Cerca nel quotidiano:


M5S: “All’ex Atleti 75 migranti: sono troppi”

Dentro alla struttura sono presenti 75 persone, tutti uomini dai 18 ai 46 anni. In estate i residenti hanno raccolto 500 firme per farli trasferire altrove

Martedì 25 Ottobre 2016 — 07:00

Mediagallery

Lunedì 24 ottobre, al mattino presto, il capogruppo in Regione del Movimento 5 stelle Enrico Cantone e i due consiglieri comunali Giovanni Fuoti e Marco Galigani si sono recati all’ex Hotel Atleti per un sopralluogo, dove dall’agosto scorso è stato trasferito un gruppo di migranti. Con loro c’era anche la dirigente della Prefettura, Teresa Pugliese. “La nostra presenza è stata richiesta – ha fatto sapere Cantone – dal comitato dei residenti che ci avevano sollecitato a poter fare un’ispezione”. Gli stessi abitanti che in estate avevano raccolto oltre 500 firme contro la trasformazione dell’edificio in un centro da destinare ai profughi.
Al momento quante sono le persone là dentro? Attualmente sono 75, tutti uomini dai 18 ai 46 anni, i quali stanno in una struttura, come è stato spiegato dai consiglieri, gestita dalla Cgs – sans frontières (che risulta essere una società a responsabilità limitata), allestita in fretta e che ancora deve essere completata.
Per Giovanni Fuoti la presenza di 75 persone “fa venire meno quello che è il modello di accoglienza toscano, il quale prevede che i migranti vengano accolti in gruppi di massimo quaranta”. Tuttavia la cifra appariva nel bando della prefettura (che scadrà il 31 dicembre), quindi pare che da questo punto di vista non ci siano irregolarità.
“Un’altra criticità – ha continuato Fuoti – riguarda la carenza, per queste persone, di lavori di pubblica utilità. Questi migranti infatti, fatta salva la parte dedicata alle attività educative, trascorrono il tempo senza fare niente di costruttivo, mentre alcuni di loro parlano già l’italiano o sono in grado di fare alcuni lavori”. Quello dell’accoglienza in queste strutture per i Cinque Stelle è un modello da superare: “La nostra volontà – ha affermato Marco Galigani – è quella di far accogliere negli alberghi piccoli gruppi: qui ci troviamo in un ambiente “chiuso”. In generale ciò che vogliamo è che turismo e integrazione possano convivere”. Ma ciò che chiedono con più forza i pentastellati è che la Prefettura non emetta bandi ma dia la possibilità al Comune di confrontarsi e soprattutto di potersi registrare ai bandi Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) che si basano sull’accoglienza diffusa. Cosa che darebbe modo all’amministrazione di gestire direttamente le risorse che arrivano.

Riproduzione riservata ©

54 commenti

 
  1. # STUFO

    FINALMENTE QUALCUNO CHE SE NE ACCORGE CHE SONO TROPPI. SE NON ERA PER IL MOVIMENTO 5 STELLE NESSUNO SI MUOVEVA. VORREI VEDERE COSA DIRA’ IL SIG. BELLANDI DELLA SEGRETERIA DEL PD SU QUESTA INIZIATIVA. ARRIVEREMO AL 4 DICEMBRE E SPERO CHE SIA I LIVORNESI SIA L’ITALIANI IN GENERALE NON ABBIANO I PROSCIUTTI DAVANTI AGLI OCCHI.

    1. # si

      … è quella di far accogliere negli alberghi piccoli gruppi: qui ci troviamo in un ambiente “chiuso”. In generale ciò che vogliamo è che turismo e integrazione possano convivere…

      Non è che per loro sono troppi…sono troppi in quel luogo.

      SI Il 4 dicembre non avrò il prosciutto sugli occhi

      1. # Cuorelabronico

        anche io dico si senza avere i prosciutti so che questo cambiamento magari non è perfetto MA E’ UN INIZIO A MIGLIORARLO SIAMO SEMPRE IN TEMPO. Grazie al mov5stelle per cosa? Non mi sembra che stiano dando soluzioni di qualsiasi genere, è la politica “del no e del questo è sbagliato” senza dare una soluzione se non è così mi potete fare esempi di ciò che hanno risolto.

    2. # Pino

      Gazzetti dove sei??

  2. # Carlo

    se è doveroso accogliere e salvare in mare i migranti, altrettanto sarebbe doveroso censirli rapidamente e rispedire al loro paese i non aventi diritto di asilo.
    Invece noi accogliamo tutti, passano mesi e mesi prima di riconoscere o no il diritto di asilo ( e quindi una loro collocazione in Italia) e la maggior parte fugge da centri e vive in clandestinità, dedicandosi ad attività illecite per sopravvivere ( spaccio, abusivismo, prostituzione…), rendendo oramai invivibili anche la nostra città.

  3. # AnToNIO

    capisco che può dar noia avere 75 migranti vicino casa, ma spero vivamente che la raccolta firme venga rispedita al mittente…facile dire spostarli altrove,dove?? Quindi se vengono spostati a salviano ed anche lì vengono raccolte le firme?

  4. # John

    Prepariamoci perché ne stanno arrivando il doppio rispetto al 2015, e sarà sempre peggio. Tra qualche anno saranno più di noi.

  5. # Lorenzo65

    Un tempo le vittime di guerra erano donne, bambini ed anziani. Oggi sono per la maggior parte robusti giovanotti alti … mah… Si vede che le donne e i bambini restano in Africa a combattere!

    1. # Kristy

      Non tutti sono profughi di guerra, molti scappano da paesi poveri cercando fortuna.

      1. # orso

        E la trovano finché c’è un paese di bischeri che li mette a pensione completa in hotel, lasciando gli anziani e i disoccupati senza alcun sostegno.

  6. # Renzo

    Antonio, vanno aiutati in casa loro,non possiamo accogliere tutta l’Africa. Questi hanno capito che l’Italia è un paese di tutta accoglienza, ma a tutto vi è un limite….non si tratta di esser razzisti…

    1. # AnToNIO

      La penso proprio come te! Mi riferivo al fatto che a nessuno fa piacere averli sotto casa (siamo onesti) e per questo in qualsiasi altro quartieri vengano spostati potrebbe ripresentarsi la stessa situazione di raccolta firme…e come la concedi una volta,devi riconcederla anche una seconda ed una terza ecc

  7. # Nicola

    diamo loro le case popolari…

    1. # Ivo Preservati

      Ottima idea e anche un posto fisso in qualche ufficio pubblico, così sì che potranno integrarsi perfettamente.

      1. # Nicola

        spero abbiate colto l’ironia della mia battuta 🙂

  8. # Diego

    Mi domando ancora una volta sul significato della parola “INTEGRAZIONE” SE QUESTI STANNO DALLA MATTINA ALLA SERA SENZA FAR NULLA E GIOCARE AL PALLONE NEL PARCO PUBBLICO ACCANTO ALL’EX CIOMEI….BOH????

    1. # Amerigo

      Non capisci dunque che questi saranno le risorse future del Livorno Calcio?

  9. # Lega nord livorno

    I 5 stelle non hanno fatto un bel niente,questi giovanottoni palestrati che non arrivano assolutamente da guerre devono ritornarsene a casa loro e dare una bella mano allo sviluppo ai loro paesi non si capisce cosa faranno qui che abbiamo il 40 per cento dei nostri giovani che non hanno lavoro

    1. # Kristy

      I nostri figli sono mammoni, perché ancora a casa con i genitori, precari del lavoro.

  10. # Cinzia

    Sì, come no! Per loro mancano i lavori di pubblica utilità? Invece a noi livornesi cosa manca? Fra poìno si va tutti in mezzo di strada con la disoccupazione che c’è e le istituzioni per i livornesi cosa fanno? si pensa a dare lavoro prima a loro, “poveri profughi che scappano dalle guerre”, ma datevi una patta vai!

  11. # stefano

    non devono essere spostati, devono essere rimpatriati! e basta fare i buonisti per far mangiare le cooperative…

  12. # adriano

    inutile dare la colpa al sindaco o alla giunta questi vengono collocati dalle prefetture a forza a livorno ce ne sono 440 ospitati in albergo mangiare bere telefonino e vestiti, quanto sociale potremmo fare ai livornesi bisognosi con tutti questi soldi?
    tutti gli stati europei hanno chiuso le frontiere………

    1. # pina

      …se proprio volete dire le cose informatevi
      1)vestiti li prendono alla caritas, molto spesso non sono della taglia giusta soprattutto le scarpe
      2) mangiano alla caritas (non levano nulla a nessuno la maggior parte del cibo (95%) è donato dai supermercati e piccoli negozi(sono una volontaria…ed è cosi!), ma lo stato percepisce comunque una paga per vitto per persona…questa è la cosa inspiegabile)
      3)i soldi che spettano loro li prendono a malapena in minima parte il resto va agli albergatori che gli ammassano nelle camere tipo animali e non garantiscono le pulizie primarie , nonostante siano pagati dallo stato per il servizio, quindi ci guadagnano e basta! (prendetevela con loro!)

      1. # marco

        E le cuffie stilose e telefonini per stare attaccati alle wifi come se li permettono???

      2. # tuttifurbi

        Veramente quelli alloggiati dalla Prefettura mangiano nelle strutture certificate e per quello costano 35 euro al giorno. Certo che l’ex Albergo Atleti ha vinto la schedina perchè incassa oltre 75.000 euro al mese, molto di più che alloggiare qualche turista in visita alla città ! E anche la società che li deve gestire è nata a Campiglia poco tempo prima che la Prefetta precedente decidesse l’utilizzo di quella struttura. Era all’oscuro anche il Sindaco ma altri sono capitati in piena luce !

        1. # Pina

          …e pensa sono tutte società romane quelle che ristrutturano e gestiscono

      3. # floyd

        Se è così (ma è solo parzialmente così) è ancora peggio! Comunque non dici nulla di nuovo, sapevamo della complicità interessata degli albergatori. Ma in una nazione dove la marina militare va a prendere gli stranieri sulle coste… c’è da aspettarsi il peggio. E quando le conseguenze toccheranno tutti non voglio vedervi piagnucolare.

      4. # piratatirreno

        Ma cosa vai dicendo!!!! la prima ad informarti dovresti proprio essere te!!!
        Facciamo un piccolo vademecum:
        1) i vestiti (comprese mutande e calzini e comprese anche le spese di lavanderia)) vengono forniti dalle associazioni/società che hanno vinto la gara di appalto per la gestione dei richiedenti asilo (e non profughi, ma richiedenti asilo, che è una cosa moolto diversa che non sto qui a spiegare)
        2)la biancheria (lenzuola, coperte, materassi e federe) viene fornita dall’associazione (comprese le spese di lavanderia)
        3)il vitto e l’alloggio sono a carico delle stesse associazioni (e non usano il servizio della caritas ma sostengono delle spese presso mense private)
        4)le cure mediche, fino a quando non viene riconosciuto lo status di “richiedente asilo” e quindi fino a quando non vengono registrati e gli viene rilasciata la tessera sanitaria, sono a carico dell’associazione (cure molto costose, e tra l’altro prima che venga riconosciuto lo status e che quindi vengano passate le cure in esenzione passa molto tempo)
        4)il materiale per la cura della persona viene fornito dall’associazione (saponi vari, schiuma barba, lamette, carta igienica, ecc)
        5)la “paghetta” viene erogata dall’associazione
        6)il canone di affitto della struttura ospitante e le utenze (acqua, luce, gas, adsl) viene pagato dall’associazione
        7)l’interprete e l’insegnante d’italiano sono forniti e pagati dall’associazione
        8)i dipendenti per la gestione del centro di accoglienza sono pagati dall’associazione

        per il momento non mi viene in mente altro, ma comunque rinnovo il consiglio di prima: prima di parlare per sentito dire, si informi, e questa volta si informi bene.

        1. # Pina

          Informati tu…forse ti basi sulle carte io sull’atto pratico dal momento che do loro da mangiare alla Caritas e i vestiti
          …mmm ….questi saputelli….

        2. # Pina

          ….non è per sentito dire…

      5. # bruno

        Volontaria ? ci dici quanto prendi al mese?

        1. # Pina

          Da loro zero. Lavoro part time e posso permettermi ogni tanto di aiutare gli altri facendo la volontaria……ma invece di criticare ed essere cosi maligni datevi da fare…coi fatti…siete penosi

          1. # piratatirreno

            anche io gli do da mangiare, e non vengo a prenderlo di certo alla Caritas……se poi questi fanno i furbetti e mangiano due volte a pranzo e 2 a cena, questo non posso saperlo.
            Ma vorrei sfatare il mito che soltanto la Caritas promuove opere di bene…..esistono molte altre associazioni che danno lo stesso servizio senza lucro alcuno, se non le conosci ti prego di informarti, di non fare di tutta un’erba un fascio e soprattutto ricordati una cosa molto importante che distingue il Volontario Vero ……siamo tutti utili e nessuno indispensabile!!
            l’umiltà e l’anonimato di chi offre questi servizi dovrebbe sempre stare al primo posto…..purtroppo oggi è rimasta quasi soltanto una teoria.
            Comunque sono curioso di sapere se tante volte (con orario part-time) lavori per puro caso alla caritas, ed altre volte svolgi lo stesso servizio fuori dall’orario di lavoro.
            Le rinnovo l’invito ad informarsi meglio, e la ringrazio per il …”penoso” che mi ha dedicato!
            Buona giornata.

          2. # Nicola

            Pina certe frasi non meritano risposta, lascia perdere. è un antro di quelli che “finchè non tocchi nel mio non brontolo”

          3. # orso

            Brava pina , aiutali .Rifagli il letto ,piccinini,si dovessero sciupa’ a fare le pulizie o a rassettare da soli.D’altronde lo scrivi te che avrebbero diritto ad essere serviti , mica vorrai si rifacciano le camere come noi.A loro ci vuole la donna di servizio …
            Vedrai far un po’ di tempo si ride…

        2. # Pina

          Caro pirata tirreno. Non lavoro alla caritas sono una libera professionista laureata che lavora in uno studio e come sempre in italia strutturata e sottopagata se proprio lo vuoi sapere ho figli un marito non ho ne villa ne suv che piace tanto ai livornesi….ma il tempo, la voglia e la forza le trovo sempre per dare il mio contributo non solo ai profughi ma ahimè ad una società che sempre più si basa sul volontariato in molti campi. Mi piacerebbe sapere tu che fai….mi sa da come parli niente ..

  13. # piratatirreno

    Praticamente la gestione vorrebbe prenderla il comune….se non ho capito male.
    I migranti accolti al palazzo S.Anna in venezia, che sono oltre 100 se non vado errato (o poco meno), quelli non sono troppi?
    Venezia è diversa da ardenza mare??!! credo di si, li nessun sopralluogo, o almeno non è stato pubblicato.

  14. # floyd

    Almeno non c’è più l’ipocrisia di chiamarli profughi, visto che sono semplici migranti economici (e anche dei più benestanti in relazione agli altri dei loro paesi, altri loro connazionali che non possono intraprendere il viaggio o che preferiscono lottare per cambiare le cose “in loco”).

  15. # Lega nord livorno

    La lega Nord Livorno vuole esprimere tutta la solidarietà al comitato (Via dei pensieri e Via verdi)per le problematiche che stanno affrontando

  16. # Vogliamo Schettino come scafista!

    Purtroppo molti falsi profughi che l’Italia cerca di integrare (anche con il metodo dei Carabinieri) non lo fanno e divergono. Sono impropri come dice Salvini.

  17. # Carlo

    domanda :
    ma se le condizioni del paese da cui fuggono per guerra e mancanza di diritti umani, dovessero cambiare, quindi pace e tutela dei diritti umani ….
    allora questi non sarebbero più profughi e dovrebbero necessariamente ritornare da dove sono venuti.
    col … piffero questi ritornano a casa !!!

  18. # turista

    Ha affermato Marco Galigani: “La nostra volontà è quella di far accogliere negli alberghi piccoli gruppi…In generale ciò che vogliamo è che turismo e integrazione possano convivere”.
    E’ si questa è proprio la strada per favorire il turismo ahahahahahahahahahaha

  19. # Renziano

    sono troppi? troppo pochi vorrete dire.
    Dobbiamo invece accoglierli molti di più, dare a ognuno di loro una casa decorosa e un buon vitalizio.
    Diamo un segnale al referenudum: SI’ per un’Italia multiculturale, SI’ per incrementare l’accoglienza dei migranti.
    Ce la faremo a svuotare un continente, serve ancora un po’ di tempo ma ce la faremo!
    No al razzismo, SI’ AL REFERENDUM

    1. # Sono populista no pidino

      Dio perdona loro che non sanno nemmeno cosa blaterano

    2. # si_si_si

      Ehehehehe mi sa che tu voti no.

      E’ dura arrampicarsi sugli specchi ed infatti non ci riesci, però un bel po’ di populismo spicciolo lo sai fare, vesti di verde, vesti di nero o vedi le 5stelle…cadenti?

      Un SI per il futuro sperando che tu voti no per il passato

  20. # Morgiano53

    Ricordo che all’atleti lavoravano delle persone che hanno perso il proprio lavoro perchè oggi usa fare le cooperative per i migranti, comunque tutti i giorni arrivano barconi ma ci sarà poi una fine o si svuoterà l’africa, di questo passo sprofonderà l’europa

  21. # lev

    I 5S stavolta hanno ragione…dobbiamo evitare i ghetti e le aggregazioni troppo numerose,solo cosi’ potra’ avvenire nel tempo una reale integrazione…Gruppi di massimo 5 persone

  22. # Carlo

    x Renziano
    secondo me se, come dici, svuotiamo l’ Africa ( e fra poco ci riusciremo), in Italia staremo un pò strettini…!!! Abitanti Africa stime 2013 1 miliardo e 100 milioni ….

  23. # adriano

    certo pagano le cooperative ma queste prendono soldoni dallo stato si viaggia a diversi miliardi annui per non parlare poi di tutti i costi sociali che questi ci causano, per non parlare di quando poi prendono la cittadinanza , carte spesa, bonus bebe, case popolari, esempio a pisa il 60% degli alloggi assegnati nell’ultimo bando son stati presi da immigrati,
    precedenza negli asili con esclusione dei nostri figli, ecc ora parlano anche di collocazioni a lavoro bravi ….. ah per la Caritas generalmente i vestiti usati nel 99%dei casi vengono ceduti a ditte che riciclano vestiario che poi va a finire nelle attività di vendita al dettaglio dell’usato sui mercati per capirsi, con i soldi ricevuti la caritas aiuta chi ha bisogno

  24. # gabry

    vado controcorrente…e dico che a parte la presa per i fondelli di non essere profugo che non sopporto..( ma a monte c’e qualcuno che ingrassa) il nostro sociale e’ da brividi…pensate che una persona livornese doc che ha pagato tasse ed ha lavorato tutta la vita in forma legale se ha una pensione di accompagnatoria perché’ inferma nel caso passi un mese in ospedale le tolgono le 500 euro come se la sanità’ fosse in grado di coprire tutti i suoi bisogni..cari amministratori ricordatevi che tutto torna indietro..speriamo che siate colpiti nel corso della vostra vita a scoprire i veri bisogni.

  25. # Gianni

    Qui livorno continua ad impedire commenti sui FINTI PROFUGHI NIGERIANI. Non si capisce a chi deve questa linea! Finanziatori???
    Siamo liberi di esseri contrari ad una invasione non di gente che lavora ed aiuta la città ma di nullafacenti nigeriani giovani ben vestiti con cuffiette e Wi-Fi pagati da noi, sono in ozio in attesa di cosa non si sa!!!. Questa invasione incontrollata e becera di finti profughi sta facendo diventare razzisti anche noi che non lo siamo mai stati in tutta la vita!!!

  26. # andrea

    Ora se ne accorgono ? Poi sono CLANDESTINI , venuti illegalmente nel nostro Paese.

  27. # andrea

    Cara Pina ,
    precedenza agli italiani .

  28. # giovanni

    ancora una volta il M5S spara aria fritta con proposte utopistiche, irrealizzabili, come il RDC che io mi sono letto attentamente!!! sono simpatizzante da quando è nato, ma finora ha combinato ben poco, oltre opporsi a qualsiasi dialogo; cosa pensa il Movimento di cambiare le cose con la manifestazione di Roma di gennaio o con una rivoluzione???? abbiamo un leader che c’è a corrente alternata sparando proclami da cabaret, un altro che non si vede mai che pare abbia un influenza in qualsiasi decisione come Richelieu, Sinceramente mi son stufato di questa inconcludente; premesse buone, ma anche Renzi aveva delle premesse ottime prima di diventare primo ministro.M5S sveglia!!!!!!!