Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Gli studenti ricordano il trentennale della strage di Capaci. Sipario sul progetto #Sceglilastradagiusta

Lunedì 23 Maggio 2022 — 15:05

il progetto appena concluso si è sviluppato in 7 eventi ognuno dei quali aveva un tema sviluppato attraverso incontri con i rappresentanti della tematica trattata tra cui cyberbullismo, il valore dell'inno nazionale, la magistratura, i rappresentanti delle Istituzioni, lo sport, la musica e la disabilità

Lunedì 23 maggio in occasione della celebrazione del 30° anniversario della strage di Capaci, all’interno del Teatro 4 Mori si è svolto l’evento conclusivo per l’anno scolastico 2021/2022 del progetto #sceglilastradagiusta, che ha visto la partecipazione di rappresentanze dei 15 istituti scolastici di Livorno e provincia che hanno aderito allo stesso. Sono stati accolti circa 400 ragazzi tra le mura del teatro cittadino.
Un anno fa in piazza Garibaldi tutte le scuole livornesi avevano abbracciato il progetto #sceglilastradagiusta che durante l’anno scolastico hanno onorato con l’impegno rendendo merito alla memoria di Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta, Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Di Cillo.
Quest’anno il progetto appena concluso si è sviluppato in 7 eventi ognuno dei quali aveva un tema sviluppato attraverso incontri con i rappresentanti della tematica trattata, a cui hanno seguito momenti di approfondimento dei ragazzi nelle rispettive classi a cura dei rispettivi insegnanti.

I temi trattati hanno riguardato:
– Il tema valoriale sul tricolore nazionale ed inno d’Italia curato direttamente dal questore Massucci e dal comandante dell’Arma colonnello Sole.
– La disabilità con il Garante delle persone disabili che ha visto la straordinaria partecipazione di Fabrizio Torsi e Valerio Virgili.
– Il Cyberbullismo con l’arrivo e la sosta in questa provincia del Truck – Una vita da social a cura della polizia postale.
–  Lo sport con diversi incontri con rappresentanti della scherma olimpica e paralimpica, a cura del maestro di scherma Marco Vannini.
– Incontro con il personale ospedaliero, dottor Franchini della Asl, destinato al corpo docente sul tema dell’alimentazione.
– Incontri con Marco Voleri per l’Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni.
– Incontri con i rappresentanti della magistratura, con la partecipazione straordinaria del procuratore Alfredo Morvillo, fratello della signora Francesca Morvillo, moglie del giudice Giovanni Falcone, nonché con i rappresentanti della questura di Livorno, quali il dirigente della squadra mobile Lo Deserto e della dirigente della divisione amministrativa e sociale, Papa.

Ogni tematica è stata successivamente approfondita nelle classi grazie al prezioso contributo di tutto il corpo insegnante che ha seguito passo passo gli studenti. Al termine dei 7 eventi ogni scuola ha prodotto un elaborato di vario genere. Al termine tutti gli istituti sono stati premiati con una apposita pergamena a loro dedicata a memoria del valore dell’impegno costante svolto.
Gli istituti cittadini partecipanti sono stati: Micheli/Bolognesi, Bartolena, Micali, Mazzini/Gamerra, Don Roberto Angeli, Picchi, Minerva/Benedettini, scuola statale 1° Borsi.
Una classe musicale dell’Istituto Borsi si è esibita nell’inno nazionale a chiusura dell’iniziativa, oltre che in altri pezzi musicali in onore del noto compositore livornese Pietro Mascagni.

Condividi:

Riproduzione riservata ©