Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Eva, Menji, Danciu e Lenuca. Livorno non dimentica

Mercoledì 10 Agosto 2022 — 12:41

Il sindaco Luca Salvetti, accompagnato dall'assessore al Sociale Andrea Raspanti ha deposto un mazzo di fiori ai piedi della tomba di Lenuca , l’unica dei quattro bambini ancora sepolta al cimitero dei Lupi alla Cigna (le altre salme per volontà dei genitori sono state traslate in Romania)

Si è svolta la mattina di mercoledì 10 agosto al Cimitero della Cigna (Lupi), la cerimonia in ricordo dei quattro bambini di famiglia rom morti tragicamente nel 2007 nel rogo della loro baracca, sotto un cavalcavia a Pian di Rota. In quel momento i genitori non erano presenti. I bambini si chiamavano Eva, Menji, Danciu e Lenuca detta Tutsa e avevano tra i 4 e gli 11 anni.

Il sindaco Luca Salvetti, accompagnato dall’assessore al Sociale Andrea Raspanti ha deposto un mazzo di fiori ai piedi della tomba di Lenuca , l’unica dei quattro bambini ancora sepolta al cimitero dei Lupi alla Cigna (le altre salme per volontà dei genitori sono state traslate in Romania).

Insieme a loro il Garante dei Minori del Comune di Livorno Stefano Romboli e la madre di Lenuca, affranta dal dolore per il ricordo della figlia e per un nuovo lutto: nel mese di marzo è deceduta in seguito ad una leucemia la sorella di Lenuca. La giovane, nata nel 1996, è stata sepolta, per volere della famiglia, vicino alla sorella morta nel tragico rogo.

Condividi:

Riproduzione riservata ©