chi non ci vole anda’ un ci va, c’ avrà le sue ragioni, siamo ancora liberi di scegliere SEMPRE FORZA LIVORNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.