Cerca nel quotidiano:


Da lunedì la cultura riparte da due biblioteche

Riaprono due sezioni della Biblioteca Labronica Labronica F.D. Guerrazzi: Villa Fabbricotti e i Bottini dell'Olio. Al via i servizi di prestito e consultazione

Sabato 16 Maggio 2020 — 13:14

Mediagallery

Postazioni ridotte per osservare le regole di distanziamento igienico sanitario

La cultura riparte dalle biblioteche. Da lunedì 18 maggio riapriranno al pubblico due sezioni della Biblioteca Labronica Labronica F.D. Guerrazzi: Villa Fabbricotti e i Bottini dell’Olio. “Ringrazio gli uffici comunali che hanno lavorato a tempo di record per mettere le strutture in condizioni di poter riaprire appena è stato possibile. Siamo molto felici di restituire una casa comune a chi studia”, dichiara l’assessore Simone Lenzi. Villa Fabbricotti sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18. Il sabato osserverà l’orario 10-13.30. Un orario ridotto, rispetto alla situazione ordinaria, per adeguarsi a quello di apertura del parco, che sarà in vigore fino al 31 maggio. La biblioteca dei Bottini dell’Olio sarà aperta dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 19.30 e la domenica dalle 10 alle 19. In entrambe le strutture saranno a disposizione le sale studio, con postazioni ridotte per osservare le regole di distanziamento igienico sanitario. A villa Fabbricotti vi saranno 50 posti studio di cui 4 riservati al materiale antico e di storia locale, ai Bottini dell’Olio avremo in totale 75 posti a sedere di cui 50 ai tavoli e circa  19 su poltroncine.   Saranno effettuati i servizi di prestito, consultazione, restituzione dei volumi. Gli spazi come detto saranno adeguati alla normativa per il distanziamento, e gli utenti dovranno rispettare una serie di regole.

L’ingresso in biblioteca da parte degli utenti avverrà:

– mantenendo la distanza di sicurezza interpersonale di 1,8 m.;

– esclusivamente con mascherina protettiva, che copra naso e bocca;

– una sola persona per nucleo familiare, salvo bambini e persone non autosufficienti;

– obbligatoriamente dopo avere sanificato le mani e con l’utilizzo di guanti monouso;

– l’ingresso in biblioteca avviene dopo la verifica della salute dell’utente mediante misurazione della temperatura corporea da parte del personale addetto che non dovrà superare 37,5 gradi ;

– per ogni spazio e ambiente al pubblico, la biblioteca ha riorganizzato gli spazi, gli allestimenti, la segnaletica e i flussi di ingresso in base alle prescrizioni sulla distanza di sicurezza interpersonale;

– sono stati creati dei percorsi degli utenti, ed è stato previsto il posizionamento di sedie, alle distanze previste di 1,8m.;

– i banconi destinati alle operazioni al pubblico (reference, prestito etc.) sono stati dotati di una protezione in plexiglas, come barriera anti-respiro tra staff e utenti;

– viene previsto un servizio di sorveglianza per la controllabilità della situazione, anche in termini di assembramento e per il mantenimento del rispetto dei comportamenti individuali,

–  sarà sottoposto alla quarantena di 10 giorni tutto il materiale delle raccolte delle biblioteche che venga a contatto con gli utenti e che arrivi da flussi esterni alla biblioteca;

— verrà interdetto l’accesso diretto agli scaffali;

–  le operazioni di pulizia e le operazioni di sanificazione giornaliera degli ambienti di uso comune e/o di passaggio e delle aree di lavoro aperte al pubblico sarà svolta  due volte al giorno con una interruzione del servizio tra le 14,00 e le 14,30 per consentire lo svolgimento delle stesse ;

–  saranno previsti servizi igienici separati per il personale e gli utenti;

– saranno disposti in diversi ambienti della biblioteca, appositi raccoglitori per la raccolta differenziata di guanti monouso e mascherine.

Ripartiti “a distanza” i progetti educativi Nel/Col/Dal Museo “Giovanni Fattori” e  Nel/Col/Dal tempo di Modigliani – Nel marzo 2020 la chiusura delle scuole e del Museo civico Fattori per emergenza COVID-19 ha sospeso le attività dei progetti di educazione al patrimonio culturale Nel/Col/Dal sviluppati da MUSEIA – Laboratorio di cultura museale dell’Università di Pisa (responsabile prof. Antonella Gioli) e dal Comune di Livorno.
Ma non li ha interrotti. I progetti originali “in presenza” sono stati elaborati in modalità digitale e “a distanza”: nuovi contenuti, materiali, modalità e strumenti della Didattica a Distanza per riprendere e continuare il percorso di scoperta su arte, storia, cultura, società della nostra città.
“Progetti di qualità – sottolinea l’assessore alla Cultura Lenzi – che danno continuità alle attività dei nostri musei, che contiamo di poter aprire nel mese di giugno”

Nel/Col/Dal Museo Fattori 2.0
Dal Progetto educativo Nel/Col/Dal Museo civico Fattori di Livorno: opere, percorsi, link, che da anni si svolge al Museo, nelle aule e in città, è così nato Nel/Col/Dal Museo Fattori 2.0. Dal 13 maggio 9 classi di scuola primaria e secondaria di 2° grado di 7 istituti di Livorno ci incontrano virtualmente con diverse modalità (video attività live, video attività registrate, kit digitali ecc.) proseguendo, anzi rafforzando, un rapporto ormai pluriennale con le scuole di ogni ordine e grado della città.
ATTENZIONE: E’ ancora possibile iscriversi, contattando [email protected]

Nel/Col/Dal tempo di Modigliani: opere, percorsi, link
Dal Progetto PCTO–Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento Nel/Col/Dal tempo di Modigliani: opere, percorsi, link (in collaborazione con Camera di Commercio Maremma e Tirreno) è nato Nel/Col/Dal tempo di Modigliani SMART. Dal 5 maggio oltre 150 studenti di classi 3°, 4° e 5° di scuola secondaria di 2° grado di 6 istituti di Livorno, Portoferraio e Piombino proseguono l’esperienza avviata con la visita attiva alla mostra Modigliani e l’avventura di Montparnasse svolgendo in modalità live, in più incontri fino al mese di giugno, attività interdisciplinari di elaborazione e restituzione che dal tempo di Modigliani giungeranno ai diversi contesti geografici, storici, artistici.
ATTENZIONE: Le iscrizioni per Nel/Col/Dal tempo di Modigliani: opere, percorsi, link sono chiuse
A partire dagli approcci culturali e educativi degli originari progetti Nel/Col/Dal “in presenza”, l’offerta è stata integrata, potenziata e rinnovata mantenendo la centralità di alunni e studenti, che in maniera attiva e partecipativa continueranno a scoprire quel patrimonio culturale che anche “a distanza” è così vicino a loro, alle loro storie, alle loro vite.
Come per i progetti originari “in presenza”, grazie al Comune di Livorno e all’Università di Pisa le attività non prevedono nessun costo a carico delle scuole.

Riproduzione riservata ©