Cerca nel quotidiano:


Decoro urbano: spot Mayor, volantini, agenti in borghese e multe per chi sporca

Al via la campagna di sensibilizzazione intitolata "Sei un ganzo se...". Comunicazione, controlli e sanzioni a favore della bellezza della città

Venerdì 19 Giugno 2020 — 18:44

Mediagallery

Per questa campagna è stato girato anche uno spot con l'aiuto del prof. Giannini che insieme ai suoi ragazzi della Mayor Von Frinzius, ha reso come sempre "magica" la comunicazione per un obiettivo comune e condiviso da tutti: il rispetto per l'ambiente che ci circonda

Mozziconi di sigarette, brick per bevande, bottiglie in plastica e vetro, lattine in alluminio. A cui aggiungere, in questa fase di emergenza sanitaria da Covid-19, anche le mascherine protettive monouso. Sono gli oggetti di piccole dimensioni che, troppo spesso, sono buttati con noncuranza in strada, così come nei giardini e parchi pubblici, creando condizioni di scarsa igiene e abbrutimento del contesto urbano (clicca qui per rivedere la diretta Facebook della conferenza stampa).
Comune di Livorno e Aamps vogliono contrastare con decisione questo fenomeno, il cosiddetto “littering” ampiamente diffuso in tutti i contesti urbani d’Italia ed Europa di medie-grandi dimensioni, concentrandosi su due versanti:

1) chiedendo la massima collaborazione ai cittadini nel mantenimento delle migliori condizioni di pulizia della città;

2) aumentando i controlli e le eventuali sanzioni da parte della Polizia Municipale.

Il principale richiamo è nel prestare la massima attenzione all’utilizzo dei cestini getta-carte. Si registrano, infatti, conferimenti non corretti di sacchetti con rifiuti che “intasano” i contenitori e che, invece, dovrebbero essere esposti davanti al proprio domicilio nei giorni/orari indicati nei calendari di raccolta dedicati durante la raccolta “porta a porta”.

L’abbandono dei rifiuti ha poi registrato un’impennata nel periodo di emergenza sanitaria che ha costretto Aamps ad interventi ripetuti di pulizia straordinaria in varie zone della città, con particolare riferimento ai Centri di Raccolta “Picchianti” e “Livorno Sud”.
L’importo di circa 300mila euro annui previsti per la realizzazione di tali interventi non è ritenuto più sostenibile. L’intento dell’Amministrazione Comunale è di utilizzare invece queste risorse per azioni di valorizzazione del tessuto urbano. Pertanto il supporto della Polizia Municipale, con l’incremento del numero di controlli e le eventuali sanzioni (fino a 3.000 €) sarà ancora più incisivo proprio per stigmatizzare i comportamenti scorretti nella gestione dei rifiuti. Comune di Livorno e Aamps puntano anche a ricreare le migliori condizioni di conferimento dei rifiuti attraverso il servizio di raccolta “porta a porta”.
Seppur da non considerare allarmanti, le percentuali di raccolta differenziata hanno subito una leggera flessione nel periodo di emergenza sanitaria mentre la volontà è di raggiungere in breve tempo il 70% di RD in linea con le normative europee.
In virtù di ciò è in corso la riprogettazione dei servizi di raccolta delle varie frazioni di rifiuti anche con l’obiettivo di migliorarne la qualità e ridurre i costi di esercizio.
La campagna di comunicazione “Sei ganzo se…” si pone quindi l’obiettivo di sensibilizzare nuovamente la cittadinanza a collaborare per il rispetto dell’ambiente e per il mantenimento e miglioramento del decoro urbano. Gli operatori del Comune e di Aamps saranno a disposizione dei cittadini anche attraverso l’info point itinerante che farà tappa negli stabilimenti balneari e nelle principali piazze della città durante il periodo estivo distribuendo materiale informativo come volantini e altri gadget utili alla sensibilizzazione sull’argomento decoro urbano. Per questa campagna è stato girato anche uno spot promozionale con l’aiuto del professore-regista Lamberto Giannini che insieme ai suoi ragazzi della compagnia Mayor Von Frinzius, ha reso come sempre “magica” la comunicazione per un obiettivo comune e condiviso da tutti: il rispetto per l’ambiente che ci circonda. Lo spot, come ha assicurato il sindaco Luca Salvetti, andrà in onda su Granducato Tv e mostrerà il modo corretto di approcciarsi alla raccolta dei rifiuti.

“L’obiettivo di questa campagna – afferma il sindaco Salvetti – è il coinvolgimento dei giovani. Attraverso la loro sensibilità, possiamo ottenere grandi cose. Tanti piccoli passi creano un cammino e una buona comunicazione è in grado di orientare il comportamento dei cittadini”. “Lunedì 21 giugno inizierà la campagna di pulizia da Villa Fabbricotti – aggiunge l’assessora all’ambiente Giovanna Cepparello – L’Amministrazione Comunale ed Aamps si rimboccano le maniche e puliscono la città, ma i cittadini devono dare una mano. E’ necessario che siano chiari due punti: i cestini gettacarta, soprattutto in estate, non devono diventare cassonetti e la raccolta porta a porta deve essere fatta con i mastelli. Chi non ha il mastello può richiederlo ad Aamps. A questo proposito tra qualche giorno in piazza del Luogo Pio sarà montato un gazebo presso il quale saranno consegnati i mastelli ai cittadini che ne sono sprovvisti – prosegue l’assessora – Ricordo che continua a essere in vigore l’ordinanza plastic free dello scorso anno. Plastica bandita sulle spiagge, all’interno degli stabilimenti balneari, nei parchi e nelle manifestazioni sportive. Infine un invito ai cittadini. I mozziconi di sigarette si gettano nei cestini e le mascherine protettive, essendo rifiuti impattanti, si portano a casa e si differenziano”.
“La Polizia Municipale – dichiara la comandante Annalisa Maritan – punta sulla prevenzione. Faremo servizi di sorveglianza anche in borghese e se necessario, sanzioneremo. Le multe, per chi abbandona i rifiuti in modo illegittimo, ma anche per chi non differenzia in modo corretto, sono piuttosto salate, si va dai 25 ai 500 euro“.
“La comunicazione con i cittadini – afferma Raphel Rossi, amministratore unico di Aamps – è un elemento imprescindibile per il raggiungimento degli obiettivi sfidanti che il Comune e l’Azienda si sono dati. Pertanto faremo il massimo sforzo in questa direzione, così da soddisfare l’utenza, cogliere segnalazioni e suggerimenti sulle nostre attività e aumentare progressivamente il grado di soddisfazione sui servizi erogato alla cittadinanza”.

Riproduzione riservata ©

26 commenti

 
  1. # Andrea

    Personalmente sogno da SEMPRE una cosa del genere!

    Grazie per questa iniziativa a nome di tutte le persone educate che esistono e che cercano di educare i propri figli.

    Spesso è difficile fare capire il perché la macchina che ti precede apre il finestrino e butta cartacce per strada.

    Si comincia dalle piccole cose.

  2. # Daniele Turini

    Si è giusto ma I tagli dell’erba ve ne siete dimenticati ci sono panchine più basse dell’erba e arbusti che sono alti come me

  3. # Francesco

    Lamberto sei e sarai sempre il n. 1!

  4. # Amedeo Salvi

    Forza che questa è la strada giusta per far capire che Livorno è bella ma anche pulita!!…

  5. # Giuseppe Cosimi

    Gia che ci siete vuotate le fontane in P.zza Colonnella che sono piene di spazzatura e liquami..

  6. # Gatti

    Sanzionate anche chi non raccoglie le deiezioni canine! I marciapiedi a Livorno sono pieni di deiezioni

  7. # Proposte

    Condivido l’attenzione per la pulizia costante dell’erba. Non solo sul lungomare, ma anche alla stazione centrale.
    L’ amministrazione cosa intende fare per riqualificare lo spazio antistante la stazione compresi i giardini fra cui occorre potare i rami di un albero che limitano il passaggio nella parte iniziale della pista ciclabile ?

  8. # gran turco

    SONO ANCHE QUESTI INTERVENTI, APPARENTEMENTE MODESTI, CHE QUALIFICANO UN BUON SINDACO ED UNA BUONA AMMINISTRAZIONE COMUNALE; SPERIAMO ORA CHE ALLE PAROLE SEGUANO FATTI CHE DURINO NEL TEMPO.

  9. # Antonio

    Sono d’accordo su un maggiore controllo e/o sull’inasprimento delle multe, ma credo anche che sia necessaria un’azione da parte del comune diretta all’aumento dei cestini in punti strategici dove si accumulano persone e quindi spazzatura. Quando fumavo (ora smesso da un anno) ed ero in città ero obbligato a fare intere strade con il filtro puzzolente in mano a causa di un basso numero di cestini. Ancora peggio sul lungomare o sulla spiaggia, dove se ne trovano anche meno. Per rispetto dell’ambiente non ho quasi mai buttato una “cicca” a terra, ma capisco chi butta a terra visto che i cestini sono veramente pochi e l’amore per l’ambiente arriva solo fino ad un certo punto, dopodiché è necessaria l’azione delle istituzioni per assistere il cittadino all’adempimento dei suoi doveri civili.

    1. # francesco

      Per le multe non serve inasprirle basterebbe solo applicarle perchè gli agenti della polizia municipale seguono semplicemente gli ordine del Comando ! Anche affermare che ci sono pochi cestini in giro (sono più di 2500 ) è alquanto strano a meno che uno quando ci passa davanti non li riconosca come cestini , è vero però che fare un centinaio di metri con la cicca della sigaretta in mano è difficoltoso ma per ecitare questo ci sono le migliaia di portacenere singoli regalati ripetutamente alle iniziative dell’Aamps ma poco utilizzati !

  10. # Italo

    Mi piace questa iniziativa, specialmente se si tenesse una lezione civica ed educativa, non sanzionatoria in via Molise, proprio davanti al fornaio, che pur cercando di differenziare, non ci riesce, forse anche a causa del troppo pane invenduto, forse per scarsa conoscenza o forse anche perchè nessuno ci ha insegnato a correggere i nostri errori, fatto sta che davanti al detto fornaio ci sono cumuli di materiale organico a cielo aperto che fanno la delizia di piccioni e gabbiani ormai stanziali ed altri animali notturni indesiderabili. Per non parlare poi quando c’è vento, io abito in via Molise e vedo anche quanta fatica e dedizione ci dedicano gli addetti alla pulizia urbana per mantenere invano un minimo di decoro e igene. Quanto sopra va a scapito di tutti e questa potrebbe essere l’occasione giusta.

  11. # gianfranco masani

    Ieri sono stato sul porto,lato piloti,ho notato che ci sono regolarmente i cestini con sacchi per la spazzatura vuoti,mentre tra gli scogli emergono bottiglie gettate per incuria da incivili che prendono il sole o che pescano;ma la capitaneria non vigila per il comportamento o per eventuale licenza di pesca?

  12. # Angela

    È necessario un controllo capillare e costante della città che versa in condizioni di degrado ed abbandono. Sarebbe opportuno anche intervenire, sanzionandoli, contro i ciclisti e i motociclisti che utilizzano i marciapiedi come piste, mettendo a repentaglio l’incolumità altrui. Bisognerebbe impartire lezioni di educazione civica, principi di cui molti risultano a digiuno.

    1. # Milu

      Giusta iniziativa. Ma faccio presente che sugli scali Saffi da via del Fante fino piazza Cavour lato fosso mancano i cestini stradali.

    2. # Linda

      Confermo appieno perché stanno attraversando sule strisce pedonali incuranti del traffico…

      1. # studiare

        I ciclisti, in assenza di intralcio ai pedoni, possono attraversare sulle strisce pedonali ai sensi art. 182 c. 4 Codice stradale tuttora in vigore. Mentre gli automobilisti in prossimità delle stesse devono diminuire la velocità anche se hanno fretta di andare al barrino !

        1. # Capire quando si studia

          4. I ciclisti devono condurre il veicolo a mano quando, per le condizioni della circolazione, siano di intralcio o di pericolo per i pedoni. In tal caso sono assimilati ai pedoni e devono usare la comune diligenza e la comune prudenza.

          1. # studiare

            Lei conferma quanto da me sostenuto, evidentemente non aveva capito !

        2. # Giuse

          Poichè le strisce sono PEDONABILI i ciclisti sono tenuti a rispettarle conducendo la bici a mano….

          1. # studiare

            E’ così difficile leggere l’art. 182 c. 4 del codice stradale in vigore ?

          2. # Nedo

            e dovete andare piano con la macchina.. che tanto poi non trovate posto e dovete girare due ore

  13. # Franco Bellaveglia

    Voglio ringraziare pubblicamente il sindaco Salvetti il quale aveva preso l’impegno di far sistemare l’asfalto di Via Piero Gobetti, ed è stato di parola. Grazie, è difficile che un politico faccia ciò che dice, ma in questo caso, bravo sindaco.

  14. # pippo

    dispiace dover segnalare che in via santa barbara adiacente via grande intorno i cassoni della raccolta differenziata la sporcizia dovuta all’abbandono dei sacchi di spazzatura sono oggetto di gabbiani e topi divieti che non si vedono bene strade gruviera tutto questo in via santa barbara devo dire che la presenza dei vigili c’è ma solo per fare multe comunque auguri buon lavoro

  15. # Dredd

    Multa da 25€ salata ? Ahahahah, falla DA 250€ e allora è salata.

  16. # Mario

    Il decoro urbano passa anche attraverso le strutture oramai abbandonate sul lungomare,le iniziative non prese per non inimicarsi parte degli elettori,lasciare la città abbandonata a se stessa.Pisa con le iniziative al Calambrone,Tirrenia e Marina ci insegna,è divenuta più lei città di mare che noi.
    Amministrare una città vuol dire molto di più,fare scelte amministrative e politiche coraggiose e importanti,non fare gli impiegati comunali ,questi hanno altri compiti.

  17. # Pippo

    Bellissima iniziativa!
    Comunque la cosa più incredibile è che su 20 commenti in almeno 15 ognuno parla di casa sua guardando sempre il proprio orticello.
    Forse bisognerebbe cambiare proprio questo nella testa delle persone…..