Cerca nel quotidiano:


Effetto Venezia. “Dopo i fatti di Torino, ecco come ho programmato la sicurezza nel quartiere”

L'anima del piano si chiama Davide Lombardi, un ingegnere che ha redatto il piano. E' grazie a lui che Effetto Venezia ha avuto un effetto... sicurezza di alta qualità

Domenica 6 Agosto 2017 — 07:15

Mediagallery

Forse non se n’è accorto nessuno degli oltre 145mila visitatori di Effetto Venezia, ma nelle serate della manifestazione clou dell’estate labronica era tutto sotto controllo. Ma proprio tutto…
A seguito dei tragici eventi di Torino, le cui cause sono probabilmente  riconducibili al clima sociale che da qualche anno viviamo anche in Europa, dopo gli eventi di Parigi, Londra, Nizza e più recentemente Manchester, il capo della Polizia ha emanato una circolare che prevede l’adozione di puntuali adempimenti per garantire la sicurezza degli utenti delle manifestazioni che si svolgono in luogo pubblico, introducendo, quale elemento di novità, il conferimento agli organizzatori di eventi di questo tipo un ruolo attivo, nella gestione degli aspetti della sicurezza.
La circolare precisa anche il significato del termine “sicurezza” che in lingua italiana afferisce a varie accezioni, distinguendo tra “safety”, intesa come sicurezza da eventi accidentali e “security” intesa come sicurezza da eventi dolosi.
All’organizzazione e gestione della safety partecipano attivamente anche gli organizzatori di eventi mentre l’organizzazione e gestione della security, trattandosi di ordine pubblico, viene gestita esclusivamente dalle forze di Polizia.
Uno degli adempimenti in carico agli organizzatori è la redazione del “piano di impiego degli addetti ai controlli di sicurezza”.
L’anima del piano si chiama Davide Lombardi, un ingegnere che ha redatto il piano di impiego, sempre dietro le quinte, ma è grazie al suo impegno -in sinergia con i piani della protezione civile e di emergenza sanitaria- che Effetto Venezia ha avuto un effetto… sicurezza di alta qualità.
“Gli organizzatori mi hanno conferito l’incarico di redigere il piano di cui sopra perché oltre ad essere ingegnere civile iscritto all’ordine degli ingegneri della Provincia di Livorno sono in possesso della qualifica di Security Manager ai sensi della norma UNI 10495/2015 certificata dall’ente di certificazione nazionale denominato Accredia” ci racconta Davide Lombardi.
“Ad espletamento dell’incarico mi sono occupato di redigere il piano di impiego del personale di sicurezza, che di fatto, essendo integrativo dei già esistenti piani di protezione civile e di emergenza sanitaria, assume la connotazione di piano generale di sicurezza (intesa sempre come safety), finalizzato ad avere un quadro di insieme sinergico e collaborativo.”
Ma che cosa ha valutato Lombardi per esperire al meglio l’incarico che gli è stato affidato dagli organizzatori di Effetto Venezia?
“Nella redazione del piano ho valutato la posizione e conformazione dei varchi, identificando quali adibire ad entrata ed uscita e quali solo ad uscita, ed ho valutato i percorsi di evacuazione pedonale predisponendo apposita cartellonistica per indicarli.”
E quali erano le mansioni degli operatori?
“Il piano, contiene anche le mansioni e le procedure alle quali si devono attenere gli steward, oltre alla dislocazione del personale di sicurezza che oltre agli steward prevede la partecipazione dei volontari di protezione civile e di altre associazioni. Ad integrazione del piano  ho redatto un elaborato grafico esplicativo che ho esposto durante il tavolo tecnico in questura.”
In pratica che cosa dovevano fare gli steward, anche in termini di controlli?
“Durante la manifestazione, ho accertato che i numerosi steward messi a disposizione dagli organizzatori, minimo 26 a sera, si attenessero effettivamente alle istruzioni fornite, ed ho rilevato eventuali criticità al fine di migliorare il piano. I controlli effettuati dagli steward, finalizzati ad evitare l’introduzione di bottiglie di vetro ed eventuali oggetti atti ad offendere ha rappresentato una novità per gli utenti di Effetto Venezia che è stata accettata di buon grado evidentemente per la manifesta finalità di tutela della sicurezza pubblica”.

Riproduzione riservata ©

22 commenti

 
  1. # Miriano

    O BRAVO Davide.

  2. # alinooooooooooo

    La ringraziano anche I residenti per i 5 giorni di “arresti domiciliari”

  3. # Deluso

    Sicuramente da elogiare visto che non è accaduto niente da brutto. Ma avrei una domanda per il sig. Lombardi. Durante la presentazione del Livorno calcio un gruppo di persone ha scavalcato indisturbato le transenne, è salito sul palco mostrando uno striscione enorme, ha tolto il microfono al presentatore è così hanno potuto fare il proprio proclamo, senza che una sola persona intervenisse, alla presenza della voce sindaco e dell’assessore alla cultura. Ma se invece di voler gridare le proprie (e probabilmente giuste) ragioni avessero voluto agire in altro modo, il piano della sicurezza di cui parliamo, sarebbe stato dichiarato efficiente??

    1. # zubizzarreta

      Il vero professionista della sicurezza sa anche quando far “sfogare” le persone.
      Gli intenti di quelli che hanno scavalcato non erano né provocatori né violenti, volevano solo dire la loro, in maniera brusca certo, ma senza mettere a repentaglio le altre persone. Vedrà che un teppista o un violento qualsiasi sarebbe volato ne’ fossi. A volte per evitare di peggio, specie oggi che avete psicosi e fobie di tutto, usare il buon senso salva le vite, cosa che a Torino per esempio non è stata fatta.

      1. # Karl

        Mi dispiace ma non sono d’accordo. Le regole devono essere rispettate sempre e comunque.

  4. # Ivo

    Ottimo lavoro

  5. # Orso

    Piu’ che de’ Talebani devano ave’ paura se’ Veneziani ?

  6. # Max

    Deve essere Mandrache!
    Steward pagati oltre 20000€ e alle associazioni di volontariato emarginate è come già preannunciato dal prossimo anno niente!
    Per il futuro impiegherei l’esercito!

  7. # stefano

    dopo le sette controlli, prima delle sette vale tutto ….ma come vi piace .
    una domanda ma questo quanto è pagato per dire queste cose?

  8. # Mario di Borgo

    Ancora demagogia, populismo e propaganda elettorale….ma basta…!!!…i livornesi non voteranno mai più Movimento Cinque Stelle….con questo lavoro….pagato…si dicono bravi da soli….poi Effetto Venezia un evento troppo ripetitivo..

  9. # giancarlo

    FATEMI CAPIRE : SENZA QUESTA SPESA INUTILE , L’ALTRI ANNI QUANTI MORTI CI SONO STATI ?

  10. # beppe

    AAA cercasi amministratore di condominio

  11. # Kristy

    Sicurezza ok.
    Secondo me il volume del sonoro degli spettacoli era troppo alto, in caso di pericolo la situazione diventa difficile da gestire.

  12. # Andrea

    Boh….io tornavo dal mare e ormeggiavo la barca senza problemi…se ero un terrorista facevo un macello…un mi sembra tu si Eisenhower

    1. # Riccardo

      Te in barca; il terrorista di turno poteva entrare prima delle 19, aspettare su una spalletta l’orario giusto, e poi fare un macello. Non è successo niente perché fortunatamente a nessuno è venuto a mente di fare niente. Ma sono tutti fenomeni.

      1. # roby

        PER LA FESTA DEL LIVORNO HANNO ACCESO I FUMOGENI, SE ERANO BOMBE A MANO CHI L’AVEVA CONTROLLATI? SE UN FURGONE ENTRAVA TUTTO SPARATO DA VIA DELLA MADONNA, DA VIA BORRA O DAL COMUNE CHI LO FERMAVA? NELLE STRADE CON DIVIETO D’ACCESSO NON C’ERANO PROTEZIONI, SI VEDE CHE SECONDO LORO UN TERRORISTA RISPETTA LA SEGNALETICA E DOVE C’E’ DIVIETO D’ACCESSO NON CI PASSA

  13. # Silvan

    Dunque Per la security risponde îl Questore perché attiene all’ordine pubblico; per la safety che attiene alla sicurezza come prevenzione risponde questo ingegnere. A parte il fatto che la prevenzione è o dovrebbe essere un compito dello stato e non di un tizio pagato per l’occasione, mi viene da domandare: se fosse successo qualche cosa la cui responsabilità non fosse ricaduta esattamente nella security o nella safety, chi ne avrebbe risposto anche penalmente, il questore o l’ingegnere? Probabilmente nessuno dei due. Allora, secondo me, la sicurezza di un evento, sia essa security o safety, deve ricadere in capo ad una sola persona o questore o ingegnere, ma un soggetto solo il quale se va bene si prende tutti i meriti, se va male ne paga le conseguenze. Tanto semplice!

  14. # Kristy

    Sicurezza ok, ma il volume sonoro degli spettacoli è troppo alto.

    da domenica a giovedì venerdì e sabato
    fino alle ore 24:00 limite leggi 65 db 70 db
    24:00 … 01:00 limite di legge 55 db 65 db
    01:00 … 02:00 limite di legge 55 db 60 db
    02:00 … 03:00 limite di legge 55 db 55 db

  15. # Divo55

    I riconoscimenti sulla professionalità e sulle competenze devono provenire dall’esterno e non darsi del bravo in termini autoreferenziali. Ormai questo e’ un carattere ricorrente di certi movimenti politici….

    1. # enzo

      Poche parole Grande Significato

      1. # silvio

        Tanti lettori si riconoscono nelle parole di Divo55, poche parole che mettono tutti d’accordo….mai autoreferenziarsi, purtroppo accade troppo spesso nella gestione politica di questa città. Due anni di pazienza ancora…..ma saranno lunghi….