Cerca nel quotidiano:


Chiusa l’Aurelia verso Pisa, viabilità in tilt

Le alternative per arrivare nella vicina città della Torre Pendente? L'A12, l'Emilia e passare da Tirrenia

Lunedì 3 Ottobre 2016 — 07:31

Mediagallery

Scatta dal 3 ottobre la chiusura dell’Aurelia, dall’imbocco per l’Arnaccio, in direzione Pisa. Come recita il cartello giallo: “SS1 Aurelia chiusa al traffico in località Tombolo dal 3/10/16 al 16/12/16“. Il motivo del cantiere è dovuto a una ristrutturazione da parte di Anas del ponte di Tombolo. “L’intervento sulla strada statale 1 Aurelia riguarda i lavori di ricostruzione del ponte che sovrappassa la linea ferroviaria Pisa-Livorno in località Tombolo (km 325,800), nel comune di Pisa – scrive l’ufficio stampa di Anas – I lavori, del valore di circa 1,5 milioni di euro, consistono nella demolizione dell’attuale impalcato in calcestruzzo e nella realizzazione di un nuovo impalcato metallico. Le modalità di esecuzione e la gestione della viabilità saranno concordate con la Prefettura, le Forze dell’Ordine e tutti gli Enti coinvolti”. Le alternative? L’A12, l’Emilia e passare da Tirrenia. Non proprio comodissimo.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!


50 commenti

 
  1. # watson

    Perchè i tecnici burocrati lavorano in questo modo !

    1. # federica98

      2 giorni lavorativi?i cartelli c’erano dal 22 settembre…7 giorni lavorativi prima!!!!

      1. # Simona Samaritani

        Il 22 settembre il cartello recitava: Strada interrotta a partire dal 26 settembre , quindi altro che sette giorni lavorativi!!! Poi la data di inizio è slittata al 3 ottobre, ma comunque chiudere per tre mesi in inverno una strada così importante è semplicemente folle. Le alternative? A12 due volte al giorno: me la paga l’ ANAS l’ autostrada? L’ Arnaccio: un giorno sì e un giorno no si allaga in autunno e inverno (oltre a essere una strada pericolosa molto più dell’ Aurelia). Passare da Tirrenia? Stendiamo un pietoso velo sulle condizioni del traffico. Nei paesi civili certi interventi si fanno in modo da creare meno disagio possibile.

        1. # Aldo

          Hai suggerimenti? Perché se devi solo lamentarti senza nessuna buona idea sei anche tu parte del problema. Io farò l’autostrada, ma già la facevo prima. In alternativa puoi licenziarti e trovare lavoro a Livorno.

          1. # juri

            ma senti te cosa dobbiamo leggere, se facevi l’autostrada è perchè te lo puoi permettere…

  2. # Lorenzo65

    E’ la famosa tattica del ” te lo dico all’ ultimo momento, così nessuno brontola e muti a casa” . Un po’ come accade adesso quando mandano centinaia di clandestini in città all’insaputa di tutti, pure del sindaco.

    1. # viva fidel

      Boia de, è colpa dei rifugiati anche se chiudono le strade

      1. # Diogene

        Certo, tutto è colpa dei rifugiati.

        Chi è affetto da sindrome paranoica grave è così che vede le cose.

  3. # marco

    la stradina è aperta , basta passarne praticamente dentro il campo rom

  4. # Lukas

    Adesso tutto il traffico si riverserà sulla 206, e la coda all’assurdo semaforo di Montacchiello arriverà fino al Faldo. Roba da matti.

  5. # Il conformista.

    Sulla stradina vicina ai rom possono passare eccezionalmente solo I mezzi di emergenza e soccorso e le forze dell’ordine con i mezzi di istituto, quindi cari livornesoidi o pisanoidi vi dovete arrangiare a fare il giro lungo, altrimenti fate come sempre…rimanete a casa tanto …..

  6. # Trollolo

    Prendete il treno per fa Livorno-Pisa e dopo bicicletta.

  7. # Xis

    A12 Gratuita nel tratto Livorno – Pisa, mi pare l’unica soluzione!! gia’ adottata in passato!

    1. # vasco

      la risposta più intelligente, ma che nessuno considererà. Apprestiamoci a restare a casa creando disservizi per un paio di mesi adattandoci all’andazzo italiano.

    2. # faina

      boia di lusso! io tutti i giorni faccio livorno-lucca in autostrada! ora potrei fare livorno pisa a gratis, uscire e rientrare e pagare solo pisa lucca! il top!

  8. # Daniel

    ma sarà possibile imboccare l’arnaccio?

  9. # Alessandra Toncelli

    Ho scritto la lettera ‘di getto’ dimenticandomi la richiesta piu’ importante ‘AUTOSTRADA GRATIS per la tratta Pisa-Livorno!’. Se e’ un problema di soldi forse l’Ikea e le altre strutture produttive e/o commerciali di Pisa potrebbero aiutare?

    1. # marco

      certo che se per fare una giratina domenicale all’ikea allungando 15 km , e facendo la coda domenicale di tirrenia o marina – meglio non andare – PAGHINO LORO L’AUTOSTRADA CHE è ANCHE CARA 1.80 + 1.80 = 360

  10. # bollicine

    può darsi che la chiusura sia principalmente per i mezzi pesanti come è consigliato nel cartello della foto e magari per i mezzi normali possa essere adottato un semaforo con passaggio intermittente su di una sola corsia. Sarà bene che chi di dovere ci informi al più presto.

    1. # kikko

      a casa tua chiusa vuol dire chiusa solo per i mezzi pesanti?

      1. # bollicine

        a casa mia chiusa vuol dire chiusa per tutti mi sembra ovvio. Solo che lo scorso anno chiusero l’Aurelia a livello dell’Ikea e i mezzi pesanti venivano deviati sull’autostrada. Forse in questo caso c’è la possibilità di convogliare il traffico pesante sulla superstrada e quello dei pendolari deviarlo lasciando aperta la stradina a lato del ponte per rientrare al Bivio Mortellini

        1. # Deni

          Non é vero…l’anno scorso per l’Ikea chiusero per tutti

          1. # bollicine

            ci passavo tutti i giorni . Erano i camion che venivano deviati ma le auto le facevano passare con un senso alternato.

  11. # quintilio

    E’ roba da matti. Come la voragine (dal 2008) per andare a Tirrenia. E pensare che si riesce a misurare con precisione estrema la distanze delle stelle tra di loro…

  12. # France

    Quando non fanno i lavori dite che non fanno mai nulla. Se fanno i lavori brontolate perché vi tocca uscire di casa 10 minuti prima e percorrere, per un paio di mesi, una strada diversa. Certo deh… inizia a farmi pena il sindaco a dover star dietro a tutte le vostre pretese.

    1. # P. Diota

      Nogarin dimettiti!

  13. # K

    Ci sono anche quelli che vanno a Pisa anche per curarsi e non solo livornesi. Vedi Santa Chiara

    1. # Aldo

      Quelli non fanno l’Aurelia. Se abiti a Rosignano già ti conviene l’autostrada.

    2. # Fabrizio

      Aggiungo anche che il piú delle volte chi sta a Cecina va a Pisa facendo la 206, da Livorno non ci passano nemmeno.

  14. # antonio

    è raro che legga i commenti, sono veramente inutili, ma come si fa ma come si puo fareeeeee.

  15. # stefano

    La soluzione di via dell’idrovora poteva essere una valida alternativa. Certo andava spianata e rifatto l’asfalto e magari una sgomberata al campo rom. Chiudere una strada nazionale senza valide alternative mi sembra una cosa da sprovveduti, o da Anas… di solito quando si fanno lavori di tale entità che dureranno il doppio del previsto si prevedere una deviazione in zona anche al costo di riasfaltare qualche stradella in zona. Mi sembra una situazione per niente organizzata che creerà una grande congestione sulle vie alternative.

  16. # steve

    Quando si fanno lavori di tale entità che dureranno il doppio del previsto in genere si crea una strada magari più lunga detta DEVIAZIONE. Molti sono i casi di grandi lavori vedi expo milano, le frane della garfagnana ecc..La soluzione di creare un tracciato da via dell’idrovora poteva essere una valida alternativa. Deviare di 20- 30 km rimane soltanto una soluzione disagevole e poco organizzata.

  17. # Ranieri

    Adoro queste notizie perché mettono a nudo tutti i limiti di Livorno e di chi ci vive. Denigrate Pisa ma vi vergognate di dire che da lavoro ad un terzo degli occupati di Livorno. É vero che sono per lo più braccianti, facchini, operai semplici e qualche dipendente pubblico ma senza Pisa sarebbero alla fame altre migliaia di livornesi. Se non vi stanno bene i lavori per il NUOVO ponte o i percorsi alternativi, perché non vi trovate lavoro a Livorno? Tanto rimpiazzarvi é facile ora che ci sono tanti giovani rifugiati vogliosi di lavorare

    1. # Jor-El

      Sai, io a Pisa faccio il dirigente in una multinazionale, e metto in riga un sacco di gente come te. Se mi hanno cercato a Livorno, forse è perché lì in mezzo ai campi gente all’altezza non ce n’era.

      1. # Luca

        Sarà anche vero ma almeno a Pisa le multinazionali non sono scappate. In ogni caso saresti una rara, rarissima eccezione .

        1. # Jor-El

          Mi spiace dirtelo, ma nella azienda dove lavoro, su svariati dirigenti solo 1 è pisano. E questa è la prassi in moltissime aziende: si cercano le persone dove stanno, non per forza in provincia. Il mio commento era volutamente ironico e diretto alle stupidaggini scritte dal Sig. Ranieri, che parla di facchini, ecc…
          Ci sono medici, professori universitari e dirigenti vari livornesi che lavorano a Pisa e viceversa. Farne una questione di campanile è solo stupido.

  18. # Marcu

    la strada che passa davanti al villaggio dei Rom, puo’ essere una soluzione per andare verso Pisa, ma ci sono tre problemi, uno, che la strada a quanto pare la bloccano all’altezza dell’ingresso del Camp Darby, due la stradina all’inizio è interessata dalla cantiere per la costruzione della struttura del ponte, tre anche se puta caso vi fanno passare, ci si lamenta delle buche che ci sono a Livorno, da dopo l’idrovora ci vuole il carro armato per passare da li, visto i crateri che ci sono……le alternative sono quelle che si conoscono….Arnaccio, Biscottino, Coltano, Mortellini, Aurelia, per chi va nella zona dei cantieri….per chi va a Pisa, l’arnaccio e la 206 fin dentro s. Ermete, oppure la via da Tirrenia, Marina di Pisa, o la Bigattiera o la pisorno….

  19. # Dilvo

    Prima c’erano gli stradini che facevano manutenzione giornaliera…ma costa vano troppo.
    Ora si aspetta che frani poi spendendo centinaia di migliaia di euro con ditte che vengono da chissà dove con disagio dei cittadini.
    Politici ogni tanto respirare con noi.
    Grazie

  20. # Alberto

    Autostrada gratis per la tratta interessata..

  21. # adriano

    si spera nello spegnimento del semaforo aurelia arnaccio dove inizia la deviazione
    altrimenti le file di chi viene dall’arnaccio e si immette saranno chilometriche
    non sò se i tecnici si arriveranno a comprenderlo

  22. # Livornese doc

    Non ci vogliono neppure più i pisani siamo arrivati alla fine poveri livornesi

  23. # orso

    Pisa ???Cos’e’ ???
    O dove rimane ???

  24. # Giulia Salvadori

    Io ho scritto email ad autostrade vediamo cosa dicono. …certo è che tutti quelli che si lamentano dovrebbero scrivere…..

    1. # mako

      son convinto ti rispondono con la foto del gesto dell’ombrello con scritto “prrr!”

  25. # bollicine

    [email protected]
    [email protected]

    Più che un reclamo è una richiesta di buona volontà e ragionevolezza. Come ben sapete da oggi è chiusa l’Aurelia nel tratto stradale tra Pisa e Livorno. Dato l’afflusso continuo giornaliero di pendolari, studenti e utenti soprattutto ospedalieri, in molti cercheranno strade alternative con aumento di traffico e inquinamento nei percorsi alternativi. Mi sarei aspettato, come cittadino uno sforzo del comune di Pisa/Livorno, Anas e Autrostrade per rendere libero o accessibile la tratta autostradale da Pisa a Livorno e viceversa, che per pochi km non è certamente tra le più economiche (1.80 euro). Se le autorità competenti non fanno il primo passo verso questa ipotesi per inefficienza, potreste farla voi. Sicuramente ne guadagnerete come immagine. Grazie dell’attenzione.

    1. # mah...

      Tutte le estati, per permettere a Fiorentini, Pisani e Livornese – non di lavorare – ma di andare a prendere il sole sugli scogli, viene interdetto al transito dei mezzi pesanti, sia l’Aurelia, sia l’Emilia con obbligo a tutti i disgraziati che svolgono la professione di autotrasportatore ed alle aziende di trasporto, di prendere l’A1. A a nessuno (tranne ovviamente ai trasportastori che sono costretti a pagare di tasca propria i salatissimi pedaggi in entrata ed uscita) frega assolutamente niente…. basta prendere il sole!. Poi, però, quando tocca a te…..

  26. # Lukas

    Situazione di stamani: esco di casa (zona 4 mori) ore 8.00; tutto tranquillo fino a via delle cateratte, quì inizia la fila causata dal doppio senso alternato di via Leonardo da Vinci (lavori ferrovia). Faccio il ponte di Via Genova e l’Aurelia fino alla rotatoria di via Pian di Rota, dove giro per andare a prendere la Variante. In variante trovo la fila a causa dei lavori che la restringono ad una sola carreggiata. Imbocco la Fi-Pi-LI, esco a Vicarello e trovo la fila dal Faldo, causata dal semaforo di Montacchiello. Arrivo a Ospedaletto alle ore 9.05
    Fate voi.

  27. # Polemica

    io, invece, mi vorrei complimentare con chi ha deciso di far coincidere i lavori sulla variante-uscita livorno zona industriale- con quelli in via leonardo da vinci e con la chiusura della SS1. Davvero un genio della viabilità!!! e non mi dite che la colpa è dovuta al fatto che alla tavola rotonda della prefettura di PIsa, livorno non era stato invitato!

  28. # carneade

    Non entro nel merito dei lavori, quello che stupisce e fa incacchiare è che non si è visto nemmeno un vigile o un poliziotto della stradale a regolare il traffico spezzando ad intervalli una volta una fila e poi un’altra, aiutando in questo modo automobilisti ed autotrasportatori. Ma come sappiamo, sono più redditizie le contravvenzioni che non l’aiuto agli utenti della strada, purtroppo i nostri vigili sono diventati solo degli esattori e della viabilità non gliene può fregar di meno. A proposito quanti sono i nostri vigili?

  29. # Incompresi

    Ma l idrovora è chiusa o no? Dicono che se ci passi ti fanno la multa ma continuano a passarci un sacco di macchine! Qualcuno sa se si può o no??