Cerca nel quotidiano:


Già danneggiato il nuovo parco giochi

Danneggiata la nuovissima area giochi del Parco Terracini, inaugurata ad ottobre, con scritte sullo scivolo e sulla panchina e un tentativo di bruciare il seggiolino dell’altalena. L’assessore Aurigi ringrazia gli abitanti della zona che si sono resi disponibili a vigilare sui beni comuni

Venerdì 18 Novembre 2016 — 13:58

Mediagallery

E’ di queste ore il danneggiamento alla nuovissima area giochi del Parco Terracini con scritte sullo scivolo e sulla panchina e un tentativo di bruciare il seggiolino dell’altalena. L’inaugurazione dei nuovi giochini è infatti dello scorso mese di ottobre e il costo è stato di circa 11mila euro.
Di fronte a questo ennesimo attacco vandalico al bene pubblico, l’assessore Aurigi fa un appello agli abitanti della zona: “Oltre allo spreco di risorse pubbliche che potrebbero essere più utilmente impiegate in altro, questi danneggiamenti ai beni di tutti sono capaci soltanto di generare sentimenti di rabbia nelle persone che frequentano in questo caso Parco Terracini. Sono loro infatti che ci hanno immediatamente segnalato l’accaduto. Ringrazio queste persone che si sono rese disponibili e faccio un appello a tutti quanti affinché si possa insieme vigilare sul bene comune e quindi scoraggiare l’azione di pochi. Auspico quindi davvero che, con l’aiuto di tutti, questa insana abitudine al danneggiamento venga progressivamente sostituita dalla cultura del rispetto”.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb

Nuova apertura? Cambio sede? Lancio prodotto? Visibilità di 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivo https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]


43 commenti

 
  1. # Nome

    Quando a Livorno si capirà che ormai le telecamere di videosorveglianza devono essere sempre installate, sarà sempre troppo tardi.
    Purtroppo ignoranza e nullafacenza fanno di Livorno (ma non solo) una città del terzo mondo.

    La cura è una sola, controllo del territorio e punizioni esemplari.

    Questa fantomatica libertà che viviamo, ormai è diventata solo una scusa per fare quello che si vuole senza alcun rispetto di niente e nessuno.

    1. # Nedo

      Serve educazione!!! I nostri figli sono sempre più maleducati e ignoranti, i genitori non spendono abbastanza tempo ed energia nell’educazione dei figli, nell’insegnamento dei valori e dell’importanza delle cose pubbliche.
      La scuola da sola non è in grado di provvedere all’educazione delle vostre progenee datevi una mossa, staccatevi dalla televisione, dai computer, dai divani e dai telefonini e passate del tempo con i vostri bambini. Insegnateli cos’è il rispetto e come ci si comporta. Lo so che i genitori lavorano tutto il giorno e sono stanchi ma i figli sono impegnativi e dovevate pensarci prima di metterli al mondo, adesso ci sono ed è vostro dovere farli crescere ed educarli al rispetto e alle norme del vivere civile. Datevi una mossa genitori, la colpa è solo vostra. Prendetevi le vostre responsabilità e insegnate ai vostri figli a prendersi le loro.

      1. # massimo

        Oohhhh…un applauso al tuo commento!
        Hai detto solo cose giuste.
        Il problema Nedo e’ che non puoi levare il sangue da una rapa, l’educazione che non danno ai figli e’ quella che loro stessi non hanno.

      2. # Irene

        Concordo con te al 100% Nedo

      3. # Batipelagico

        La cosa più triste è che invece pare che i genitori qualcosa ai figli abbiano insegnato. Come sarebbe possibile per un adolescente nel 2016 avere così bene impressi certi simboli ormai (per fortuna) scomparsi dalla maggior parte dei media?

      4. # floyd

        Bravo Nedo.

  2. # sara calvani di corea

    persone perse dietro telefonini e vite false, senza valori e senza futuro che non hanno l’educazione e la dignità di essere cittadini votanti…eredi di battaglie del passato…ed il futuro sono loro….

    1. # fata morgana

      a guardare bene le scritte mi sembra che i valori li abbiano: quelli del comunismo. Gli è stato insegnato che il comunismo è la libertà e il non comunismo è la repressione.

  3. # Fox65

    La madre degli imbecilli è sempre incinta.

    1. # Amaranto67

      In particolare a Livorno

  4. # LucaG

    Amen!

  5. # Adamo

    Direi già livornesizzato

  6. # bimbone

    una vergogna…..in giro ci sono sempre più persone che se ne fregano di tutto e tutti…..a prescindere da nazionalità, età, professione, sesso……
    Questo dovrebbe essere un posto dove andare con i bambini……uno schifo..!!!

  7. # Liburnico

    solo una parola… BASTARDI…!!!

  8. # Rossano

    E le telecamere?? Dovrebbero essere in ogni angolo pubblico. Siamo in mano agli infermi mentali.

    1. # thomas gamba

      Non servono le telecamere, ma un trapianto di cervello

  9. # giramondo

    Queste notizie che leggo sono pugni nello stomaco,per una persona come me,che ha girato il mondo ma innamorato a vita della sua Livorno..

  10. # Federico Foligno di Stazione

    fossero questi i problemi…arrabbiatevi per le cose serie!

    1. # elit

      Quali sono per te le cose serie? Ecco perché c’è pieno di vandali, non danno importanza al bene comune come ai fatto tu. Il comune ha speso 11000 euro per il parco ti sembra poco? Hai bisogno anche tu di un po’ di educazione civica.

    2. # Luisa

      Ottimo commento, vengo a casa tua a scrivere sui muri se vuoi, questo è un bene pubblico e deve essere tenuto bene in quanto è da condividere e far giocare i nostri figli.

    3. # Irene

      E’ proprio perchè ci sono persone come te (che se ne fregano del rispetto di persone e cose) che esistono problemi seri

  11. # Dredd

    Bla bla bla bla…tante chiacchere e pochi fatti, mentre l’assessore chiacchera i vandali distruggono e la polizia municipale non fa niente, Aurigi dimettiti

    1. # ugo

      perchè con Cosimi era meglio?

      1. # elit

        Cosimi è sparito da quasi tre anni! Non vi potete nascondere dietro al passato! Dovete fare i fatti per cui siete stati votati.

      2. # Dredd

        “era”…”c’era”…”prima…”..”ma gli altri”…”ma loro…” ma vivi nel presente o nel passato? Quelli di ora sono autorizzati a fare male perchè gli altri facevano peggio? Ma che commenti grillini scrivi?!?!?

  12. # ettoro

    E si continua ancora a meravigliarsi ? State con i piedi per terra o pensate di vivere in un contesto di civiltà virtuale? Non vi rendete conto della gente che circola per le strade. A Livorno sembra di essere in qualche paese remoto del sud di 30 anni fa. Ecco gli elfi….

  13. # Nando

    Vergogna vergogna vergogna !!!!

  14. # Rosso Dentro

    Stima per le falci e martello disegnate!

    1. # karl

      Bravooo speriamo che le faccino pure a casa tua.. o alla tua macchina..

    2. # elit

      Sei fuori dal tempo!

    3. # Liburnico

      Sei un piccolo provocatore fuori tempo e fuori tema!!!

    4. # Slartibartfast

      Allora perché non te ne vai a vivere in Cina?…anzi no in Corea del nord, poi ce lo racconti come ci si vive, sempre se riesci a tornare….
      Cuba non te la propongo tanto diventerà il 51 stato tra qualche anno.

  15. # amaranto67

    direi che c è di peggio… giorni fa c’era un ragazzo col cane (ovviamente che defecava e senza guinzaglio) che si bucava … c’ha avuto anche da ridire quando qualcuno si è incavolato nel vederlo gettare la siringa in terra….

  16. # MACO

    Scusate l’ignoranza, ma dov’è questo parco?
    “gli abitanti della zona…” ma quale zona??

  17. # piratatirreno

    Di sicuro non sono persone adulte (almeno spero) e proprio per questo non gli è difficile scavalcare la recinzione del parco. Tutte le sere dalle ore 23 circa fino alle 2 di notte, circolano nel quartiere dei ragazzini (3 o 4) dai 14 ai 17 anni, tutti vestiti di nero, con caschi in testa (anche se girano a piedi, ed alcune volte parcheggiano i motorini in posizioni strategiche per la fuga….infatti poi, dopo aver combinato non so che cosa, sfrecciano con gli scooter a tutta velocità ed a luci ovviamente spente) con fare sospetto ed atteggiamenti strani (si guardano continuamente intorno, guardano se c’è qualcuno affacciato alle finestre, ecc). Ma prenderli per un orecchio, portarli a casa dai genitori e denunciare quest’ultimi per abbandono di minore non è possibile? (visto che sono minorenni).
    Guarda caso, in questi stessi giorni sono avvenuti anche fatti di vandalismo/furto sulle auto dei residenti.
    Grandi o piccini…se ce li becco son dolori….
    Sono ragazzini residenti nella zona, Italiani e non.
    I veri vandali e bastardi sono i genitori. Vergognatevi!!
    Il problema è che genitori così ce ne sono sempre di più.

    1. # piratatirreno

      Dimenticavo….questi personaggini, giro spesso anche nel quartiere coteto!! Ed anche qui (ma guarda te a volte le coincidenze!!) 2 giorni fa e ieri notte, atti di vandalismo e furti alle autoin sosta durante le ore notturno!!!

  18. # roberto

    come al solito le scritte con la falce e martello sono in ogni luogo e nessuno le toglie, siete e siete stati la rovina di Livorno e dell’italia.

  19. # Giulio

    Osservando quei simboli, sono ragazzetti cresciuti in una curva dello stadio, dove il miglior insegnamento è stato apprendere simboli dei quali ignorano in gran parte il significato.

    Livorno alè livorno alè, e questo è il risultato.

    Bravi genitori.

  20. # Save

    Risolvibile con Telecamere di Video Sorveglianza… chi rompe paga !!!
    Putroppo dispiace dirlo, ma siamo pieni di persone senza un minimo rispetto per gli altri…vandali e cattivi nell’animo. Che tristezza…

  21. # Linda

    telecamere dappertutto e più controlli per la città con pene più severe!!!ora basta mi sono stufata di vivere in una città e in un paese sempre più degradato

  22. # pippo1

    bah, falce e martello, autonomia operaia ……… di chi saranno questi figli???

  23. # Kristy

    Maleducazione e menefreghismo, un vero degrado generale.

  24. # Silvano

    Credo che Nome e Nedo abbiano centrato in pieno il problema.
    Ci vogliono sorveglianza, fermezza e pene esemplari. Purtroppo e’. anche vero che viviamo in un contesto di democrazia fantomatica.