Cerca nel quotidiano:


I 70 anni di Coop in mostra all’ex teatro Lazzeri dal giovedì alla domenica

Fino al 14 dicembre (dal giovedì alla domenica in orario 10-14 e 16-20) all'ex teatro Lazzeri "Coop 70_Valori in scatola", la mostra ad ingresso gratuito che celebra i 70 anni dei prodotti a marchio Coop. Nel giorno dell'inaugurazione la dimostrazione del taglio di una forma di Parmigiano Reggiano stagionato 30 mesi

domenica 27 Ottobre 2019 08:30

di Jessica Bueno

Mediagallery

Fino al 14 dicembre l’ex teatro Lazzeri ospiterà “Coop 70_Valori in scatola”, la mostra ad ingresso gratuito che con incontri, eventi e degustazioni celebra i 70 anni dei prodotti a marchio Coop (clicca sul link in fondo all’articolo per guardare le immagini all’interno della fotogallery a cura di Lorenzo Amore Bianco).
L’inaugurazione, avvenuta nella mattinata di sabato 26 ottobre, è stata seguita dall’apertura al pubblico alle 16. Livorno è la terza tappa di questo evento, presentato con successo anche alla Triennale di Milano e a Reggio Emilia, dove nel 1963 aprì il primo supermercato. La mostra rappresenta un vero e proprio viaggio esperienziale fra laboratori per famiglie, prodotti a grandezza d’uomo e storiche pubblicità, oltre a eventi e grandi personaggi, curato da Giulio Iacchetti e Francesca Picchi (progetto di allestimento di Matteo Ragni e Marco Sorrentino, col contributo grafico di Leonardo Sonnoli). La mostra sarà aperta dal giovedì alla domenica in orario 10-14 e 16-20.
Si articola in sette diverse stazioni in cui i visitatori sono chiamati ad interagire. La prima stazione è l’Esperienza del Quotidiano, che può essere vissuta fisicamente entrando in una scatola gigante di pasta per conoscere le dinamiche che stanno dietro l’acquisto di determinati prodotti come, appunto, la pasta, il pomodoro e l’olio extravergine di oliva. La seconda è Lo Spettacolo dei Numeri: numeri riguardanti le cooperative, i dipendenti, i soci, i negozi e quello di consumatori presenti ogni giorno. La quarta, la Fattoria Cooperativa, è dedicata alle attività dell’educazione al consumo consapevole. La quinta ripropone le campagne pubblicitarie televisive da Ugo Gregoretti a Peter Falk, da Woody Allen a Luciana Littizzetto. Il penultimo spazio è dedicato ai Periscopi, per sbirciare percorsi a ritroso o dare uno sguardo alle future iniziative di Coop. L’ultimo, infine, è una carrellata relativa all’impegno di Coop a Livorno che termina con una Face Wall, in cui i visitatori potranno scattarsi una fotografia all’interno di una tipica macchina da foto tessera alimentando una parete-mosaico di volti. “La cooperativa è riuscita a fare un percorso stupefacente e questa ne è la celebrazione – spiega Marco Lami, presidente Unicoop Tirreno – E’ un onore ed anche un onere esserne testimoni, ci carica di una responsabilità positiva, che sprona a migliorarsi sempre di più. I prodotti a marchio Coop sono un forte strumento di competizione commerciale, ma al contempo un segno di fiducia lanciato ai consumatori ed  un insieme di valori da apprezzare: bontà, trasparenza, eticità”.

L’evento non vuol essere solamente il racconto della storia e dell’evoluzione dei prodotti dalla nascita ai nostri giorni, ma mira a creare spunti di riflessione attraverso tematiche come la lotta alla mafia ed allo sfruttamento della schiavitù e la sostenibilità ambientale. “Grazie a Unicoop Tirreno e Livorno che ospiterà questo evento – dice Maura Latini, amministratore delegato Coop Italia – Il luogo in cui si terrà è stupendo ed è perfetto per una mostra che ha fino ad ora riscosso un grande successo. Questo grazie ai curatori che sono riusciti a renderla non una celebrazione della cooperativa ma un’occasione di condivisione di valori. Condivisione che è chiaramente identificabile anche solo dal logo ideato da due maestri del design quali Albe Steiner e Bob Noorda“.

“A questa presentazione ci sono persone che si occupano di molti settori – afferma il sindaco Luca Salvetti – Scuola, cultura, ambiente, sociale, turismo e commercio. Si intrecciano diversi aspetti in un unico evento al quale è stata data un’attenzione sentita da parte della giunta. Riappropriarsi di questo luogo è una scelta significativa, dopo il suo periodo di fulgore ed il successivo stato di abbandono. C’è la speranza di un recupero. Dietro i 70 anni dei prodotti Coop ci sono tantissimi numeri. Numeri che, senza dirigenza, dipendenti e cittadini che ne usufruiscono sarebbero nulli”. “Mi affascina il fatto che i protagonisti siano i prodotti – conclude l’assessore alla cultura Simone Lenzi – Il cibo sta assumendo un’importanza preponderante negli ultimi tempi. Al di là degli chef famosi che possiamo vedere in tv c’è un mondo fatto di lavoro e vita quotidiana. Si racconta la storia del Paese attraverso il modo in cui i prodotti sono cambiati nel corso del tempo”.

La conferenza stampa di presentazione si è conclusa la dimostrazione del taglio di una forma di parmigiano reggiano stagionato 30 mesi da parte del mastro tagliatore Giuseppe Mariani. Per ulteriori informazioni è possibile collegarsi al portale Unicoop Tirreno cliccando qui.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.