Cerca nel quotidiano:


Gloria: “I miei dieci anni con il fegato nuovo”

La storia di Gloria: "Voglio raccontare a tutti come un semplice gesto possa cambiare l'intera vita di una persona. Invito chi può farlo a donare sangue e midollo osseo". Il presidente Avis, Bagnoli: "Serve altro per capire, quanto è importante e bello donare?!"

Mercoledì 25 Aprile 2018 — 08:10

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Gloria Chiarini è una ragazza livornese come tante altre che di recente ha festeggiato un anniversario davvero speciale: dieci anni dal trapianto di fegato. Un’operazione che le ha permesso di continuare a vivere quando a soli ventisette anni le era stato dato poco più di un anno di vita. Proprio in occasione di questa ricorrenza Gloria ha deciso di raccontare a Quilivorno.it la sua storia allo scopo di sensibilizzare sul tema della donazione di sangue, midollo osseo e organi.
“All’età di dodici anni ho iniziato ad avere i primi disturbi – spiega Gloria – Dopo numerose analisi e vari accertamenti mi è stata diagnosticata la colangite sclerosante, una malattia rara che riguarda un complesso di disturbi del fegato e che ha come unica speranza di vita esclusivamente il trapianto dello stesso. Sono ormai dieci anni che ho ricevuto in dono un fegato nuovo che mi ha permesso di continuare la mia vita in condizioni normali ed è per questo motivo che sono qui a raccontare a tutti come un semplice gesto possa cambiare l’intera vita di una persona. Soltanto tre persone su dieci riescono ad avere un trapianto. Il fegato non è l’unica cosa che mi è stata donata. Infatti, durante tutte le fasi del trapianto ho avuto bisogno di numerose sacche di sangue che ho avuto a disposizione grazie alla generosità dei donatori. Il mio appello consiste quindi oggi nell’invitare chi può farlo a donare sangue e midollo osseo e ad iscriversi alle associazioni che si occupano della donazione degli organi”. “Gloria festeggia 10 anni da quando ha ricevuto un dono importante, un fegato nuovo – ha scritto il presidente Avis Comunale Livorno, Matteo Bagnoli, postando su Fb un selfie con lei – Grazie Gloria, serve altro per capire quanto è importante e bello donare?!”.

In occasione di questo evento Gloria ha organizzato insieme all’associazione Aircs (Associazione italiana per la ricerca sulla colangite sclerosante), un’associazione onlus internazionale con sede nella nostra città, una giornata all’insegna della ricerca, della solidarietà, ma anche del divertimento, alla quale hanno partecipato numerose persone e associazioni come la presidente Aircs Stefania Cappanera, Paola Muti direttrice scientifica di Aircs, professoressa di oncologia e direttrice del laboratorio di epidemiologia molecolare e prevenzione dei tumori alla McMaster University Canada & Chair, docente in terapie oncologiche sperimentali alla Arcelor Mittal Dofasco, il direttore dei Joyful Gospel Ensembre Riccardo Pagni, il narra-attore Fabrizio Brandi col suo spettacolo “Ci vuole fegato” basato sulla vera storia del fratello trapiantato nel maggio 2009, Avis Comunale Livorno nella persona del presidente Matteo Bagnoli, Avis Comunale Rosignano nella persona del presidente Fabio Mangoni, Fratres Toscana Giovani con Stefano Caverni e Fratres Livorno con Vito Dimatteo, il centro trasfusionale di Cecina con la dottoressa Maria Cirillo, Aido Provinciale Pisa nella figura del presidente Carmine Mancini e del presidente di Calci e vice presidente provinciale Maria Luisa Gallo, Aido Piombino con Domenico Cifalino, Vite onlus nella figura del presidente Lillo Di Puma, il centro trapianti di Cisanello rappresentato da Massimo Elisei e Paola Michelotti, Nopc con i volontari Gabor Desideri e Patrizia Pieraccini, associazione culturale Sara Mazzi con i genitori di Sara, Claudio Mazzi e Marzia Marinari, Admo.
Sempre sul fronte della donazione degli organi Gloria è già stata impegnata in una puntata de Le Iene, andata in onda ad ottobre dello scorso anno (clicca qui per vedere l’intervista) sul tema della carenza di donatori di organi in Italia e dei possibili metodi di risoluzione.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Chio

    In bocca al lupo per questa ragazza meravigliosa. Grazie di esistere

  2. # Libero

    Gloria, sono stato tuo collega di lavoro fino al 2010 e ho avuto modo di apprezzare di te, in ufficio, la tua cortesia, la tua affabilità, la tua gentilezza e la tua disponibilità verso di noi colleghi, sempre con il tuo sorriso sulle labbra.
    Ha vinto, meritatamente, la tua voglia di vivere!
    Auguri, Giuseppe (del Fito)

  3. # u8go nogarin sono otto

    TANTI TANTI AUGURI