Cerca nel quotidiano:


Dispositivi anti abbandono, iniziano i controlli anche in città

Multa di 81 euro e 5 punti in meno sulla patente la prima volta. Multa e patente sospesa nel caso in cui si venga fermati la seconda volta nell'arco dei successivi due anni. "Nessun accanimento, saranno normali controlli"

Venerdì 6 Marzo 2020 — 14:42

Mediagallery

La comandante della municipale a QuiLivorno.it: "Nessun posto di controllo specifico, nessun accanimento, i controlli verranno svolti nell'ambito dei servizi ordinari con, d'ora in poi, una attenzione mirata alla salvaguardia del minore"

“Sì, da oggi (6 marzo, ndr) anche in città oltre alla cintura, alla assicurazione ecc… quando fermeremo un’auto e sarà presente un bambino sotto i 4 anni controlleremo che ci sia il dispositivo anti abbandono. Nessun posto di controllo specifico, nessun accanimento. I controlli verranno svolti nell’ambito dei servizi ordinari con, d’ora in poi, una attenzione mirata alla salvaguardia del minore”. A dirlo è la comandante della polizia municipale di Livorno, Annalisa Maritan, raggiunta telefonicamente da QuiLivorno.it il 6 marzo, giorno dal quale entrano in vigore le sanzioni agli automobilisti che non fanno uso del dispositivo anti abbandono quando viaggiano con minori di 4 anni. “Verificheremo – prosegue Maritan – oltre alla presenza o meno nella vettura del sistema anti abbandono che il sistema sia conforme ai requisiti ministeriali. Specifico che a bordo deve essere presente il minore sotto i 4 anni”.
Per chi, quindi, verrà fermato con figlio a bordo e non avrà dotato il seggiolone dell’anti abbandono, scatterà una multa di 81 euro (può arrivare fino ad un massimo di 326) con riduzione del 30% dell’importo, totale 56,70 euro, pagando entro 5 giorni. Oltre alla sanzione la decurtazione di 5 punti dalla patente. Infine, se nell’arco dei successivi 2 anni il conducente viene trovato di nuovo con bambino a bordo, senza dispositivo, oltre alla multa scatterà la sospensione della patente.

Riproduzione riservata ©