Cerca nel quotidiano:


Esselunga, ecco il punto sui lavori

Completate le demolizioni e le successive indagini geotecniche, sono state ultimate le attività di progettazione strutturale che consentiranno di avviare, in tempi molto brevi, le attività di cantiere

Martedì 31 Dicembre 2019 — 11:40

Mediagallery

Il superstore sarà ultimato entro la fine del 2020 e avrà una superficie di vendita di circa 4000 mq, un’area verde di circa 5000 mq e un ampio parcheggio pubblico interrato con 800 posti auto

Iniziati lunedì 20 maggio 2019 con le opere di recinzione e messa in sicurezza dell’area (foto), proseguono secondo cronoprogramma i lavori che porteranno alla nascita di Esselunga nei fabbricati ex Fiat di viale Petrarca (nella foto principale il rendering di come verrà il superstore). Completate le demolizioni e le successive indagini geotecniche – fanno sapere il 31 dicembre dal quartier generale dell’azienda contattato da Quilivorno.it per rispondere ai lettori che chiedevano notizie circa lo stato di avanzamento dei lavori – sono state ultimate le attività di progettazione strutturale che consentiranno di avviare, in tempi molto brevi, le attività di cantiere per la realizzazione delle opere edili. Il superstore avrà una superficie di vendita di circa 4000 mq, un’area verde di circa 5000 mq e un ampio parcheggio pubblico interrato con 800 posti auto.
I lavori nel dettaglio – E’ ormai noto che il modus operandi di Esselunga sia quello di individuare i migliori partners per realizzare lavori di assoluta qualità e con la massima attenzione all’ambiente. Per tale motivo le opere di demolizione sono state affidate ad una azienda italiana all’avanguardia nel settore e nota per saper coniugare efficienza e sostenibilità. Non a caso è stata protagonista di apprezzati lavori in tutto il mondo, fra i quali un grattacielo a Manhattan, la stazione ferroviaria di Lione e il nuovo Apple Store di Milano. Fin dai primi lavori di demolizione è stata utilizzata la tecnologia più moderna e all’avanguardia anche dal punto di vista ambientale. Il progetto livornese prevede un drastico abbassamento delle emissioni di CO2 grazie ad un mini escavatore elettrico per alcune operazioni di recupero selettivo di rifiuti. Inoltre saranno impiegati diversi escavatori di ultima generazione – dotati di serbatoio addizionale ad urea – che riducono notevolmente l’inquinamento. Tutti accorgimenti, così come la riduzione dell’impatto sonoro nel corso dei lavori, che consentiranno un efficace e sostenibile intervento nel cuore della città livornese. Il superstore di Livorno sarà ultimato entro la fine del 2020 secondo una innovativa concezione architettonica che, con una grande facciata a vetri, privilegerà leggerezza e trasparenza dando vita ad un contesto ideale per i clienti e la cittadinanza.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Massimo

    Quando ricominciano i lavori?

  2. # Stinga Elena

    Mi interessa per lavorare quando aprono esselunga a livorno