Cerca nel quotidiano:


Divisa e basco rosso, sono i vigili di quartiere

Tre le coppie di vigili distribuite su turni giornalieri (il primo quartiere in cui opereranno è Shangai). Il vigile di quartiere è un progetto della Regione: 9 milioni in tre anni a 15 comuni toscani

venerdì 05 Luglio 2019 15:09

Mediagallery

“Siamo qui per dare ascolto, aiuto e sostegno alla popolazione e porgere vicinanza e conforto su più fronti” ha dichiarato il sindaco durante la conferenza stampa del 5 luglio nel cuore di Shangai, in via Fratelli Bandiera, nel corso della quale è stato presentato il nuovo corpo dei vigili di quartiere (pattuglia di sei vigili in divisa di ordinanza e basco rosso come previsto dalla divisa tattica del Corpo). “Non siamo qui per mettere in atto soltanto un aspetto sanzionatorio, ma per aiutare gli abitanti – ha proseguito – attivando una rete che coinvolga non solo le forze dell’ordine, ma anche le numerose associazioni che gravitano nel rione, affinché i quartieri siano più vissuti e vivi, seguiti e sicuri”. Presenti all’incontro anche la vice comandante della polizia municipale Del Forno ed il capitano Palazzetti, comandante della compagnia Carabinieri di Livorno. Il progetto della Regione, che ha messo a disposizione 9 milioni in tre anni, vede coinvolti 15 comuni toscani, tra cui Livorno. L’obiettivo delle pattuglie a piedi è lavorare nelle strade e nei quartieri più delicati, proponendosi come punto di riferimento per i cittadini ed i commercianti. Tre le coppie di vigili di quartiere distribuite in vari turni giornalieri. “Contiamo di ampliare il numero di vigili di quartiere – ha sottolineato la vice comandante – allo scopo di coprire tutto il territorio comunale e agendo in un ambito di intervento che è sempre stato quello della polizia municipale: presidiare la città e fornire risposte alle emergenze. Il progetto della Regione ci ha permesso di assumere nuovi agenti e destinare i più esperti e con esperienza a questo servizio. Inizialmente, su indicazione del sindaco Salvetti, abbiamo individuato aree precise per intervenire in modo mirato, primi fra tutti i quartieri periferici”. “Il problema più evidente di Shangai – ha proseguito la vice comandante – è l’occupazione abusiva, di conseguenza noi dovremo intervenire con un’opera di prevenzione e con servizi integrati con vari settori del Comune, in primis sociale e ufficio casa e con le forze dell’ordine”. Molti i cittadini presenti all’incontro, entusiasti della presenza dei due vigili e della particolare attenzione nei riguardi del quartiere di Shangai da parte dell’amministrazione comunale.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.