Cerca nel quotidiano:


Due cuccioli trovati sulla variante cercano casa

A trovarli un automobilista mentre stava tornando a casa dal lavoro. Per informazioni o se qualcuno li riconosce scrivere a [email protected]

Venerdì 20 Novembre 2020 — 12:13

Mediagallery

A fine novembre potranno essere dati in preaffido e poi, se il proprietario non li rivendicherà, in adozione. Per informazioni o se qualcuno li riconosce scrivere a [email protected]

Sono due cuccioli bellissimi. Mantis, femmina bianca e nera, e Drax, maschio grigio ricciuto, sono in cerca di una famiglia. Dopo quella a lieto fine del cane Igor ecco la storia di Mantis e Drax che, come racconta l’ufficio Tutela animali del Comune, è molto triste: forse si sono persi o forse sono stati abbandonati. Fatto sta che nessuno li ha ancora cercati e, come spiegano dal Comune, non avrebbero potuto essere separati ancora dalla madre non avendo raggiunto i 60 giorni di età.
Questo il modo in cui sono stati ritrovati – Sono le 20 di mercoledì 11 novembre. Un giovane livornese sta tornando dal lavoro e, uscendo dalla variante, con la coda dell’occhio scorge a bordo strada una macchiolina bianca in movimento. Guarda dallo specchietto e, senza esitare, si ferma. Sul ciglio della strada ci sono due piccoli cuccioli che corrono nel buio impauriti l’uno accanto all’altro. Il ragazzo li toglie subito dalla rampa stradale e chiama la polizia municipale. L’agente lo guida telefonicamente in un luogo più sicuro finché non arriva l’allacciatore comunale. Come da procedura, i due cuccioli sono stati poi portati alla Asl per la chippatura a nome del Comune. Sverminati e vaccinati adesso resteranno sotto le cure amorose dell’associazione di Canile Ata pc al canile comunale La Cuccia nel Bosco fino al compimento dei due mesi di età. A fine novembre potranno essere dati in preaffido e poi, se il proprietario non li rivendicherà, in adozione. Per informazioni o se qualcuno li riconosce scrivere a [email protected]. Nel 2020 l’Ufficio tutela animali, in collaborazione con l’associazione Ata pc e i canili convenzionati con il Comune di Livorno, ha dato in adozione ben 41 cani anche grazie all’instancabile e prezioso lavoro dell’associazione A.l.c.a. (Associazione Liberi Cittadini Animalisti) che proprio tramite l’incessante pubblicità e gli incentivi sulle adozioni (cibo e vaccinazioni) ha fatto sì che di queste 41 adozioni, ben 15 fossero provenienti (con tanto di certificato) proprio da A.l.c.a.

Riproduzione riservata ©