Cerca nel quotidiano:


Distrutto scivolo nel parco di via Bruno. “Un affronto”. Via delle Viole: 19 nuovi lampioni nel parco

Il castelletto scivolo, ora rimosso, non potrà essere riparato, l’Amministrazione vedrà, in base alle risorse disponibili, se sarà possibile sostituirlo. L'appello di Aurigi alla città

Martedì 21 Marzo 2017 — 17:33

Mediagallery

Gli addetti all’ufficio Gestione Verde Urbano hanno dovuto rimuovere lo scivolo per bambini collocato nel parco di via G. Bruno (clicca qui – nuovi lampioni nel parco di via delle Viole). Completamente vandalizzato, l’attrezzo giochi risultava infatti del tutto inutilizzabile per le condizioni in cui era stato ridotto: privo di grate protettive e con legni acuminati davvero pericolosi. “Che dire di fronte ad un fatto del genere? Quale risposta dare ad un atto così privo di senso? – dichiara l’assessore all’arredo urbano Alessandro Aurigi. “Distruggere un castelletto-giochi per bambini rappresenta non solo un danno economico ma un affronto alla comunità, ai nostri beni comuni”. “Purtroppo non è la prima volta che  i parchi gioco vengono presi di mira dai vandali – continua Aurigi – è una lotta continua a cui però non dobbiamo mai sottrarci . La cultura di pensare alla nostra città, a Livorno, come un  “bene comune”, deve essere forte e perseverante; rinnovo dunque, anche per questo triste episodio, il mio appello alla città perché i cittadini insieme all’Amministrazione vigilino sul patrimonio e ostacolino l’azione di tanti balordi”.
Il castelletto scivolo, ora rimosso, non potrà essere riparato. L’Amministrazione vedrà, in base alle risorse disponibili, se sarà possibile sostituirlo.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # ugo

    La cultura di pensare alla nostra città, a Livorno, come un “bene comune”, deve essere forte e perseverante… cominciate voi a pensare cosi che invece vi comportate come se fosse esclusivamente vostra e delle nostre lamentele ve ne fregate

    1. # Gianluca

      Trovo insensato e patologico cercare ogni pretesto per dare la colpa all’amministrazione. Livorno va male non ci sono dubbi ma io inverto le cose, ogni popolo ha il governo che si merita.

    2. # piratatirreno

      Prima di trasformare abilmente un atto vandalico in una critica, guardiamoci un po più allo specchio. Iniziamo a comportarci come un paese civile, ed anche i governanti saranno più civili.
      “…..chi non ha peccato, scagli la prima pietra…”.
      Credo che in un modo o nell’altro, ognuno di noi debba rivedere, chi più chi meno, le proprie abitudini.

  2. # John

    In questa città servirebbero telecamere ad ogni angolo !

    1. # orso

      Mica solo in questa citta’ …

      1. # Liburnico

        … intanto pensiamo noi alla nostra, poi penseremo alle altre!

    2. # gabriele toncelli

      non solo telecamere, ma cominciare dalla scuola ad insegnare educazione civica.
      Anche inasprimento delle pene per le famiglie dei responsabili con “pene esemplari”

  3. # Dilvo

    Non potrà essere riparato.!!!! ……me è di legno basta un falegname ovviamente la buona volontà

  4. # UnoACaso

    In barba ai millemila psicologi e studiosi dell’infanzia, babbo e mamma mi han cresciuto a pane e “storci di ‘ollo”.
    Stranamente non rubo.. non picchio nessuno… non distruggo beni comuni…. rispetto gli altri……
    Sapevo che, determinati comportamenti, avrebbero portato per loro natura ad una sana dose dei suddetti.
    Evidentemente, a tali individui, sono mancate all’occorrenza iniezioni di educazione e pillole di saggezza.
    D’altro canto, è anche vero che non è mai troppo tardi per iniziare a curare tali soggetti…..

  5. # giano

    Non ci sono risorse per comprare uno scivolo ? Con tutte le multe fatte in questi mesi con gli autovelox in variante altro che scivoli… altalene, dondoli, girellini e tappeti elastici! Quando si iniziera’ a pensare un po’ di piu’ ai bambini in questa citta’? Nessun problema invece per i recinti per i cani: ben due a distanza di 200 metri tra colline e via degli etruschi. E i cani che continuano comunque a pascolare con i padroni nei prati di via Torino e alle spalle della ferrovia dove vanno anche i bambini. Ma un altalena e due giochi per i bimbi no? Ma non vi vergognate?