Cerca nel quotidiano:


I Bagni Bisori di Marina di Cecina premiati al Sun di Rimini

Lo stabilimento ha ricevuto un premio speciale nell’ambito del Sun di Rimini, importante manifestazione nel settore balneare organizzata dal Sib-Confcommercio

Martedì 9 Novembre 2021 — 09:48

Mediagallery

I Bagni Bisori di Marina di Cecina sono tra i più antichi d’Italia e per questo Laura e Chiara Cascione, attuali gestrici dello stabilimento balneare, hanno ricevuto un premio speciale nell’ambito del Sun di Rimini, importante manifestazione nel settore balneare organizzata dal Sib-Confcommercio. “Ne siamo orgogliose. – commenta Laura Cascione – Il padre del nostro trisnonno, Giovanni Londi, lo realizzò nel 1893 e da allora, a parte la parentesi della seconda guerra mondiale, ogni estate i Bagni Bisori hanno rappresentato un punto di riferimento per il turismo di Marina di Cecina”. Lo sviluppo della località balneare si è infatti imperniato attorno allo storico bagno, che ha scandito le tappe della trasformazione di Marina di Cecina da “borgo di pescatori scalzi e mezzo ignudi” (come scrive Renato Menicucci nel suo libro “E nel mezzo il mare”) nell’attuale, moderna stazione turistica. Alla cerimonia di premiazione erano presenti, oltre al presidente del Sib-Confcommercio Antonio Capocchione, il ministro Gian Marco Centinaio e il senatore Massimo Mallegni, ex sindaco di Pietrasanta.

La storia dei Bagni Bisori, raccontata da Menicucci, riassume i due elementi che più di ogni altro hanno contrassegnato lo sviluppo del Cecinese: l’intraprendenza imprenditoriale e la pazienza di costruire il futuro un pezzo alla volta. Nei 128 anni trascorsi dalla felice intuizione di Giovanni Londi, detto Giannaccio per il suo carattere difficile, si è passati dalla prudente ma determinata vocazione allo sviluppo del pronipote Renzo Bisori all’intraprendenza delle figlie Elena e Sandra, che assieme ai coniugi Massimo e Giovanni Cascione hanno gestito lo stabilimento balneare per trent’anni. Oggi sono Laura e Chiara Cascione, assieme al padre Massimo, ad aver preso in mano le redini dell’impresa di famiglia, alla cui gestione concorrono i mariti Luca Morelli e Sandro Spinelli. Il nuovo corso ha avuto inizio nel 2016 e lo stabilimento balneare, completamente ristrutturato su progetto di Luca Morelli, ospita circa 200 ombrelloni, adeguatamente distanziati per le misure anti-Covid 19. “Il riconoscimento del Sun di Rimini ci sprona a migliorare di anno in anno. – conclude Chiara Cascione – Abbiamo una storia da onorare, una vasta e fedele clientela da accudire. E, in questa fase di ritrovato ottimismo dopo i mesi oscuri della pandemia, non mancano le idee per migliorare ancora. Costruire il futuro per onorare il passato, questa è la nostra sfida”.

Riproduzione riservata ©