Cerca nel quotidiano:


Danni agli addobbi dell’albero e una svastica sulla baita in piazza Grande

Due episodi spiacevoli avvenuti in pieno centro nel giro di pochi giorni. Nei guai anche due giovani (di cui una minorenne) per danneggiamento

Martedì 11 Dicembre 2018 — 17:54

Mediagallery

Due episodi spiacevoli avvenuti in piazza Grande nel giro di pochi giorni. Il primo è da registrare ai danni della casetta di legno del Centro Mondialità Sviluppo Reciproco. In questo caso si parla di vandalismo ma anche di un disdicevole gesto razzista. Sui manifesti apposti sopra la sede temporanea della Onlus che guarda l’albero di Natale, davanti al Duomo, la scorsa settimana sono apparse delle svastiche (come si vede dalle foto pubblicate in pagina) corredate da un gesto inquietante: quello di bruciare gli occhi e la bocca di alcuni bambini di colore rappresentati sulle tele pubblicitarie che ricoprono la casetta. “Un gesto stupido, ma segno dei tempi – commenta Alberto Benvenuti del Centro Mondialità – Non un semplice spregio, ma una svastica accompagnata da una scritta razzista e da dei buchi all’altezza degli occhi e della bocca dei bambini della scuola elementare di Chikopelo raffigurati sul banner del progetto SAD/Shule di Sostegno Scolastico a Distanza – specifica Benvenuti anche al giornale della Diocesi “La Settimana” – Da come è stato fatto questo atto vandalico è evidente che non si tratta di un attacco diretto alla nostra associazione, né il gesto di qualche razzista o estremista, ma piuttosto di una ragazzata appunto, di qualche adolescente o preadolescente che forse non capisce nemmeno pienamente la gravità di quelle parole e di quel simbolo. La cosa però fa riflettere e non poco. Come possiamo ancora vantarci di essere la Città delle Nazioni se i nostri giovani vivono nell’indifferenza dell’altro?”.
La sera di lunedì 10 dicembre, a seguito dei controlli predisposti dal questore Lorenzo Suraci, gli agenti della squadra volante, del reparto Prevenzione Crimine di Firenze, Ufficio Immigrazione, polizia scientifica e unità cinofile della guardia di finanza, hanno effettuato dei controlli mirati nella zona del centro da piazza Attias a piazza del Municipio fino a piazza Grande. Ed è proprio qui che sono state fermate due ragazze, una delle quali minorenne, perché si sono rese responsabili del reato di danneggiamento aggravato in concorso contro gli addobbi dell’albero natalizio posizionato nella piazza.

Riproduzione riservata ©

25 commenti

 
  1. # stalino

    non ci meritiamo niente
    nemmeno gli addobbi natalizi

  2. # Alessandro

    Dove è finita la Livorno che amo? Lo spirito solidale…

  3. # Dredd

    Possibile che non ci sia neppure una telecamera?

  4. # maremosso

    Qualcuno mi aiuti a capire. Piazza Grande non è video-sorvegliata! Cioè non c’ è uno straccio di videocamera che controlli 24 ore su 24 la piazza del duomo cittadino! Francamente non so se è più vergognoso questo o gli spregi razzisti. O meglio, è ovvio che sono molto peggiori questi, ma considerando che probabilmente si tratta di uno semplice spregio fatto da un paio di squinternati adolescenti, non so fra le due cosa è peggio. D’ altro canto, se grazie ad una videocamera i colpevoli fossero stati individuati vi sarebbe stata la possibilità di chiuderli dieci ore dentro i Quattro Mori proiettando sullo schermo le immagini di quello che gli Alleati trovarono nei campi di concentramento nazisti. E magari con il loro professore di Storia a raccontargli qualcosa che valga veramente la pena di sapere. Si…si…continuiamo pure ad utilizzare le videocamere solo per fare le multe e ad insegnare la storia solo fino a Garibaldi, e poi staremo a vedere quale futuro ci verrà regalato. Magari un altro bel Ventennio con gli adolescenti di ora a manganellare neri, disabili, operai, omosessuali, vegani, pacifisti ecc…ecc…ecc. bUON nATALE a tutti.

    1. # Pippo

      Dalle telecamere vedrai due tizie col cappello la sciarpa sul viso e forse occhiali scuri. Facilissime da identificare. Mica i pedoni hanno la targa.

  5. # Orestino

    Ci aspettavamo almeno una dichiarazione di condanna da parte del Sindaco…..

    1. # mi fate ride

      De boia questo si che avrebbe cambiato tutto… Io chiederei le dimissioni di Nogarin.

  6. # LUCA

    Purtroppo come si è soliti dire…la mamma dei dementi è sempre incinta…e a Livorno per tutto ciò che è espressione di demenza ed ignoranza siamo sempre ai vertici ahimè…

  7. # Alessandro

    Ci meritiamo solamente una società orwelliana come 1984 purtroppo

  8. # Giacomo

    Grazie “legaprimalitalliani” per la tua propaganda incessante che sdogana simili ideali come “accettabili” e li inculca nelle deboli menti degli adolescenti.

    1. # Elena

      Concordo pienamente ma qua la pena non deve essere semplicemente una multa o chiedere scusa fosse per me farei pagare una multa simbolica ai genitori ovvero la cifra della multa deve essere versata sul conto dell’ associazione colpita e le ragazze le manderei per 1 anno alla mensa caritas con obbligo di frequenza a lavorare a fianco di chi aiuta e di chi é aiutato ma non 2 ore il giorno a turno completo mattina e sera con la speranza che queste grandi menti cambino

      1. # Giacomo

        E io concordo con te. Aggiungo poi, ai fanatici delle telecamere, qualche punto. Primo tutto costa e la stessa gente che si lamenta delle “bue per le strade” poi si lamenterebbe che vengono spesi soldi per le telecamere. Secondo, la telecamera non è che ti spara un attimo prima che tu compia il gesto, ma solo aiuta ad identificare chi è stato, uso che probabilmente è già stato fatto dalla polizia. Terzo non credo che a nessuno poi piacerebbe vivere in uno stato di polizia con agenti armati ad ogni angolo e telecamere che ti spiano dappertutto. Quarto, invece di pensare solo alla repressione, fermiamoci a pensare al sistema educativo e di valori sempre meno presente, e la gravità del fatto che dei ragazzini trovino ganzo disegnare svastiche o deturpare visi di bambini di colore.

        1. # francesco

          Intanto gli impianti di videosorveglianza ci sono in tutte le città che cercano di controllare questa inciviltà dilagante ed il loro costo è facilmente recuperato con l’identificazione di tutti questi vandali che ci sono in giro oltre a controllare il territorio per reati ben più gravi aiutando le istituzioni a sanzionare con molta più facilità senza blindare il territorio che non piace neppure a me !

  9. # Ginogino

    Adesso a queste due ragazze cosa accade ?…..facciamoci pensare ai genitori vediamo cosa pensano di fare, forse gli insegneranno un po’ di educazione e rispetto?….speriamo

  10. # Penelope

    COME SIAMO CADUTI IN BASSO!!!…I “VECCHI” LIVORNESI DI UN TEMPO NON L’AVREBBERO FATTO PASSARE LISCIA……

  11. # Alessio

    Tutte le volte strumentializzamo politicamente! Non è segno dei tempi, come dice Alberto Benvenuti, ma piuttosto colpa di un estremo buonismo. Atti di questo tipo andrebbero puniti molto severamente, ancora una volta siamo figli delle politiche false di perbenismo e tolleranza. Leggi più severe e controlli più serrati ed efficaci. I nostri ragazzi, adolescenti e non, sono spesso in prima linea in volontariato e iniziative umanitarie. Quando, questi rari soggetti, vengono presi a fare queste “bravate” se così possiamo dire, bisognerebbe fare in modo che si ricordino bene il tipo di punizione che gli è stata assegnata a loro e ai loro genitori. Sicuramente faranno un colloquio con uno pseudopsicologo e via a casa pronti per nuove avventure!!!

    1. # Giacomo

      Guarda che non è che siccome ho menzionato la lega allora sono un “buonista” e non sono d’accordo con te che ci voglia rigore e rispetto delle leggi eh… le cose vanno in parallelo. Pero continuare a negare che questo governo solletica idee fasciste – vedi una su tutte il protettorato sulle occupazioni abusive e gratis di casapound, o il plauso a benzinai dal grilletto facile – è come negare che la terra sia sferica. A già ma ora usano anche i terrapiattisti, ognuno ha diritto alla sua opinione.

  12. # VOLTONE

    a chi fa questi spregi contro la città e i cittadini ci vogliono pene eccezionali , basta questo buonismo scambiato per menefreghismo SEMPRE FORZA LIVORNO

  13. # Angela Davis

    Episodio da condannare… In questi casi non si tratta solo di vandalismi e di mancata educazione civica. Tutto riflette il clima di intolleranza (ignoranza) e di razzismo che sta dilagando in tutto il paese e che purtroppo riesce anche a riempire le piazze. Proprio in questi giorni e su questi temi Amnesty international ha fornito un giudizio negativo dell’Italia.

  14. # Hack

    Penelope. cosa avrebbero fatto i vecchi livornesi?
    Le avrebbero picchiate in piazza?
    Chiariscimi grazie

  15. # Dep

    Stalino. Che significa non ci meritiamo niente?
    Mica sono le mi figliole quele due che hanno fatto sta roba. Ma senti questo..

  16. # MARCO 55

    E’ proprio vero, LA MAMMA DEGLI SCEMI
    è sempre IN CINTA, e questo lo dimostra.

  17. # Marco 975

    Gesto vergognoso, preoccupante, di assoluta gravità. Davvero il peggior modo di ricordare la strage fascista di Piazza Fontana. Tutta la mia solidarietà al Centro Mondialità.
    In questo inquietante contesto politico e culturale – dove xenofobia, razzismo ed intolleranza sono ormai istituzionalizzati e forza di governo e dove i fomentatori d’odio la fanno da padrone- i fascisti si sentono legittimati e rialzano la testa. Fino a qualche anno fa, questi squallidi non si sarebbero mai sognati di fare una cosa del genere a Livorno, città da sempre democratica ed antirazzista. Chi semina vento, raccoglie tempesta.
    E’ l’ora di tornare a mobilitarsi – sul serio – affinché certa gente torni in luoghi più consoni alla propria natura: le fogne.
    W LiVORNO ANTIFASCISTA
    RESISTENZA SEMPRE

  18. # Giuseppe Staline

    Assurdo non essere capaci di controllare neanche il cuore del centro città… sotto Palazzo Grande incuria, degrado, criminalità… in piazza Grande vandalismi, prevaricazioni ai cittadini, spregi alla comunità… Un po’ come succedesse in piazza della Signoria a Firenze o Montecitorio… Ma ci rendiamo conto? Riusciranno i nostri eroi a mettere 2 telecamere..

  19. # VOLTONE

    tutte queste cose ( ed altre ancora peggiori ) accadono perche’ in questo degrado in cui vive non solo Livorno ma tutta l’Italia tutto risulta lecito, però se fossero applicate le leggi e fossero anche più severe, senza parlare di razzismo e di fascismo ma solo di comportamenti leciti e non leciti tante persone prima di fare qualunque gesto ci penserebbero, eccome se ci penserebbero SEMPRE FORZA LIVORNO