Cerca nel quotidiano:


E’ nato l’Osservatorio Immobiliare. I prezzi

Luigi Baldasseroni, presidente Fiaip Livorno: "Sono serviti due anni per dare vita a questo Osservatorio, reso possibile con le sole forze della nostra Federazione". Ecco la fotografia dei prezzi del mattone a Livorno

Venerdì 30 Settembre 2016 — 17:06

Mediagallery

di Jessica Bueno

Fiaip (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali), in occasione del suo quarantesimo anniversario, ha presentato il 30 settembre all’Hotel Palazzo, a distanza di 10 anni dall’ultima pubblicazione, un Osservatorio Immobiliare per Livorno e provincia, proponendo una fotografia aggiornata dei prezzi del mattone al mq (in allegato potete consultare i prezzi quartiere per quartiere: si va dai 2mila euro al mq per case “nuove o ristrutturate” in centro, ai 2590 per zone come Montenero e Ardenza Terra/Mare passando per i 3350 a Quercianella). L’Osservatorio, che punta ad una pubblicazione annuale, nasce con lo scopo di costituire un punto di riferimento per addetti ai lavori e/o in un’ottica di previsioni e bilanci del settore nel medio e lungo termine.

Parla il presidente di Fiaip Livorno e Fiaip regionale – “Sono serviti due anni – dice Luigi Baldasseroni, presidente Fiaip Livorno – per mettere insieme questo lavoro, reso possibile con le sole forze della nostra Federazione. Le spese sostenute sono state tutte a carico dei nostri agenti associati che, investendo i loro soldi ed il loro tempo in questa iniziativa, perseguono l’obiettivo di informare e conseguentemente tutelare i consumatori”. “Essere consulenti – continua Baldasseroni – significa essere preparati riguardo a ciò che si fa firmare al cliente; fornirgli la giusta documentazione; essere al corrente sulle varie norme vigenti che col tempo diventano sempre più difficili da attuare. L’agente immobiliare, quindi, deve avere conoscenze che spaziano dall’urbanistica alla fiscalità”. “Fiaip – ha proseguito Filippo Asta, presidente regionale Fiaip – si è dovuta battere per andare avanti in tempo di crisi. Ci sono sempre più tasse sulla casa, un’enorme pressione fiscale. Abbiamo sempre cercato di formare assiduamente ed al meglio i nostri associati, facendo in modo che gli agenti tornassero ad essere consulenti in grado di analizzare le varie problematiche ed essere a conoscenza dei diversi rischi in cui si può incorrere durante la compravendita. In Toscana siamo gli unici a richiedere la conformità urbanistica e catastale ogni qualvolta un immobile viene messo in vendita. Dobbiamo cercare di sensibilizzare il consumatore a fornire tutta la documentazione necessaria prima della proposta di vendita, in modo da snellire i tempi e le procedure burocratiche ed evitare rischi”.

Prezzi in calo – Livorno è la prima città ad essere “uscita” sulla piazza, in tempo di crisi, con un osservatorio. L’ultimo “uscito” a Livorno era risalente nel 2004. La fotografia che esce fuori dalle analisi effettuate fa riscontrare una situazione non del tutto brillante (in generale va detto che tutto il settore immobiliare, locale e nazionale, da anni sta attraversando una forte crisi che ha portato, in alcuni casi, a crolli sui prezzi del 40-45% con conseguente diminuzione delle provvigioni per gli agenti immobiliari), ma con segnali di leggera ripresa. Durante la tavola rotonda è emerso come i prezzi delle abitazioni nella zona residenziale della città abbiano subito negli ultimi 5-6 anni ribassi anche del 50% rispetto ai valori del 2009. I quartieri che sono riusciti a “combattere” meglio la discesa sono stato quelli a sud, ovvero Ardenza Mare, Antignano e Montenero Basso, dove sono stati comunque registrati ribassi dei prezzi nell’ordine del 35%. Il centro, cosiddetto residenziale (via Goito, viale Mameli, villa Fabbricotti, via Roma e viale Italia) ha continuato ad attirare acquirenti, seppur con numeri meno elevati del solito. Le zone centrali, come via Palestro, via Garibaldi, Vescovado e piazza della Repubblica sono quelle che hanno risentito maggiormente nel tempo del calo dei prezzi per via dei noti problemi alla vivibilità dei quartieri stessi. Solo a fine 2015/inizio 2016, relativamente ad appartamenti con prezzi inferiori a 60mila euro, si è risollevato l’interesse per quest’ultime zone.

Donazione di 2000 euro – Durante la presentazione dell’Osservatorio è stata consegnato un riconoscimento a Maria Luisa Gorgone, associata Fiaip specializzata in compravendita di aziende e, fino a qualche mese fa, membro del consiglio per il contributo al progresso della federazione a Livorno. La targa è stata consegnata dal vice presidente nazionale Fiaip, Mario Condò De Satriano. Inoltre è stata effettuata una donazione di 2000 euro all’associazione ‘Amici della Zizzi’.

 

Riproduzione riservata ©

Allegati