Cerca nel quotidiano:


Hotel Palazzo, il sindaco al “debutto” dei ragazzi del Parco del Mulino

Il pranzo di Natale ha visto i ragazzi della cooperativa Parco del Mulino al fianco dello staff a conclusione del primo periodo di scuola di formazione. E il sindaco regala grembiuli con il nome

Giovedì 23 Dicembre 2021 — 16:53

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Scambio di auguri e pranzo di Natale al Palazzo. Protagonisti i ragazzi della cooperativa sociale Parco del Mulino che il 22 dicembre hanno debuttato al fianco dello staff come camerieri del ristorante a conclusione del primo periodo di scuola di formazione all’interno dell’hotel stesso, scuola nata dalla collaborazione tra il Parco del Mulino e Uappala Hotels per portare avanti il progetto-lavoro nato sul Ca’ Moro dopo l’affondamento del peschereccio-ristorante. Al tavolo, tra gli ospiti, anche il sindaco Luca Salvetti.
400;”>“Trovare le parole giuste per descrivere questa meravigliosa realtà non è semplice – ha detto il primo cittadino – Da quando è successo quello che tutti noi sappiamo, e che sicuramente ha gettato tutti quanti nello sconforto, ci siamo adoperati per far nascere un nuovo progetto. La serata di beneficenza all’ippodromo è stata il punto di partenza e per questo non posso che ringraziare tutti i livornesi che hanno sempre dimostrato di esserci, non per proforma, ma in modo concreto”.
Al pranzo di Natale, che è stata anche l’occasione per uno scambio di auguri, non potevano mancare Mirco Peiani e Roberto Piccini, rispettivamente fondatore e amministratore unico di Uappala Hotels (società che gestisce la struttura).
“Com’è noto, il settore del turismo è in crisi ormai da un paio di anni – ha spiegato Piccini – Ciononostante, come società non abbiamo mai smesso di investire, nemmeno a Livorno. Questo, ci ha consentito di creare un sodalizio importante come quello che presentiamo oggi e che speriamo possa proseguire nel tempo. Abbiamo detto che ci saremmo stati e abbiamo mantenuto la promessa”.
Due i momenti più significativi del pranzo-evento. Il primo: la consegna da parte dei ragazzi del Parco del Mulino di 2000 panettoni destinati alla Fondazione Caritas ricevuti simbolicamente da Guido De Nicolais e don Luciano Cantini (alla guida della Fondazione), e destinati agli utenti dei servizi. Il secondo: la consegna da parte del sindaco ad ogni ragazzo di un grembiule con tanto di targhetta con il nome. Un momento che di fatto ha avviato il nuovo percorso di lavoro. “Novità sul nuovo Ca’ Moro? Ci stiamo lavorando, è una promessa” ha risposto Salvetti visibilmente emozionato a Edoardo.

Riproduzione riservata ©